Arte e gastronomia nell’albergo più romantico

Può succedere che un corso di cucina ti cambi la vita. È capitato a Kathy, che dopo l'esperienza ai fornelli con uno dei più grandi chef altoatesini, Stefan Pramstrahler, si è innamorata (dello chef), l'ha sposato, e insieme mandano avanti, con cura infinita, l'hotel più romantico di Fiè e dintorni: il Romantik Hotel Turm. Gioiellino, da generazioni, della famiglia Pramstrahler. Con tre torri, la più antica del 1200, un centro benessere votato alla montagna, un ristorante menzionato su tutte le guide gastronomiche. E camere e suite dove la tradizione va a braccetto con il design. Ha fatto tutto Stefan: il décor, la Spa con i bagni di fieno, i menu a base di carne, pesce e tradizione: «Per me ogni scelta deve avere un senso, racconta. Anche nelle suite più trasgressive, con un cubo di specchi come bagno, non manca mai un richiamo alla montagna». Ha fatto tutto Stefan, eccetto una cosa: la collezione di 2000 opere ereditata dal padre. Klee, De Chirico, Guttuso, perfino un Picasso. Tutti esposti nelle salette, lungo i corridoi, nel bar e nelle camere dell'hotel. Come se fosse la cosa più naturale del mondo. Info: Romantik Hotel Turm, Fiè allo Sciliar, tel. 0471.725014, www.hotelturm.it

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti