Vini, cavalli e solidarietà verso il Garda

Pozzolengo ospita una cantina e un centro di equitazione nati per strappare i ragazzi alla droga. E per la notte c’è Valeggio sul Mincio

Davvero un motivo diverso per una gita fuori Milano, che va ben oltre la visita di una nuova cantina lombarda. Prima di tutto, il Borgo la Caccia, 030.9916044, borgolacaccia.it, non è solo vino, ma anche cavalli, per la precisione allevamento di cavalli da salto degli ostacoli sulla falsariga di quanto avviene alle spalle di Rimini nella comunità di San Patrignano. E come per Sanpa e per Andrea Muccioli, anche il titolare di una cantina che è anche una scuderia, Giovanni Bonomelli, è il promotore di un progetto per il recupero dei tossicodipendenti.
Bonomelli, classe 1956, ha creato a Pozzolengo in provincia di Brescia, zona Alto Mincio tra Brescia, Mantova e Verona, una serie di realtà che tutte assieme concorrono a ridare dignità a chi l’aveva persa attraverso attenzioni specifiche e il lavoro. Tutto ebbe inizio nel 1992 quando uno dei desideri dell’artefice di tutto questo era compiere il giro del mondo in barca a vela. Primo passo, la creazione di una cooperativa sociale, chiamata Lautari, per la lotta alla tossicodipendenza, alla quale ne sarebbero seguite altre due che attualmente vedono coinvolti circa trecento ragazzi, venticinque dei quali impegnati in cantina e nel disegno delle bottiglie.
Si tratta di una struttura costruita con materiali di recupero dagli stessi in cura. Giacomelli si considera un imprenditore al servizio della socialità e tutto quello che sta creando è visitabile. All’ingresso di Borgo la Caccia è scritto «sempre», da non intendersi però come 24 ore su 24, ma come un voler dire che non vi è nulla da nascondere o di cui vergognarsi. Ovvio che le visite sono di giorno, con la possibilità di degustare vini e di gustare buoni bocconi in accompagnamento anche se non c’è un vero e proprio ristorante. I vini di rilievo - siamo all’inizio del progetto - sono quattro da uno Chardonnay a un Pinot Nero, da un Carmerère a un Cabernet con prezzi in cantina tra i 9 e i 20 euro (tra i 6 e i 7 la linea base).
Pozzolengo è anche un’ottima base per scorribande golose tutt’attorno, sul Garda o verso la pianura. A Castiglione delle Stiviere ecco l’Osteria da Pietro, 0376. 673718, Bardolino invece accoglie le signore del Giardino delle Esperidi, 045.6210477, mentre Castelnuovo del Garda è il riferimento per il Nido delle Cicogne in frazione Sandrà, 045.7595198. Merita una visita anche Valeggio sul Mincio con i suoi borghi e i suoi gioielli storici. Pappa buona al Lepre, 0457.950011, e al Ponte, 0456.370074, mentre per la notte ecco Faccioli, 0456.370605, con le sue atmosfere romantiche.