Hayden, spunta il video choc: "Non si è fermato allo stop"

Le forze dell'ordine hanno visionato un video delle telecamere di sorveglianza. Secondo le prime indiscrezioni, Hayden non avrebbe rispettato i segnali

Nicky Hayden è ancora in prognosi riservata e le sue condizioni sembrano disperate. I medici dell'Ospedale Bufalini di Cesena non lasciano trapelare molte informazioni e così i tifosi fanno il tifo ancora per lui, augurandogli di svegliarsi dal profondo coma che lo tiene sospeso tra la vita e la morte. Intanto, però, vanno avanti le indagini della polizia su quanto accaduto quel maledetto 17 maggio scorso, quando Hayden è stato investito mentre si allenava tra Riccione e Tavoleto.

La novità di oggi è che a pochi metri dal punto dell'incidente c'era una telecamera che avrebbe ripreso il drammatico momento dello scontro tra la bicicletta del campione e la Peugeot guidata da un 30enne di San Giovanni in Marignano. Sono due le ipotesi sorte dalla visione del filmato, come riportato nelle indiscrezioni pubblicate da Corriere Romagna. Innanzitutto, pare che il pilota americano non abbia rispettato lo stop all'incrocio, tirando dritto e tagliando la strada all'autista. Resta da capire, però, se l'auto viaggiava nel rispetto dei limiti di velocità oppure se i troppi km/h hanno impedito al 30enne di frenar. Un'altra ipotesi riguarda l'iPod ritrovato sul luogo del sinistro: secondo gli inquirenti Hayden potrebbe essere stato distratto dalla musica che stava ascoltando con le cuffiette mentre si allenava.

Intanto l'uomo che ha travolto il campione americano si è detto disperato per quanto successo: "Mi dispiace, Mi dispiace", continua a ripetere agli amici e ai parenti che si sono stretti intorno a lui per proteggerlo. Il giovane morcianese è seguito e assisistito dagli avvocati Pierluigi Autunno e Francesco Pisciotti. Negativo ai test dell'alcol test, il giovane ha dichiarato: "Stavo andando al lavoro, poi lui è venuto fuori all’improvviso dallo ‘Stop’". Il video sembra confermarlo.

Commenti

glasnost

Lun, 22/05/2017 - 14:44

La cosa è assolutamente verosimile, anche se mi dispiace molto per Hayden. Ma qui a Bologna, ad esempio, spessissimo i ciclisti passano col rosso mettendo a rischio la loro pelle e creando problemi agli automobilisti. Questo avviene anche sotto gli occhi dei vigili urbani purtroppo. Ma il rispetto delle regole ormai è un' opzione.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Lun, 22/05/2017 - 14:53

Non si è fermato allo stop e se ne stava in mezzo alla strada come se fosse il padrone del mondo, insomma si comportava come un normale ciclista

Ritratto di pedralb

pedralb

Lun, 22/05/2017 - 14:56

Spero con tutto il cuore che Kentucky Kid ce la possa fare, ma anche solidarietà ad un povero ragazzo che incolpevolmente ha avuto la tragica sfortuna di trovarselo addosso. E basta con le frasi "è stato travolto da un auto".... caso mai il contrario.

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 22/05/2017 - 15:52

secondo. me i ciclisti possono scorrazzare solo sulle piste ciclabili. altrimenti sulle strade cittadine creano rischi epericoli per sé stessi e per gli automobilisti. e quindi va loro interdetta la circolazione. grazie.

epc

Lun, 22/05/2017 - 16:48

Mi spiace per lui, ma meno male che ci sono le telecamere che mostrano che la colpa è tutta e sola del ciclista (come quasi sempre succede!!!!) anche se cercano in tutti i modi di dare la colpa anche al guidatore della vettura!!!!!!!

Libertà75

Lun, 22/05/2017 - 17:04

Si indaga per capire se l'automobilista avrebbe potuto inchiodare per salvare il ciclista... premesso che la vita umana è sempre sacra, ma sulla strada si è in 2 e il più debole (il ciclista) deve essere più attento! Invece, funziona al contrario, il ciclista si aspetta che l'automobilista sparisca. Una volta (in auto) ho dovuto intersecare una ciclabile (regolare, era una via di uscita). Primo ciclista a 20 metri, fatto passare, secondo a 40, fatto passare! Terzo a 60 metri, nel tentativo di intersecare la ciclabile, ho dovuto desistere a metà perché il ciclista non ne ha voluto sapere di frenare. Va bene tutto, ma la testa la si usa in 2!

bmcseawolf

Lun, 22/05/2017 - 17:07

Il video "CHOC", il video"CHOC", Ma e' possibile che tutti i video sono "CHOC". Sono stufo di leggere:"il video CHOC". E poi, non sono choc per niente. Basta, con il rompimento.

accanove

Lun, 22/05/2017 - 18:20

nelle vesti di quell'automobilista potremmo trovarci tutti. Mi spiace per Hayden ma la scorrettezza dei ciclisti è quello che temo di più quando guido.

roberto zanella

Lun, 22/05/2017 - 23:53

l'80% dei ciclisti se ne vanno credendo di essere al giro d'italia o come se tutti pensassero che sono solo loro sulla strada....se sono un gruppetto minimo sono in doppia fila e se suoni ti fanno il dito medio...non fanno precedenze ne stop...e cominciano pure a mettere le cuffiette...

glasnost

Mar, 23/05/2017 - 08:17

@accanove : d'accordo per i ciclisti, ma anche i motorini non scherzano. E' ora che arrivi QUALCUNO che faccia rispettare le regole a TUTTI

marzioriccio

Mar, 23/05/2017 - 08:40

Per fortuna c'era una telecamera o quell'autista sarebbe stato crocifisso. I ciclisti extra urbani sono irrispettosi del codice della strada almeno quanto quei motociclisti che si divertono sui tornanti delle nostre montagne: ruote nela corsia di marcia e testa (causa inclinazione del mezzo) nella corsia opposta.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 23/05/2017 - 10:30

Spiace moltissimo, le mie condoglianze alla famiglia. Lo sport ha perso un campione sempre sorridente. Spiace anche per il ragazzo dell'incidente, la mia completa solidarietà data la fatalità dell'evento.