Pogba, il barbiere rivela: "Va allo United". E Mourinho fa melina

Il barbiere di Pogba ha pubblicato un messaggio - poi cancellato - che non lascia dubbi. L'affare è vicino alla conclusione. Ma Raiola: "Nessun accordo, tante parole"

Se è vero che tre indizi fanno una prova allora il trasferimento di Paul Pogba al Manchester United potrebbe essere a un passo. Il barbiere del centrocampista francese ha postato - e poi prontamente cancellato - un post su Instagram eloquente: "Ho dovuto cambiare il colore dei capelli di Pogba per la sua nuova squadra", ha scritto. Messaggio accompagnato dall'hashtag "Manchester United". Un altro indizio indizio arriva dalla Francia dove il quotidiano sportivo L'Equipe ha aperto l'edizione di oggi titolando: "L'affare del secolo". In prima pagina un fotomontaggio dello juventino con la maglia dei Red Devils. Il primo indizio era arrivato ieri, quando la figlia di Josè Mourinho, Matilde, aveva pubblicato su twitter una foto che ritraeva il padre con alle spalle una lavagna su cui si leggeva una formazione dello United con Pogba a centrocampo. Sempre attraverso i social si è fatto sentire il procuratore del giocatore, Mino Raiola, che in un tweet ha detto: "Solo chiacchiere".

"Non c'è essun accordo concluso per Paul Pogba, molti bla bla bla", ha twittato l'agente. Bocche cucite sugli altri fronti, sia a Manchester che a Torino. Ma se l'affare si farà, se ne parlerà tanto. Come sottolinea L'Equipe in edicola oggi, le cifre in ballo sono altissime. Si parla di 120 milioni di euro pronti ad entrare nelle casse della Juventus, se fosse davvero così sarebbe un trasferimento da record che per la società torinese costituirebbe una plusvalenza mostruosa visto che Pogba venne pagato - proprio al Manchester United - un milione di euro di indennizzo nel 2012.

Mourniho: "Pogba? Non confermo nè smentisco"

Impegnato in una tourneè a Shanghai con lo United, Josè Mourinho ha risposto così alle domande sul possibile arrivo del francese allo United: "Non confermo nè smentisco. Non posso dire nulla. Prima di tutto perché non credo sia corretto parlare di giocatori di altri club. E' un giocatore della Juventus e non è un giocatore del Manchester United".

"L'unica cosa che posso dire - ha detto lo Special One - è che i miei dirigenti hanno fatto un lavoro fantastico per ottenere già il 75% di quello che ho chiesto loro". Il neo tecnico dei Red Devils si è detto soddisfatto di come ha operato la società. "Ho chiesto quattro giocatori, per essere più preciso ho chiesto quattro profili di giocatori di cui avrei bisogno. Ho dato loro un paio di opzioni e hanno già fatto per me il 75% del lavoro prendendo Ibrahimovic, Mkhitaryan e Bailly", ha spiegato. "Manca solo il 25 per cento e abbiamo tempo fino al 31 agosto, siamo in una ottima posizione per quello che io considero un buon mercato. Siamo calmi, sappiamo il profilo del giocatore che vogliamo", ha concluso Mourinho.