Il nuovo teleconformismo dalle Miss a Sex Inspector

I programmi voyeuristici a pranzo e la fine del concorso di bellezza per indegnità sono due facce della stessa medaglia. Ecco perché

Foto d'archivio

Qual è il nesso tra la richiesta di infilare i mutandoni alle aspiranti Miss Italia, cacciate da Raiuno per indegnità morale, e l'ostentazione di un vibrante dildo a mezzogiorno su Cielo, canale in chiaro di Sky, nel corso di trasmissioni come The Sex Therapy o The Sex Inspector? Nessuno all'apparenza. Raiuno è un canale pubblico, e Cielo privato. Gratta gratta però salta fuori la stessa ideologia, quella cultura del piagnisteo che Robert Hughes poneva alla base del politicamente corretto. Un cultura che, in brevissimo, potremmo riassumere così: ossessione per i diritti civili, esaltazione vittimistica delle minoranze, estensione illimitata del concetto di discriminazione. Un mix in cui la lotta di liberazione dal «genere» maschile o femminile imposto dal pensiero dominante (e non dalla natura) finisce coll'essere parallela, per intenderci, alla lotta contro il razzismo.

TENDENZA «BIGOTTA»

Il bigottismo è l'ultima novità, l'approdo imprevedibile del femminismo. La donna non è un oggetto. Ostentarne il corpo, e negarle il diritto di parola, anche qualora non lo richieda, è offensivo. E quindi, dopo le schermaglie sul velinismo, ecco servita la crociata, condotta dalle massime cariche istituzionali come la presidente della Camera Laura Boldrini, contro Miss Italia, cancellata dai palinsesti Rai. La tv di Stato coglie un duplice obiettivo: si leva dai piedi un programma in declino e si prende gli applausi politicamente corretti. Laura Boldrini: «Bene il no della Rai a Miss Italia, una scelta moderna e civile. Solo il 2% delle donne in televisione parla, il resto è muto e svestito». La battaglia è appena iniziata, scommettiamo? Ancora Boldrini: «C'è una par condicio che viene violata assai frequentemente, ed è quella tra i generi e la loro rappresentazione».

TENDENZA «NORMALITÀ»

Famiglie allargate, allargatissime. Coppie omosessuali con bebè. Uteri in affitto. Ménage à trois appaganti. Il tutto in chiave di sofisticata commedia, senza l'ombra di cattiveria. Mai una battuta acida, o fuori posto. Le serie tv a stelle e strisce, con garbo, diffondono modelli e comportamenti problematici spingendo il pedale del politicamente corretto. Parola d'ordine: leggerezza. Mostrare ciò che potrebbe essere controverso come fosse fuori discussione; e utilizzare un linguaggio così zuccherino da far venire il diabete. Esempi? Innumerevoli. Non c'è neppure bisogno di richiamare i casi eclatanti The Modern Family o The New Normal perché tutte le fiction strizzano l'occhio al pubblico scafato delle grandi città, da Scandal a Grey's Anatomy passando per Glee.

TENDENZA «EMANCIPATA»

Il corpo delle donne va coperto. Non si può ridurre una ragazza al suo aspetto fisico. È roba da età della pietra, quando le fanciulle in fiore non erano ancora emancipate. Ma c'è una eccezione un filo ipocrita. Infatti il corpo delle donne può essere ostentato proprio come esempio di emancipazione avvenuta o in corso d'opera. In tal caso, tutto ok. Nessuno pare scandalizzarsi perché siamo nei canoni (piuttosto elastici, a dire il vero) della «giusta» ideologia. Certo, a vedere The Sex Therapy o The Sex Inspector viene il sospetto che tanta emancipazione nasconda solo il desiderio di alzare l'audience col pecoreccio. E vai di consigli su masturbazione, fellatio, preliminari assortiti, utilizzo di oggettistica varia per facilitare l'orgasmo. Come funziona una vagina? Dove è lo stramaledetto punto G? I rapporti anali sono dolorosi o è una leggenda? Il sessuologo di turno fornisce le necessarie delucidazioni, entrando nei particolari. In questi show, il corpo è davvero un oggetto, con tanto di istruzioni per l'uso, ma il trucco di presentare il tutto come «terapia» al servizio di coppie moderne mette al riparo delle critiche. Gli estremi si toccano in nome dell'emancipazione (obbligatoria): il voyeurismo estremo dei reality convive con la volontà di oscurare il voyeurismo da abbiocco di Miss Italia. Se la cultura del piagnisteo può essere così ampia da contenere linguaggi diversissimi tra loro, forse non ha salde fondamenta come pensano i suoi numerosi sostenitori.

Commenti

Paul Vara

Sab, 20/07/2013 - 09:49

Basterebbe buttar via il televisore per non vedere più la tutta questa spazzatura e dedicare tempo a cose più importanti come la famiglia, gli amici o la lettura.

linoalo1

Sab, 20/07/2013 - 09:57

Cosa??Ci vogliono togliere le donne?Certo,forse un mondo fatto solo di Culatoni,sarebbe meglio!Peccato che,così facendo,l'umanità sarebbe destinata a sparire!Perchè?Chi farebbe i figli?I Culatoni??Certo che no!Mi fa ribrezzo il solo pensiero di come fanno l'amore!Figurati se riesco a sopportare di viverci in mezzo!No,non sono Omofobo!Sono solo una persona normale che cerca di rispettare la Natura!E,pertanto,come tutti i Normali,amo le Donne!Pensate solo,se loro non ci fossero,il Mondo come sarebbe!Lino.

mar75

Sab, 20/07/2013 - 12:02

@linoalo1: sta delirando, prenda qualcosa. Almeno spero che sia solo un delirio e non la sua normalità. 1) gli omosessuali ci sono sempre stati e la specie umana ha continuato a svilupparsi. Evidentemente l'omosessualità non mette a rischio di estinzione la specie umana. 2) ci sono omosessuali dichiarati che hanno figli. 3) ogni volta che si parla di omosessualità si cade sempre nell'errore che esiste solo quella maschile, come scritto da lei, e quella femminile? 4) anche con rapporti tra uomo e donna spesso non ci si limita all'uso del canale principale, le risulta? Lei, in quel caso, è d'accordo a quei tipi di rapporto? 5) Gli omosessuali sono creati dalla Natura, esistono in Natura in varie specie. 6) se lei è uno che rispetta la Natura, eviti di prendere medicinali o di recarsi negli ospedali che sono altamente contro natura. Se uno ha qualche difetto, per esempio genetico, non dovrebbe farsi curare perché è contro natura, se riesce a sopravvivere va bene, altrimenti è giusto che muoia perché rischierebbe di tramandare il suo difetto ai suoi discendenti indebolendo la specie, cioè andando contro uno dei principi cardine della Natura. Ci aveva mai pensato a questo fatto? Dove sono le altre specie create dalla Natura che possono permettersi di curarsi?

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 20/07/2013 - 12:04

Ammazza che boiata!!!! La RAI non Cielo

mar75

Sab, 20/07/2013 - 12:05

Vorrei farvi notare che quando la RAI annuncio ufficialmente che il programma di Miss Italia non sarebbe stato nel palinsesto ufficiale, molti commentatori di questo giornale dissero che avevano fatto bene, che non volevano pagare il canone per pagare questi programmi ecc ecc. Poi quando la Boldrini ha dichiarato qualcosa a tal proposito, gli stessi commentatori l'hanno attaccata solo perché del partito opposto la loro.

roseg

Sab, 20/07/2013 - 14:52

@ mar75--in fatto di deliranti tu non sei secondo a nessuno...ma va a ciapà i ratt...

mar75

Sab, 20/07/2013 - 14:58

Versione corretta :) : Vorrei farvi notare che quando la RAI annunciò ufficialmente che il programma di Miss Italia non sarebbe stato nel palinsesto autunnale, molti commentatori di questo giornale dissero che avevano fatto bene, che non volevano pagare il canone per pagare questi programmi ecc ecc. Poi, quando la Boldrini ha dichiarato qualcosa a tal proposito, gli stessi commentatori l'hanno attaccata solo perché del partito opposto la loro.

mar75

Sab, 20/07/2013 - 15:04

@roseg: mi spieghi perché, non si limiti a scrivere una semplice frase. Non è vero il fatto che la specie umana è l'unica ad andare contro le leggi della Natura curando eventuali difetti e indebolendo la specie? Non è vero che l'omosessualità esiste in Natura e non mette in pericolo la specie umana, visto che esiste da sempre? Non è vero che alcuni rapporti tra uomo e donna si basano anche sullo stesso tipo di rapporto tra due uomini, senza scendere in particolari volgari? Non è vero che quando si parla di omosessualità si tende sempre a riferirsi solo a quella maschile? Quella femminile non esiste? oppure dipende dal fatto che molti uomini trovano l'omosessualità femminile intrigante ed è abbastanza ricorrente nelle fantasie dei maschi?