Tatuaggi nazi, Forza Nuova difende il bodyguard Blitz per dare a Michelle lo statuto dei lavoratori

Rose rosse e una
copia dello Statuto dei lavoratori per Michelle Hunziker,
criticata per avere licenziato il suo bodyguard dopo aver
scoperto che aveva un tatuaggio con un simbolo nazista su una
spalla: hanno cercato di consegnarli oggi a Varigotti, dove la showgirl è in vacanza, un gruppo di simpatizzanti del movimento
di estrema destra Forza Nuova. Non ci sono riusciti

Savona - Rose rosse e una copia dello Statuto dei lavoratori per Michelle Hunziker, criticata per avere licenziato il suo bodyguard dopo aver scoperto che aveva un tatuaggio con un simbolo nazista su una spalla: hanno cercato di consegnarli oggi a Varigotti, dove la Hunziker è in vacanza, un gruppo di simpatizzanti del movimento di estrema destra Forza Nuova. Non ci sono riusciti.

Forza Nuova critica la Hunziker "Non ci è stato possibile per l’assoluta mancanza di predisposizione al dialogo - hanno spiegato - non è nostro costume creare disordini e momenti di tensione, soprattutto se ci sono anche dei bambini di mezzo". I simpatizzanti hanno già preannunciato che torneranno "con nuove ed eclatanti iniziative di protesta". Con indosso magliette con l’articolo 3 della Costituzione italiana (tutti i cittadini hanno pari dignità e sono uguali davanti alla legge senza distinzioni, tra l’altro, di opinioni politiche), volevano "farle capire che i giovani di destra, che lei vorrebbe democraticamente tutti disoccupati, non sono come la propaganda di regime li descrive ovvero violenti, arroganti ed ignoranti".

Il tatuaggio nazi sul braccio La scoperta aveva indotto una "scioccata" Hunziker a licenziare in tronco Federico. La scoperta era venuta fuori per caso. Federico aveva un passato destrorso, contiguo a frange estreme neonaziste, a quanto si capisce dal "pugno bianco", sotto il quale campeggia, fra l’altro, la parola "Intolleranza. Un simbolo della superiorità dei bianchi su tutti gli altrì, spiega un sociologo consultato dal tabloid. Molto usato fra estremisti di destra razzisti e violenti. "La mia famiglia ed io siamo completamente sotto shock - aveva spiegato la conduttrice tedesca - Federico lavora per me da due anni. Quando l’ho conosciuto mi è sembrato un ragazzo molto carino, che non farebbe male a una mosca, e sta lì sempre a disposizione degli altri. Fino a qualche settimana fa, ho visto Federico sempre in pantaloni lunghi e camicia, non sapevo che avesse questi tatuaggi. E neppure ora li ho guardati bene. Stando così le cose, però, non posso e non voglio più lavorare con lui".

Le giustificazioni del bodyguard Federico ha raccontato alla Hunziker, prima di separarsi da lei, che il "pugno bianco" sarebbe traccia di un peccato di gioventù. "Mi ha confessato - ha continuato Michelle nella intervista alla Bild - che in passato ha avuto qualcosa a che fare con gli ambienti di destra. Ma ha anche assicurato che questo accadeva molto tempo fa, e che a lui dispiace molto". Adesso la Hunziker, più volte molestata da stalker, cerca un nuovo bodyguard. "Non ho niente a che fare con i Neonazisti - ha tenuto a precisare, sentendosi sfiorata da uno scandalo su quello che in Germania, dove lei è molto popolare, è ancora un gravissimo tabù - e rifiuto i sistemi totalitari in ogni loro forma. Per me la tolleranza è naturale e importante e sono un’assoluta sostenitrice della democrazia. Sono contraria a ogni forma di violenza e discriminazione".