«Viabilità e soste le emergenze»

Mobilità, sicurezza e inquinamento. Sono questi i problemi che preoccupano maggiormente i milanesi secondo un sondaggio condotto da Ipsos per conto di Apcom, in collaborazione con Ad Hoc Communication Advisors. Per il 53 per cento degli intervistati il principale problema di Milano è il traffico e, di conseguenza, i disagi legati ai parcheggi, alla manutenzione delle strade, alla situazione dei trasporti pubblici. Per il 26 per cento degli intervistati, emergenze sono la sicurezza e la lotta alla criminalità cui sono legati la diffusione della tossicodipendenza e l’immigrazione extracomunitaria.
A seguire il tema inquinamento e ambiente (citato dal 24 per cento). Al 21 per cento il problema del welfare e dei temi sociali legati alla sanità, alla scuola, alla casa, ai servizi alle fasce più deboli della popolazione. In base al sondaggio è, invece, ridottissima la preoccupazione per i temi occupazionali ed economici dei milanesi che nel complesso, giudicano Milano una città dove si vive abbastanza bene, promuovendo l’operato dell’amministrazione comunale in questi anni. Dall’indagine non emerge un giudizio negativo sulla qualità della vita che, anzi, è considerata «piuttosto o molto positiva» da oltre il 60 per cento degli intervistati. Le attese dei milanesi rispetto agli interventi per rendere più vivibile la città confermano il quadro delle preoccupazioni: sicurezza al primo posto, poi interventi a difesa dei più deboli, welfare e lotta all’inquinamento.