Paul McCartney: negato l'ingresso al party di Tyga

Paul McCartney è stato respinto per due volte al party di Tyga: il rapper nega di aver saputo del problema occorso alla festa da lui organizzata dopo i Grammy 2016

Non viene ammesso al party ma lui la prende bene, anzi, ci scherza su. D’altronde, l’aplomb britannico è da sempre proverbiale: il baronetto Paul McCartney ha dimostrato ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che “signori si nasce”.

Sir Paul, infatti, si era recato al party di Tyga organizzato subito dopo i Grammy 2016, ma all’ingresso è stato fermato per ben due volte: l’entrata gli è stata quindi inibita. Per fortuna, per così dire, era in buona compagnia. A restare fuori con lui anche Beck e il batterista dei Foo Fighters Taylor Hawkins.

Tra i tre artisti e i loro accompagnatori è stata subito chiara l’ironia della situazione - prontamente riportata in un video da TMZ - e tutti hanno quindi sorriso invece che prendersela. “Quanto dobbiamo diventare più importanti? - ha domandato il Macca ai colleghi - Abbiamo bisogno di una nuova hit, ragazzi.” E pazienza se a pronunciare, naturalmente con ironia, questa frase sia proprio l’autore di “Yesterday” e “Let It Be”.

Tyga dal canto suo si è difeso su Twitter. “Perché avrei dovuto respingere Paul McCartney, fermatevi. È una leggenda”, ha scritto dapprima il rapper, per poi aggiungere: “Non controllo la porta. Non sapevo che sir Paul fosse lì. Mi sono esibito e sono andato via”.

Poco male: McCartney e gli altri, in fondo, hanno trovato un altro party, ma intanto questa storia ha fatto il giro del mondo.