Melissa Satta: "Dopo la crisi con Boateng, vorrei una sorellina per Maddox"

Per la prima volta dopo il ricongiungimento con Kevin Prince Boateng, Melissa Satta parla della sua famiglia e del desiderio di regalare una sorellina al piccolo Maddox

Il momento di crisi tra Melissa Satta e Kevin Prince Boateng è solo un lontano ricordo e, ora che la coppia si è riunita, la ex velina non nasconde il desiderio di avere un altro figlio.

Già genitori del piccolo Maddox, la Satta e Boateng potrebbero presto allargare la famiglia. “Se guardo il futuro, sento che mi piacerebbe molto fare una piccola Melissa, o meglio una figlia femmina, una sorellina per Maddox”, ha raccontato lei al settimanale Diva e Donna. Sempre molto riservata, la moglie del calciatore ha preferito non alimentare inutili gossip che si sono diffusi nel periodo della sua lontananza da Kevin Prince. Anzi, dopo le foto che documentavano un presunto flirt con l’imprenditore Tommy Chiabra, lei era intervenuta sui social puntando il dito contro chi diffondeva rumors infondati intaccando la sua privacy e incuranti del fatto che avesse un figlio piccolo.

Ed è proprio Maddox che Melissa Satta ha voluto sempre difendere e rendere partecipe del periodo di crisi vissuto con il padre. “Ho sempre parlato con lui di tutto. Ho sempre fatto con lui lunghe chiacchierate, anche se a volte mi dicevano di non farlo perché “Tanto non capisce” – ha raccontato - . Non la vedo così. Sono convinta che lui, a suo modo perché piccolo, ha sempre compreso quello che gli ho detto. Io penso che se si è onesti e chiari con i propri figli si affronta tutto e anche i momenti difficili diventano più semplici”.

Il periodo di crisi con Boateng, ormai, è ampiamente superato e, oggi, la Satta chiarisce i motivi che l’hanno spinta a non parlare mai di ciò che stava accadendo alla coppia. “Sulla mia vita personale, come si sa, sono sempre stata molto riservata e in questi mesi non ho voluto mai rilasciare dichiarazioni su cosa sia successo. Può essere successo tutto o nulla, in realtà sono stata molto riservata perché abbiamo un bimbo da proteggere e non vorrei che i compagni di classe o le persone vicine a lui potessero strumentalizzare questa fase della nostra vita – ha fatto sapere - . Io vado sempre avanti a testa alta, ho un bambino meraviglioso che amo, credo nella famiglia e nell'amore”.