Milano

La Russa torna in Regione: "Stazioni sicure di notte"

De Corato cede le deleghe a Romano che promette: "Telecamere in case Aler e alcoltest il sabato"

La Russa torna in Regione: "Stazioni sicure di notte"

Mini rimpasto in Regione, come annunciato. Riccardo De Corato, candidato alla Camera nel collegio blindato di Rozzano, ha incontrato ieri alle 15 il governatore Attilio Fontana per formalizzare le dimissioni da assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale. Ha ringraziato «Fontana e l'intera Giunta per l'importante azione di governo svolta in questi anni difficili», il presidente ha ricambiato per il «per il proficuo impegno dimostrato e per gli importanti risultati ottenuti».

De Corato ha mandato un saluto anche a «tutte le polizie locali lombarde con cui ho lavorato gomito a gomito in questi anni - spiega -. Ora se verrò eletto a Roma mi ripropongo di dare una mano alla Lombardia e Milano da parlamentare. E sono certo che avrò a che fare ancora con Fontana per i prossimi 5 anni, non ho dubbi sulla vittoria del centrodestra nel 2023. D'altra parte, parlo da uno che ha fatto anche opposizione dura in consiglio comunale a Milano, al Pirellone il centrosinistra non si è praticamente sentito. Il centrodestra è radicato e il Pd è allo sbando, doveva fare l'alleanza con i 5 Stelle ma a questo punto è saltato tutto».

De Corato si è dimesso anche dal consiglio regionale ma tecnicamente dovrà aspettare l'approvazione dell'aula il 27 settembre, quindi fino ad allora tornerà a prendere il posto di Franco Lucente. Quando l'addio di De Corato sarà definitivo, il consigliere FdI (ora primo dei non eletti) riprenderà posto in Consiglio. All'incontro Fontana-De Corato ha partecipato già Romano La Russa (nella foto) che da oggi prenderà il posto di assessore alla Sicurezza, il governatore lo ha già nominato. Un ritorno in Regione, La Russa oltre che consigliere è stato già assessore prima all'Industria e poi alla Sicurezza dal 2008 al 2012, durante la giunta Formigoni. Fontana era presidente del Consiglio regionale, «fortunatamente è un vecchio amico, già da allora c'era un buon feeling e non avremo problemi a lavorare bene» assicura il neo assessore. Che conosce già bene la macchina, «anche il direttore generale e altri collaboratori c'erano già ai miei tempi».

Sarà subito operativo insomma. E tra le prime mosse pensa - in linea con il lavoro avviato da De Corato - di concretizzare in tempi molto brevi il progetto per rafforzare la sicurezza e la chiusura di notte delle stazioni ferroviarie regionali, «c'è un po' di resistenza da parte di alcuni sindaci perchè non tutti vogliono mettere a disposizione polizia locale per i controlli ma è necessario». A brevissimo firmerà un accordo con il prefetto e i Comuni della provincia di Varese. Poi, avanti tutta con «l'installazione di telecamere nei caseggiati Aler e bisogna ripristinare il responsabile dei condomini, magari coinvolgendo anche poliziotti e Cc in pensione». E intende «intensificare i posti di blocco sulle strade il sabato sera», per prevenire gli incidenti legati alla movida. Chissà se troverà ancora il tempo per seguire le partite di calcio del nipote Romano Jr, giovane promessa della Pro Sesto.

Commenti