Formula 1, Gran Premio d'Italia: Monza confermato fino al 2024

In un comunicato odierno, il Circus di Formula 1 ha confermato l’accordo di massima con il circuito di Monza fino al 2024

Il Gran Premio di Monza è apparentemente salvo: di poco fa la notizia diramata direttamente dal sito ufficiale della Formula 1, che è stato raggiunto un accordo di massima per mantenere la tappa italiana fino al 2024.

Il Presidente ACI-CSAI Angelo Sticchi Damiani ha finalmente tamponato una situazione che lo scorso anno era diventata motivo di scontro persino a livello politico tra Salvini e Di Maio.

Accordo importante, che tenta di risolvere il problema ciclicamente annuale legato al rinnovo, comune spesso ai vari Gran Premi storici: l’arrivo di nuovi circuiti (dal 2020 il Vietnam per esempio) e il notevole esborso economico richiesto, hanno messo in difficoltà la presenza di alcuni appuntamenti cardine della Formula 1, Silverstone e Monza su tutti.

Quest’anno si correrà la 70° edizione del Gran Premio d’Italia, sempre presente dalla nascita del Campionato Mondiale di Formula 1, nel 1950. Con la sola eccezione della tappa a Imola nel 1980, tutti gli altri appuntamenti si sono svolti a Monza.

Se guardiamo alla sua storia, Il Gran Premio d’Italia è un appuntamento fisso dal 1921, con la sua prima edizione a Montichiari, provincia di Brescia. Successivamente, dal 1922, si passerà a Monza in concomitanza della chiusura dei lavori sul nuovo circuito. Cinque solo in totale le edizioni non sul suolo della Brianza: nel 1937 a Livorno, 1947 Milano, 1948 Torino e 1980 Imola.

Nel dopoguerra infatti la pista era inagibile a causa delle vicende belliche rendendo necessario improvvisare il Gran Premio d'Italia nelle due città del nord.

Il tema dei Gran Premi storici e della loro sopravvivenza è del resto parecchio in auge al momento: Ecclestone si è pronunciato qualche giorno fa rispetto alla povertà dei festeggiamenti organizzati per il millesimo appuntamento della Formula 1. Non solo, per l’ex padre/padrone del Circus, sarebbe stato più corretto e sentito dal pubblico, far combaciare l’evento con la pista di Silverstone, dove tutto iniziò nel 1950.

Ma se per Monza il futuro sembra ora più certo, lo stesso non si può dire per lo storico appuntamento di Silverstone: la storia, da sola, non basta purtroppo.