Londra 2012, in pista ci sarà anche Pistorius

L'atleta, che corre con le protesi, correrà la staffetta 4x400 e i 400 individuali per il Sudafrica. È la prima volta che un paralimpico partecipa alle Olimpiadi

Dopo le polemiche del 2008, Oscar Pistorius finalmente corona il suo sogno: parteciperà alle Olimpiadi di Londra nella staffetta 4x400 per il Sudafrica. "Oggi è il giorno più bel giorno della mia vita", ha scritto su Twitter l'atleta che corre con protesi a entrambe le gambe, "Grazie a tutti coloro che mi hanno fatto diventare l'atleta che sono! Dio, la famiglia e gli amici, i miei avversari e i miei tifosi! Mi avete tutti dato una mano!".

L'annuncio è stato dato dal Comitato olimpico sudafricano. In squadra con Pistorius scenderanno in pista Willem de Beer, Ofentse Mogawane e Shaun de Jager. L'atleta paraolimpico correrà anche per i 400 metri individuali, nonostante nelle qualificazioni abbia mancato per pochi decimi i 4"30 richiesti dal Comitato olimpico. Dopo le Olimpiadi, dovrà difendere i tre ori (100-200 e 400 metri) conquistato nel 2008 nelle Paralimpiadi.

Non è la prima volta che il 25enne partecipa ad una manifestazione internazionale non dedicata ai paratleti: l'anno scorso ha vinto la medaglia d'argento nella 4x400 ai Mondiali di Atletica.

Commenti

granitico

Mer, 04/07/2012 - 15:53

Non credo sia corretto far partecipare un atleta diverso dagli altri.Certamente come uomo merita tutta la mia stima per la forza di volontà che ha avuto in questi anni, per la voglia di combattere.Chi ha stabilito che le sue nuove gambe sono in tutto e per tutto uguali a quelle che ha perso? Se le allungassero o le accorciassero di 10 cm la sua velocità sarebbe la stessa?

Ritratto di ADM

ADM

Mer, 04/07/2012 - 16:18

...e gli auguro di VINCERE...alla grande...perchè è un ragazzo straordinario...nella mente, nel cuore e nel fisico! un modello per tutti...un esempio da imitare per forza,coraggio e amore per la vita! Che Dio ti benedica, Pistorius!

sara35

Mer, 04/07/2012 - 16:20

Sono d'accordo con granitico, non è sportivamente corretto. Non credo si possano equiparare gambe artificiali a gambe di "ciccia e ossa". Basti pensare che una gamba artificiale non ha crampi ai polpacci (tanto per essere banali), dolori muscolari? Una volta per tutte, sarebbe bene che venissero distinti gli abili dai diversamente abili (e non necessariamente gli uni sono superiori agli altri). E' come giocare a braccio di ferro tra una persona che usa i muscoli e un braccio meccanico.

Saverio*

Mer, 04/07/2012 - 17:32

Contentissimo che ci sia Pistorius! Un ragazzo che ha sopportato e superato prove indicibili, sempre con il sorriso sulle labbra. E' da esempio per tutti! Per quelli che pensano che le sue protesi diano dei vantaggi.........avrebbe vinto sempre e tutte le gare non pensate? Invece mi pare che perda come altri....Le Olimpiadi giusto premio per questo ragazzo!

angriff

Mer, 04/07/2012 - 18:16

La solita boiata politicamente corretta,tra il resto non avendo nemmeno ottenuto il tempo minimo per qualificarsi.Non capisco perchè,poi,partecipa anche alla paraolimpiadi. Fanno tutti pena.

sara35

Gio, 05/07/2012 - 03:32

Sì, straordinario come zanardi? O come chiunque abbia subito un qualsiasi dramma (perchè in ogni caso di dramma si tratta), ma che ha potuto avere nella sfortuna la "fortuna" di poter condurre una vita normale e addirittura farsi un nome? Ma ci pensate a quante persone mancano gli arti e non solo? Mancano anche i soldi per comprarsi gli arti mancanti. Quindi non ci trovo niente di straordinario in questo ragazzo, a parte la fortuna di poter permettersi due gambe artificiali che in migliaia non si possono permettere e quindi vivono su una sedia a rotelle. E ribadisco, è sportivamente scorretto che partecipi alle olimpiadi. Tra l'altro, a differenza di zanardi, pistorius, non ha mai potuto dimostrare di essere un atleta a certi livelli, visto che è stato sottoposto ad amputazione delle gambe prima ancora di imparare a camminare.

Ritratto di scandalo

scandalo

Gio, 05/07/2012 - 08:49

se non lo mettono come primo staffettista nella 4 x 400 diventa pericoloso !! infatti dopo il primo giro sono tutti in gruppo e se con i suoi piedi di carbonio pesta un piede di un altro atleta glielo può distruggere!!