Il viaggio parte in città Alla scoperta di Milano capitale dell’Impero

Domenica si tiene la «Giornata del Touring» all’insegna di turismo e cultura

Ferruccio Gattuso

Centododici anni, eppure sempre in viaggio. Il Touring Club è pronto a festeggiare la sua veneranda età con la terza edizione della Giornata del Touring: un'occasione che permette alla storica istituzione di guardarsi allo specchio, e realizzare quel che si definisce lo stato dell'arte.
E per il Touring Club, è ovvio, l'arte è quella del viaggio, dello spostamento alla ricerca di altri mondi, che siano all'angolo di casa come da qualche parte all'orizzonte. Questo d'altronde era lo scopo originario, sin dall'alba dell'8 novembre 1894, quando un gruppo di veolcipedisti italiani fondò il club con lo scopo di diffondere gli ideali del viaggio e del velocipedismo. Sono ben ventiquattro le città italiane che si apprestano a festeggiare insieme al Touring una missione ormai imprescindibile nel settore del turismo e della cultura: da Bolzano a Catanzaro, lo Stivale sarà attraversato da svariate iniziative. Milano e la Lombardia - nelle città di Sondrio, Varese e Desenzano (Brescia) - rispondono all'appello: visite guidate «nello stile del Touring», spettacoli teatrali e musicali, percorsi enograstronomici e l'apertura di edifici solitamente non accessibili al pubblico occupano il cartellone della terza Giornata del Touring. Per i fan del Tci più giovani, gli under 12, sono previsti giochi e laboratori, oltre alla formazione delle scattanti P.G., le Piccole Guide che illustreranno agli adulti la storia e l'arte della propria città. In città i ragazzi della media Manzoni saranno le guide del Museo diocesano. A Milano, città da cui la grande avventura del Touring è cominciata, il programma è fitto e ha come tema di fondo «la scoperta di Milano capitale dell'Impero», con uno sguardo particolare al quartiere Ticinese, dal tempo dei romani ai giorni nostri. Una giornata, quella organizzata dal Tci, che vuol essere un pro memoria ai cittadini milanesi, spesso distratti dagli impegni del presente, al punto da dimenticarsi in quali antichissime radici affondi la storia della propria città. Dalle ore 9.30 fino alle 12 e dalle ore 14.30 fino alle 17, ad intervalli di 20 minuti, verranno formati gruppi di 30 persone: il punto di ritrovo e la partenza dei gruppi è previsto in piazza Sant'Eustorgio, da dove avrà inizio un itinerario pedonale attraverso il quartiere Ticinese. Tappe di questo tour sono l'Antiquarium Alda Levi e il Parco dell'anfiteatro romano, la Chiesa cristiano ortodossa di Santa Maria della Vittoria, le Colonne di San Lorenzo con l'adiacente Basilica, il Parco delle Basiliche e la Cappella Portinari. Ultima tappa al Museo diocesano, aperto tutta la giornata a ingresso ridotto per i partecipanti. A margine di questo itinerario guidato, è prevista una serie di eventi: al mattino, un concerto della banda dei carabinieri alle Colonne di San Lorenzo, nel pomeriggio una sfilata, lungo il corso di Porta Ticinese, della Besana Marching Band, che si fermerà successivamente in piazza Sant'Eustorgio per un concerto. Infine, chiusura in grande alla Basilica di S. Lorenzo: dopo il saluto delle autorità cittadine e del Tci, tra le mura della chiesa risuoneranno le note di Mozart, nel concerto eseguito dalla Civica Orchestra di Fiati. Per il pubblico milanese più goloso, invece, sono consigliate le trasferte a Varese, Sondrio e Desenzano, dove le varie iniziative culturali saranno contornate da esposizioni dei prodotti enogastronomici locali. Non solo. Sarà distribuito anche un questionario sulla fruizione dei beni artistici e ambientali con domande relative a aperture serali dei musei, segnaletica turistica percorsi dedicati ai bambini e molto altro. Le risposte saranno elaborate e trasmesse poi al Comune.