Miki Porru da applausi

Questo di Miki Porru è un signor disco. C'è l'idea perché le sedici canzoni raccontano l'Hotel Disamore nel quale ogni stanza è legata un «tipo» umano (idealisti, mentitori, adulteri ecc.). E c'è cultura musicale perché questo cantautore puro e raffinato (secondo nelle Nuove Proposte di Sanremo 1987) padroneggia con personalità ogni sfumatura musicale, dal funk de La controvita fino agli strabilianti sei ottavi de L'ultima volta. Tutto il disco è comunque un funambolico tour tra virtuosismi lessicali (i testi sono ricercati), citazioni imprevedibili (persino Zdenek Zeman) e arrangiamenti essenziali ma sofisticati. Un vero disco d'autore al quale partecipa anche Red Canzian alla produzione e al primo singolo Due parole. Una boccata d'ossigeno di musica raffinata.