Il papa riceve in udienza un trans spagnolo

Bergoglio ammette a Roma un transessuale con la moglie. L'uomo aveva scritto al Pontefice raccontando di sentirsi discriminato dalla Chiesa

Il papa riceve in udienza un trans spagnolo

Francesco papa del dialogo. Aperto a tutti, pronto a tendere le braccia verso gli ultimi, gli esclusi. Papa Bergoglio stupisce ancora e riceve in udienza un transessuale spagnolo, Diego Neria Lejarraga, insieme alla moglie.

Ne ha dato la notizia la testata iberica Hoy, che racconta come sabato scorso il Sommo Pontefice abbia ricevuto in udienza privata un'ex donna spagnola di 48 anni. Neria, credente e praticante, avrebbe scritto in Vaticano lamentando di sentirsi esclusa dalla propria comunità parrocchiale di Plasencia, in Estremadura, dopo essersi sottosta all'operazione necessaria per il cambio di genere.

Il Santo Padre ha preso così a cuore il suo caso e a dicembre ha chiamato Neria al telefono per ben due volte. Sabato scorso, l'incontro a Roma in forma strettamente privata. Fonti vaticane interpellate sull'argomento hanno scelto di non commentare la vicenda, chiudendosi nel più stretto riserbo. Al Papa Neria avrebbe riferito di essere stata duramente attaccata da alcuni membri della sua parrocchia in Spagna e di essere stata criticata addirittura dal parrocco, che la avrebbe definita "figlia del diavolo".