Trani, indagata S&P La Procura potrebbesentire Mario Monti

<p>Confermata l'indagine sull'agenzia di rating per market abuse e insider trading. Venerdì sarà sentito il responsabile legale per l'Italia</p>

Ora è ufficiale. La società di rating Standard & Poor's è formalmente sotto indagine da parte della Procura di Trani nell'ambito dell'inchiesta che la vede coinvolta per market abuse e insider trading. Il pm inquirente, Michele Ruggiero, procederà penalmente nei confronti di tre analisti e di S&P. 

Venerdì 27 gennaio verrà ascoltato a Trani, in qualità di testimone, il responsabile legale di Standard & Poor's per l'Italia, Maria Pierdicchi. La procura starebbe valutando se ascoltare anche il premier, Mario Monti e Giuseppe Vegas, presidente della Consob, come persone informate dei fatti.

La conferma sull'indagine a carico della società di rating arriva dopo le verifiche compiute dalla Guardia di finanza a pochi giorni dall'ultimo declassamento. Gli uomini della GdF erano entrati nella sede milanese di via San Giovanni sul Muro per compiere una serie di accertamenti. Ma la magistratura di Trani controllava S&P già da diverso tempo, insieme anche a Moody's. Per entrambe le società l'accusa è quella di aver manipolato il mercato con una serie di "giudizi falsi, infondati o comunque imprudenti" sul sistema economico, finanziario e bancario italiano.

Sull'indagine arriva anche il commento di Edmondo Bruti Liberati, capo della procura di Milano, che sottolinea che, contrariamente a quanto comparso sulla stampa, non ci sarebbero "pendenti procedimenti che coinvolgano l'agenzia di rating" presso la procura milanese.