La tournée del commovente coro formato dai bambini di Haiti

Sono in sessanta, hanno tra i nove e i sedici anni e, soprattutto, stanno diventando uno dei cori più sorprendenti del mondo grazie a un impasto vocale di raro vigore. Sono le «Voices of Haiti» che la Andrea Bocelli Foundation con la partner locale Fondation St. Luc (rappresentata in Italia dalla Fondazione Francesca Rava - Nph Italia onlus) ha selezionato nella Haiti dissanguata da uno dei terremoti più disastrosi della storia. Ora questi bambini (nella foto, con Andrea Bocelli a New York), che hanno negli sguardi la stessa dolcezza della voce, debuttano in Europa dopo essersi esibiti anche al Radio City Music Hall di New York con Stevie Wonder e Lady Gaga per i 90 anni di Tony Bennett.

Ieri sera hanno cantato al Teatro del Silenzio di Lajatico proprio con Andrea Bocelli (e suo figlio Matteo). Oggi saranno all'inaugurazione della Fondazione Zeffirelli e poi mercoledì si esibiranno da Papa Francesco. Si tratta per loro di una avventura senza parole, visto che arrivano da zone di povertà inaudita e, come spiega il direttore generale Laura Biancalani, qualcuno di loro si è persino commosso quando per la prima volta ha visto scendere l'acqua dai rubinetti. Un'avventura che merita davvero l'applauso (e l'attenzione dei media).