Mastrota: "Se Amadeus conduce Sanremo allora c'è speranza per tutti"

Ospite di Storie Italiane, Giorgio Mastrota si lancia in una battuta pungente: "Se Amadeus conduce Sanremo allora c’è speranza per tutti!”

Ospite di Storie Italiane, Giorgio Mastrota si è lasciato andare ad una battuta - forse fin troppo pungente - nei confronti di Amadeus, prossimo conduttore del Festival di Sanremo.

La padrona di casa Eleonora Daniele, facendo riferimento alla carriera di Mastrota, ha chiesto se preferirebbe condurre un programma invece di dedicarsi alle telepromozioni. Ma il re delle televendite non sembra avere dubbi: "Ma no dai, ho 55 anni, che me frega, sono felice, sto bene così". Però, molto onestamente, Giorgio ha ammesso: "Se mi dicessero ‘guarda c’è un programma in diretta’ io dire di sì, ma poi direi ‘e mo come faccio?".

Nel salotto del mattino di Rai1, Mastrota sembra particolarmente a proprio agio, tanto da lasciarsi andare ad una battuta che ha lasciato di stucco anche la conduttrice. A proposito della prossima edizione del Festival della Canzone Italiana, Mastrota ha affermato: "Se Amadeus conduce Sanremo allora c’è speranza per tutti!". Resosi conto di esserci andato giù un po' pesante, il conduttore ha cercato di salvarsi argomentando la sua freddura: "Amadeus è una persona corretta, piacevole, ha passato dei momenti in cui non riusciva a fare quello che voleva fare".

Nell'intervista c'è stato anche spazio per parlare del rapporto con la sua ex Natalia Estrada: "Io e Natalia ci parliamo, ci sentiamo, siamo dei nonnini ormai. Abbiamo avuto una separazione burrascosa ma siamo stati bravi nonostante i problemi a trovare un accordo". "I bambini soffrono sempre dopo una separazione, ma credo che siamo stati attenti sufficientemente", ha chiosato soddisfatto Mastrota.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it su Facebook?