Choc al rientro dal lavoro: casa trasformata nel set di un film porno

Rientra a casa in anticipo e si trova davanti a una scena surreale. "C'erano una ventina di persone, uomini e donne svestite"

Choc al rientro dal lavoro: casa trasformata nel set di un film porno

Tutto avrebbe immaginato tranne che, durante la sua assenza, la casa presa in affitto da qualche mese si trasformasse nel set di un film a luci rosse. Eppure, per quanto surreale appaia la circostanza, è andata proprio così. Spalancando la porta dell'abitazione, l'affituario si è ritrovato al cospetto di una scena a dir poco inverosimile: "C'erano almeno una ventina di persone, uomini e donne", ha raccontato il malcapitato ai poliziotti intervenuti sul luogo della segnalazione. Il caso, stando a quanto racconta la giornalista Michela Allegri su Il Messaggero, è ora al vaglio dei magistrati di piazzale Clodio. Qualora fosse depositata la denuncia, si potrebbe profilare il reato di violazione di domicilio per il proprietario dell'appartamento che, a quanto risulta, avrebbe aperto la porta di casa alla troupe cinematografica.

L'appartamento in affitto

L'episodio risale al 20 novembre scorso in zona Dragona, una borgata romana tra Ostia e Acilia. Attorno alle ore 15.55, i poliziotti del X distretto di Polizia Lido ricevono una richiesta di intervento in un appartamento di via Giuseppe Marra per una lite furibonda tra due uomini che rischiano di venire alle mani. Giunti sul posto, gli agenti chiedono spiegazioni in merito all'accaduto e l'affittuario dell'appartamento, 35 anni, racconta di essersi trovato sul set di un film hard allestito a sua insaputa nella casa presa in affito con un coetano. Precisa anche che il proprietario dell'abitazione aveva tenuto una chiave di riserva in caso di emergenza. Una circostanza singolare a cui, però, non aveva dato importanza fino a quando si è trovato la casa occupata da attori e operatori di ripresa.

La scena a "luci rosse"

"C'erano almeno una ventina di persone", ha raccontato il 35enne alle forze dell'Ordine. Quel pomeriggio era rientrato a casa da lavoro in anticipo rispetto al solito. Sicché, quando ha spalancato la porta di ingresso, si è imbattuto in una scena surreale: uomini e donne senza veli che amoreggiavano un po' ovunque, telecamere e microfoni piazzati in ogni angolo della casa. Sbigottito, il giovane ha chiesto l'intervento della polizia ma la troupe cinematografica si è dileguata prima che arrivassero gli agenti.

Il caso è finito sul tavolo del pm Francesco Basentini, titolare del fascicolo, ma manca la denuncia per poter procedere con gli accertamenti. Al momento, si profila l'ipotesi di violazione di domicilio per il proprietario dell'appartamento.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica