La campagna d'agosto tra angurie e sangria. E "sfida" a distanza il 15

Bernardo e Sala in città anche a Ferragosto. Salvini ci ripensa, pronto a fare il capolista

La campagna d'agosto tra angurie e sangria. E "sfida" a distanza il 15

Marcare stretti gli avversari. A due mesi dal voto la politica non va in vacanza. Beppe Sala voleva trasferirsi nella seconda casa a Zoagli, in Liguria, dal 7 al 23 agosto ma ha già avvisato che «sarà sempre un avanti e indietro, non mi prendo una fermata precisa perchè ci tengo molto anche ad agosto in una campagna così breve». I suoi riferiscono che non staccherà come al solito ma parteciperà a diversi appuntamenti elettorali. E sarà ovviamente in città come sindaco per i tradizionali appuntamenti del ferragosto. Anche lo sfidante del centrodestra Luca Bernardo si concederà una pausa di qualche giorno in Puglia con la moglie e la figlia tra il 16 e il 20 ma sarà in campo a Milano anche a ferragosto. Una «sfida» in diretta con Sala. Visiterà una comunità mamma bambino, un centro anziani, il carcere minorile Beccaria («se mi daranno il permesso, ci sono stato in emergenza Covid e abbiamo fatto un bel lavoro con i ragazzi» spiega) e uno dei luoghi dove si distribuiscono pasti «non solo ai senzatetto ma a tanti nuovi poveri». Per tutto il mese ha in programma giri nei quartieri, dallo Stadera a Quarto Oggiaro, Giambellino, Lambrate, «di giorno ma anche la sera». E i partiti stanno organizzando iniziative a cui parteciperà il «front man». Il commissario cittadino della Lega Stefano Bolognini e tanti big in lista, da Gianmarco Senna a Massimiliano Bastoni, Samuele Piscina o Paolo Bassi saranno quasi tutto il mese a Milano, accompagneranno Bernardo in giri nei quartieri e nei mercati, incontri con i comitati, anguriate per gli anziani. Anche il leader Matteo Salvini ha in programma due o tre passaggi a Milano, e sembra quasi certo che abbia abbandonato l'idea di cercare un altro capolista, dovrebbe metterci la faccia come al solito. Anche il commissario cittadino di Fdi Stefano Maullu garantisce: «saremo aperti tutto agosto, stiamo chiudendo la lista e inizieremo subito con la raccolta firme, abbiamo ricevuto tante segnalazioni di problemi dalle persone e andremo a fare campagna porta a porta». Fdi girerà in maniera capillare le periferie ma «con un focus particolare su San Siro, Quarto Oggiaro e Corvetto».

Il capogruppo regionale di Forza Italia Gianluca Comazzi che si ricandida anche in Comune sta organizzando un pranzo all'aperto per gli anziani che restano in città, il consigliere Fi Alessandro De Chirico farà uno stop dal 9 al 18 agosto e per il resto del mese ha in agenda aperitivi in discoteca, birreria, tappe all'Idroscalo e il 26 un «sangria party». Il capogruppo Fabrizio De Pasquale anticipa che il partito organizzerà serata all'aperto con musica e aperitivo per gli anziani nel Municipio 5 e 6. Ma «anche i candidati in ferie in Liguria e Toscana faranno un po' di propaganda tra i turisti milanesi, non è escluso che compaiano anche manifesti». Il Pd ha pubblicato on line il programma di «Milano bella come il sole» con gli appuntamenti per chi non va via ad agosto. Iniziative di svago, come l'anguriata con gli inquilini delle case popolari di via Cogne, l'aperitivo in piazzale Segesta, la biciclettata nel Municipio 7, ma anche «di ascolto e vicinanza, per aiutare dal punto di vista pratico i cittadini» spiega la segretaria metropolitana Silvia Roggiani. Ad esempio: il punto di assistenza per l'attivazione dello Spid domani in via Astesani. L'assessore Pierfrancesco Maran, capolista Pd, organizza una tre giorni di eventi al Corvetto a fine mese. Anche la vicesindaco Anna Scavuzzo (numero 2 in lista) si è già presa «delle semivacanze», resterà a Milano per presidiare il territorio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti