Mancini dice addio all'Inter: "Soluzione condivisa col club"

Roberto Mancini ha salutato su Twitter i tifosi e i giocatori dell'Inter. "Auguro al club il meglio. Grazie a tutti". Tre milioni di buonuscita al tecnico

Stavolta la separazione fra l'Inter e Roberto Mancini è dolce. Almeno nei toni usati in pubblico. "Oggi termina il mio impegno professionale con l'Inter", scrive l'ormai ex tecnico nerazzurro su Twitter, aggiungendo: "Soluzione condivisa con il Club in totale serenità". Il club qualche minuto prima aveva pubblicato sul suo sito un comunicato con cui ringraziava l'allenatore, che dovrebbe percepire una buona uscita di 3 milioni di euro. Nulla a che vedere con l'esonero dell'estate 2009. Allora il presidente era Massimo Moratti che accettò al volo le dimissioni di Mancini annunciate a caldo dopo l'ennesima eliminazione agli ottavi di Champons League. Il tecnico di Jesi ritrattò, ma per Moratti era ormai troppo tardi: si era già accordato con Mourinho. Il presente è tutt'altra storia.

Sulla panchina dell'Inter siederà con ogni probabilità l'olandese Frank De Boer, che mai ha allenato in Italia ma che è stimato dal presidente uscente Erick Thohir. A chi prenderà il suo posto il tecnico augura il meglio: "Auguro all'Inter e ai tifosi un futuro pieno di soddisfazioni ed importanti traguardi sportivi". La lunga sequenza di tweet si conclude con i ringraziamenti a tifosi, giocatori e staff. "Desidero ringraziare i tifosi nerazzurri, che con passione e federlà mi hanno sempre sostenuto. Ringrazio i giocatori che in questi 20 mesi sono stti splendidi e impeccabili professioniti", e ancora: "Un ringraziamento a tutte le persone che hanno lavorato con me ad Appiano, alla proprietà del Club e ai suoi dirigenti".

Il mal di pancia di Mancini era iniziato poco dopo l'ufficializzazione della cessione della società a Suning. Il tecnico si è sempre lamentato della mancanza di una figura di riferimento all'interno del club, oltre che del ridimensionamento della sua importanza nelle scelte di mercato. Nei giorni scorsi i rapporti sembravano essere migliorati dopo gli incontri con la nuova proprietà, ma evidentemente le tensioni erano ancora forti. La sconfitta per 6-1 nell'amichevole contro il Tottenham poi ha fatto il resto.

E adesso suona un po' beffardo l'ultimo tweet dell'allenatore scritto prima della sequenza di messaggi di addio all'Inter. "Dopo le cadute ci si rialza sempre più forti", aveva scritto Mancini a Vincenzo Nibali. Un pensiero che ora vale anche per lui.