Donnarumma ospite a casa Raiola. Oggi a Monte Carlo decide che fare

Gigio in vacanza raggiunge l'agente. E arriva anche il ds Mirabelli

Riflettori puntati su Montecarlo per il ponte del 2 giugno. Può risultare decisivo per le sorti di Donnarumma e del suo futuro milanista. Già perché il giovanissimo portiere, dopo qualche giorno trascorso a Parigi con la sua fidanzata, è arrivato ieri a Monte Carlo, la residenza di Mino Raiola il suo potente procuratore che gli ha offerto ospitalità. Dovranno discutere naturalmente del futuro e decidere la risposta da dare a Fassone nei prossimi giorni. Risposta chiesta e sollecitata dal club rossonero dopo aver ventilato la minaccia di procedere all'acquisto di un portiere titolare sacrificando in tribuna Gigio per la prossima stagione, la stagione del mondiale. L'offerta quasi pubblica di un nuovo contratto dell'ammontare di 3,5 milioni, arrivata attraverso i giornali, è nota. Mirabelli, a sorpresa, si è presentato a Monte Carlo è ha partecipato al summit a tre fra l'agente e il portiere. Raiola ha preso tempo e fatto sapere di non gradire le telefonate fatte nei giorni scorsi dal ds milanista al papà del portiere per tentare di agevolare la firma. Dopo quell'incidente diplomatico, le parti hanno ripreso a dialogare ma le recenti dichiarazioni del procuratore fanno pensare a tutto tranne che a un positivo sviluppo della complicata trattativa.

Per una coincidenza, a fine settimana, sempre nel Principato si svolgerà la festa di compleanno di un vip milanese a cui sono stati invitati oltre che Raiola anche Adriano Galliani, l'ex ad milanista che ha tentato in passato, inutilmente, di ottenere per Donnarumma un rinnovo di contratto, negatogli dallo stesso Raiola «perché interessato a conoscere l'identità dei nuovi padroni e i loro progetti tecnici». La risposta di Fassone è stata la seguente: Musacchio, Kessie, Rodriguez e assalto a Morata dopo la finale di Cardiff, argomenti sufficienti per ricevere l'adesione del portiere. Raiola invece continua a prendere tempo. Se l'esito dell'incontro di Montecarlo fosse negativo per il Milan, lo capiremo dalle prossime mosse del ds Mirabelli: perché in quel caso dovrebbe cercare un altro portiere e prendere eventualmente in esame la possibilità di cedere Donnarumma al miglior offerente. Anche perché Raiola disse qualche giorno fa: «Non ho mai portato via un giocatore a parametro zero». Forse sarebbe anche il caso di avvalersi della collaborazione diplomatica di Galliani che non ha mai smesso di essere un tifoso del Milan.

Commenti

prova7

Ven, 02/06/2017 - 10:25

sarebbe ora di finirla con lo strapotere dei procuratori, autentici profittatori di ragazzi sprovveduti e spesso ignoranti che non si rendono conto che, con l'intento di guadagnare sempre più, non fanno altro che arricchire nullafacenti come Raiola. Le società di calcio dovrebbero cercare di porre un freno a questi pirati del calciomercato, magari ponendo clausole che impongano di rispettare i contratti fino all'ultimo e, una volta scaduto, riservarsi di proporre il nuovo contratto (ovviamente dovrebbe anche rispettare i contratti di altre squadre). Se non lo fanno probebilmente è perchè anche il calciomercato fa spettacolo e tutto l'ambiente ne trae benefici economici. Gian

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 02/06/2017 - 10:43

che un personaggio come Raiola sia uno dei dominatori del calciomercato dimostra la necessità di chiudere il calcio (comprese le categorie dilettanti) per almeno 5 anni

Ritratto di giordano49

giordano49

Ven, 02/06/2017 - 11:08

per un Raiola (insignificante coordinatore di inciuci ) miserevole accattone : gigio, non ti perdere nell'oscurantismo perpetrato ad " hoc "...pensa alla " maglia del club che indossi " e pensa quanti vorrebbero farvi parte...! NON SCENDERE NELLA MESCHINITA' Di un procuratore che sta' vivendo con i tuoi soldi (non sa fare altro)...e guarda dove sei arrivato e onora il popolo milanista..!!!!!!!!!!!!!!

bobots1

Ven, 02/06/2017 - 11:15

e noi cxxxxxi seguiamo il calcio per poi arricchire chi meno se lo merita ! Che stupidi che siamo! Raiola, Donnarumma ma che valore aggiunto possono dare alla nostra società?

Albius50

Ven, 02/06/2017 - 14:31

Io sono un MILANISTA di altri tempi NON ME NE FREGA NULLA DI DONNARUMMA vendetelo perché preferisco pensare di avere un attacco e una difesa BUONA con un discreto portiere; e comunque SOLDI AL CALCIO BASTA di RAIOLA e company se ne deve fare a meno se si vuole portare il PULITO NEL CALCIO e anche se la mia squadra non fa le coppe MI ASPETTO GIOCATORI CHE SI AFFEZZIONINO alla squadra che gente che se vince o perde il 27 del mese hanno l'ingaggio sicuro.