Celebrazioni La «sua» Roma lo ricorda a 200 anni dalla nascita

Nel bicentenario della nascita di Nikolaj Vasil’evic Gogol’ la Russia ha organizzato molte iniziative in tutto il Paese. Ma l’Italia, dove l’autore delle Anime morte trascorse il periodo più felice della sua vita, non è da meno. Per celebrare lo scrittore e drammaturgo, il ministero della Cultura della Federazione Russa e il ministero per i Beni e le Attività Culturali italiano presentano a Roma una rassegna di eventi, organizzata dalla Fondazione Internazionale Accademia Arco e Art interforum, con il patrocinio dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia, del Comune di Roma e dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, della Società Italiana Autori ed Editori, del Dipartimento dei Beni Culturali, Musica e Spettacolo dell’Università di Tor Vergata.
Giovedì prossimo, 1 ottobre, alle 11, l’Università degli Studi Tor Vergata (Facoltà di Lettere e Filosofia), ospita la conferenza «Che ne è stato del secondo volume delle Anime morte?», di Jurij Mann, curatore dell’opera omnia dello scrittore. Da giovedì a domenica 4 ottobre, alla Cineteca Nazionale, Sala Trevi, si svolge la rassegna cinematografica «Gogol’ nel cinema». Giovedì e venerdì, alle ore 20,45, al Teatro Valle, va in scena lo spettacolo Possidenti di antico stampo (dall’omonimo racconto). Quattro le mostre. Da giovedì al 29 novembre, al Pio Sodalizio del Piceni (Musei di San Salvatore in Lauro), «Gogol’ e Roma» dalle collezioni del Museo Nazionale della Storia di Mosca. Da giovedì al 29 novembre, al Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, «Gogol’ nelle illustrazioni di Sergej Alimov». Da giovedì al 29 ottobre, alla Biblioteca Museo Teatrale del Burcardo, «Gogol’ - il Teatro - l’Avanguardia russa», e «Nikolaj Gogol’ nelle fotografie di Sapiro (1840-1900)». Per informazioni: www.bicentenariogogol.it; tel. 0642012140.