Treni, ecco il metrò della Brianza per collegare Saronno e Seregno

La risposta alle polemiche sul sistema dei trasporti lombardi arriva puntuale sulla linea Saronno-Seregno. Dove ieri sono stati inaugurati i lavori per il ripristino della tratta ferroviaria che dureranno due anni per un investimento di 75,5 milioni di euro. Un percorso di 15 chilometri e con otto stazioni (due in più delle attuali) che costituirà la prima trance della Gronda Nord, l’asse ferroviario che taglierà l’intera Lombardia da Est a Ovest collegando Bergamo, la Brianza, Malpensa e Novara. Il tutto senza passare dal nodo di Milano che sarà così liberato da un’immensa mole di traffico. Collegando inoltre le reti di Ferrovie Nord e Rfi all’altezza di Seregno e consentendo ai residenti della provincia di Monza di arrivare direttamente all’aeroporto di Malpensa che presto sarà interconnesso anche con Orio al Serio. A inaugurare il cantiere, all’altezza di Ceriano Laghetto, sono stati il presidente di Fnm, Norberto Achille, e l’assessore lombardo alle Infrastrutture, Raffaele Cattaneo.
«In sette anni gli investimenti della Regione per le ferrovie si sono moltiplicati di ben 54 volte - ha rivelato Cattaneo -, passando da 1 milione nel 2002 a 54 nel 2009, per un totale di 20 servizi avviati solo l’anno scorso. Dal 2007 sono stati completati 85 chilometri di nuove linee ferroviarie e quattro stazioni, mentre entro il 2011 si aggiungeranno altri 50 chilometri e dieci scali». Investimenti che, come ha ricordato Achille, «hanno dato il volano a quanto è stato speso da Fnm negli ultimi dieci anni, pari a 1 miliardo e 650 milioni di euro, di cui 900 milioni per le infrastrutture e 750 milioni per i treni». Numeri che hanno fornito a Cattaneo l’occasione per rispondere alle polemiche sui trasporti provenienti dal centrosinistra: «Mi sembra che i suoi esponenti si siano un po’ distratti a causa della campagna elettorale, quello che stiamo facendo è ridare vita alle ferrovie lombarde in chiave moderna. In primo luogo grazie alla linea Saronno-Seregno che sarà come la nuova metropolitana della Brianza con un treno ogni 30 minuti. Mentre altre 13 linee suburbane collegheranno Milano e l’hinterland. E sul fronte delle strade tra due settimane Berlusconi inaugurerà l’avvio dei cantieri della Pedemontana». Anche se in forma ufficiosa i lavori per la nuova autostrada lombarda sono partiti già ieri: insieme all’apertura del cantiere per la Saronno-Seregno Fnm ha iniziato la realizzazione della variante di collegamento tra le strade provinciali 10 e 133 che diventerà il primo tratto della Pedemontana. La riattivazione della linea ferroviaria comprende l’eliminazione di 12 dei 18 attuali passaggi a livello e questo ha reso necessario ridisegnare il tracciato delle rotaie e quello delle strade. Tra una settimana sarà inaugurato il completamento del tunnel di Castellanza realizzato grazie a un investimento da 140 milioni di euro da parte di Fnm e che consentirà di abbattere i tempi di percorrenza tra Milano e Malpensa a 28 minuti. «Il 2010 è l’anno della svolta per le infrastrutture della Brianza - ha osservato l’assessore alla Viabilità della Provincia di Monza, Francesco Giordano -, grazie a una serie di nuovi interventi tra cui la metrotramvia Milano-Desio-Seregno».