«Vincenzi non governa Genova» L’opposizione batte un colpo

Nel documento che hanno presentato, si parla di «inerzia». In pratica, si tratta del fatto che la giunta comunale di Genova, negli ultimi due mesi, non ha portato in consiglio nessun documento di reale valore per la città. Così, come si legge in una nota scritta, i membri dell' opposizione di Pdl, Lega Nord e Destra (non hanno aderito i mussiani) «hanno deciso di autoconvocarsi in assemblea per affrontare, in discussione aperta, le problematiche ormai non più rinviabili che interessano il nostro Comune».
«In pratica siamo noi a portare avanti i lavori del consiglio - spiega Matteo Campora, capogruppo del Pdl in consiglio comunale - con le nostre mozioni e le nostre interpellanze. La giunta non ha più presentato una delibera, dopo la votazione del bilancio e un documento sull'housing sociale». Eppure di cose in sospeso, in città, ce n'è l'imbarazzo della scelta. «Sarà proprio per questo che in giunta preferiscono non confrontarsi su questioni veramente importanti che potrebbero vederli anche divisi - osserva Alessio Piana, Lega Nord -, o in aperto contrasto con i cittadini. Mentre le elezioni si avvicinano, alcuni temi potrebbero risultare un po' scomodi». Ma ce n'è per tutti. Perché da parte sua il sindaco Vincenzi ha sottolineato come la situazione italiana sia diversa da quella di molti paesi europei.
Differenza che è emersa a Malaga, all'incontro con i sindaci dell'area Mediterranea. «Negli altri stati i comuni sono inseriti in un sistema, si sentono parte di un tutto - spiega al consiglio -. In Italia, il governo non tiene conto di queste realtà».
Nuovi mosaici per via XX
Il restyling dei mosaici di via XX settembre partirà appena finiti i saldi. Lo prevede palazzo Tursi, secondo un accordo con i commercianti della via.
Una operazione da 500mila euro, per il primo tratto su cui verrà eseguito l'intervento. Con un richiamo, però, ai genovesi: basta con le gomme da masticare gettate a terra. Solo lo scorso anno, la pulizia delle chewing-gum, solo per il tratto di via XX Settembre sotto i portici, è costato alla comunità 20mila euro.
«Entro fine 2011 - spiega Elisabetta Corda, assessore alla manutenzione del comune di Genova -, potremmo riconsegnare alla città tutti i mosaici della via. Per il secondo tratto abbiamo già deliberato di stanziare il milione di euro dei fondi delle colombiane».