Eicma, le moto rombano ma la sfida sarà elettrica

Via al Salone, "vetrina" mondiale del settore. Tutti i più grandi marchi e spazio alle e-Bike

Eicma, le moto rombano ma la sfida sarà elettrica

Quattro ruote muovono le persone, due muovono l'anima e quando si parla motociclette la passione prende il sopravvento. Tra mille rigagnoli. Perché il popolo delle due ruote non si accontenta di una moto qualunque, vuole quella dei suoi sogni e si divide in tribù affezionate. E così ci sono quelli che parlano solo giapponese, i biemvuisti, i guzzisti, i ducatisti e quelli che impazziscono per le moto inglesi. Un mondo a sé che da sempre si lustra gli occhi quando arrivano i giorni delle moto in Fiera.

Torna Eicma da domani fino a domenica: c'era una volta il salone del ciclo e motociclo, ma ormai il ciclo non c'è quasi più, sempre e più solo motociclo e spazio alle e-bike, le bici del futuro, quelle della rivoluzione, quelle che porteranno a pedalare anche chi non ci ha mai provato, non ci ha mai pensato e mai avrebbe creduto. È un'altra storia, ma va così. Va così e va fortissimo, perché, dati alla mano, il settore funziona. Eccome se funziona. Secondo gli ultimi dati Ancma nei primi sette mesi del 2021 ciclomotori, scooter e moto hanno segnato un aumento complessivo del 36,5% sull'anno precedente, pari a 211.760 mezzi targati. Il mercato dei veicoli elettrici ha chiuso il mese di luglio (ultimo dato disponibile) con 1.214 veicoli venduti, pari a una crescita del 57%. Per quanto riguarda il mercato bici, il 2020 (ultimo dato disponibile) è stato un anno record. Sono state infatti 2.010.000 (+17% sul 2019) il totale delle biciclette vendute, con le eBike che fanno segnare un robusto +44% e che in soli cinque anni hanno quintuplicato i dati di vendita, passando da poco più di 50mila pezzi annui ai 280mila del 2020.

Da oggi fino al 28 novembre, quindi, il presente e il futuro del settore si ritroverà a Fiera Rho nel più importante evento espositivo al mondo. Saranno cinque i padiglioni occupati all'interno del quartiere fieristico disegnato da Fuksas e più di 820 i marchi presenti. Come da tradizione si annunciano novità, ma il Salone sarà anche l'occasione per gare, spettacoli e per «testare» i nuovi prodotti nelle aree esterne della Fiera. Un'opportunità rivolta anche agli amanti delle eBike, che potranno provare gli ultimi prodotti dall'universo delle bici a pedalata assistita all'interno di un tracciato tecnico realizzato al padiglione 24.

Spazio, infine, anche alle start up e al futuro della mobilità su due ruote nell'area speciale a esse dedicata, che quest'anno accoglie 15 realtà innovative internazionali pronte a proporre idee, soluzioni e prototipi. Un appuntamento molto significativo che per gli appassionati sarà finalmente un'occasione per vedere dal vivo tutta l'offerta del settore senza l'intermediazione di un qualcosa di virtuale.

Per garantire la totale sicurezza i varchi di accesso pedonali e veicolari sono stati ridefiniti, ponendo particolare attenzione alla corretta gestione dei flussi di transito. Inoltre, è stato implementato l'utilizzo di tecnologie digitali al fine di automatizzare le procedure di ingresso. Una app di quartiere permetterà di accedere a una serie di servizi tra i quali il «fast track», la prenotazione dei parcheggi e della ristorazione. E, ovviamente, tutti con la mascherina.

Commenti