Tour de France, grande show di Schleck La gialla resta a Voeckler, Contador lontano

Il lussemburghese Andy Schleck trionfa nella 18^ tappa, da Pinerolo a Col de Galibier, dopo una splendida fuga durata 60 km. Ora è a soli 15'' dal leader della classifica. Ottima prova di Ivan Basso, quarto alle spalle di Evans. Bene Cunego. La vittima eccellente è Alberto Contador, che ha concluso la tappa a 3'50''

Galibier (Francia) - Andy Schleck trionfa nella 18^ tappa del Tour de France, con partenza a Pinerolo e arrivo a Col de Galibier, ma non riesce a strappare la maglia gialla, che rimane ancora sulle spalle di Thomas Voeckler. Il lussemburghese ha ottenuto il successo dopo aver condotto a lungo una fuga di 60 km, e ora è a soli 15'' dal leader dalla classifica. Alle sue spalle si è classificato suo fratello, Frank Schleck, con 2’15'' di ritardo. Ottima prova anche di Ivan Basso, giunto quarto alle spalle di Cadel Evans. A 2’20'' dal vincitore ecco Thomas Voeckler, che giunge al traguardo stremato, ma felice per essere riuscito a conservare la maglia gialla. Buona la prova anche dell’altro italiano, Damiano Cunego, che è giunto a 2’33'' dal ciclista lussemburghese. Ma la vittima eccellente della tappa odierna è Alberto Contador: l’iberico, parso decisamente sottotono, ha concluso a 3’50'' dalla testa della classifica, dando così l’addio alle speranze di poter vincere il Tour.

La classifica In testa è ancora il francese Vockler, seguito da Andy Schleck a 15'' di ritardo e Frank Schleck a 1’08''. Lo statunitense Evans (a 1’12'') precede gli italiani Cunego e Basso (a 3’46''). Pare tagliato fuori dalla vittoria finale proprio Contador, settimo a 4’44'' dalla maglia gialla.

Schleck: mi sentivo super E' raggiante Andy Schleck dopo aver tagliato a braccia alzate il traguardo del Galibier. "Ieri ho detto alla squadra che oggi avevo in mente di attaccare. Non voglio arrivare quarto a Parigi", ha spiegato il campione lussemburghese. "Ho detto che avrei rischiato tutto. E' il mio carattere: io non ho paura di perdere", ha detto ancora. Nonostante il grande sforzo, però, il più giovane dei fratelli Schleck non è riuscito nell'intento di strappare la maglia gialla a Thomas Voeckler, ancora prima per soli 15 secondi. "Oggi mi sentivo bene, super. Domani è un altro giorno - ha concluso - e spero di conquistare la maglia gialla".

Contador getta la spugna "La vittoria è impossibile ora". Alberto Contador dichiara la resa nei confronti di Schleck e degli altri big. Il campione spagnolo è arrivato a quasi 4' dal vincitore. "Ho avuto una brutta giornata. Le mie gambe non hanno risposto. E' stata una giornata molto difficile fin dall'inizio", ha spiegato il vincitore dell'ultimo Giro d'Italia. Contador ha sofferto di forti dolori alle ginocchia, tanto che alla vigilia della tappa, su Twitter aveva scritto: "Che dolore alle gambe".