Temptation Island, Ciavy a cuore aperto: "Non sono il mostro che credete"

Dopo la rottura a Temptation Island, in pochi avrebbero scommesso sul ritorno di fiamma tra Valeria Liberati e Ciavy. Eppure, è successo ed entrambi sono pronti per un nuovo inizio

Temptation Island, Ciavy a cuore aperto: "Non sono il mostro che credete"

Quella di Valeria Liberati e Andrea Mallokapis, alias Ciavy, non è certo stata una permanenza rose e fiori all’interno del villaggio di Temptation Island. I due hanno infatti fatto molto discutere cedendo alle tentazioni e facendo emergere le problematiche di quella che è sembrata essere una relazione "squilibrata".

Dopo l’ultimo falò di confronto, i due hanno deciso di uscire da single. Tuttavia, contro tutti i pronostici, Valeria e Ciavy hanno recentemente annunciato di essersi data una seconda possibilità. Una decisione importante, ma che li ha costretti a dover giustificare i motivi della loro riconciliazione.

Per Ciavy era la cosa giusta da fare, perché è solo quando ha rischiato di perdere per sempre la sua compagna che ha capito quanto in realtà la amasse. I suoi comportamenti più o meno discutibili? Per lui non c’è niente di più falso, tanto che non la teneva rinchiusa in casa né tantomeno voleva che lei le facesse da maggiordomo. A Temptation Island sarebbero usciti solo i suoi lati negativi. E questo in cuor suo Valeria lo sa, tanto che, dopo aver riconosciuto entrambi i propri errori, hanno deciso di riprovare a far funzionare la loro storia. Una volta per tutte.

Come descriveresti la vostra storia prima di entrare a Temptation Island?

"All’inizio della nostra storia siamo stati molto bene, un po' come è per tutti i fidanzatini che sentono le farfalle nello stomaco. Con il tempo però ho fatto qualche marachella e da lì si è persa un poco la fiducia reciproca".

Da dove nascono le difficoltà nel vostro rapporto?

"Direi dal nostro carattere che, purtroppo, ci ha portato ad avere molte discussioni. Capisco che guardando Temptation Island sembra che nel nostro rapporto Valeria sia stata una ‘succube’, ma vi assicuro che non è così. ‘Succcube’ per me è davvero una parolona. Certo, ammetto che in parte il nostro sia stato un rapporto morboso, di non fiducia, di molti litigi, durante il quale ne ho combinate di tanti tipi – scusate la franchezza - ma ci tengo a sottolineare che la nostra è stata una storia con anche molte cose belle".

Come pensi di esserti comportato all’interno del villaggio?

"Sicuramente all’interno del villaggio ho esagerato con le parole e con il mio comportamento. Per questo lei, giustamente, ha pensato che non me ne importasse niente, reagendo così di riflesso. D’altronde proprio il mio carattere spigliato e sempre sorridente ha contribuito a farle credere che me la stessi passando bene senza curarmi di lei. Ma non è così".

Però per molti ti sei comportato da non fidanzato, cosa ne pensi?

"All’interno del villaggio è vero che mi sono comportato da non fidanzato, ma il motivo è che pensavo mi venisse perdonato tutto. Non mi era mai infatti passato di mente che, comportandomi così, l’avrei potuta perdere per sempre. Quando l’ho capito, ho messo la testa a posto e una volta fuori ho fatto di tutto per riaverla tra le mie braccia".

Oggi, però, se qualcuna provasse a flirtare con te cosa faresti?

"Non farei più niente del genere perché ho una paura matta di perderla. Ho infatti compreso i miei errori e non ho intenzione di ripeterli".

Sai che per il pubblico da casa tu sei apparso come un "mostro"?

"Purtroppo ne sono consapevole e devo dire che mi sono un po' risentito per le parole troppo forte che Valeria ha detto nei miei confronti e che, in verità, non hanno niente a che fare con me. Credetemi, non sono quello che la teneva a casa rinchiusa, che ha bisogno di una donna che gli faccia da maggiordomo, non c’è niente di vero. Sì, ammetto di essere geloso e di avere un carattere forte, ma non così da rovinarle la vita. Diciamocelo chiaro, tutte le coppie hanno dei problemi, più o meno grandi che siano, ma non per questo i rispettivi partner sono dei 'mostri'".

Ricapitolando: l’aspetto più bello di Temptation Island?

"Sicuramente il fatto che ho riscoperto alcuni sentimenti che pensavo di non provare più da molto tempo. Ho capito infatti di averla sempre amata, anche se così non sembrava più neanche a me".

E quello più brutto?

"Beh, vedere il proprio partner dire o fare certe cose fa davvero male. Sono quelle cose non vorresti mai vedere e sentire, ma devo dire che tutto ciò a noi ha aiutato molto. Ci ha fatto aprire gli occhi, sia nel bene che nel male. Infatti, se prima vivevo il nostro rapporto con leggerezza, quasi alla giornata, ora invece ho capito come dovrebbe essere un vero rapporto di coppia. L’amore va coltivato e bisogna riconoscere che ci possano essere dei problemi ma avere anche la volontà di sistemarli insieme".

Come procede questo nuovo inizio?

"Non è stato per niente facile tornare insieme, anzi, mi sono dovuto fare in quattro per lei! Valeria giustamente voleva un po' di tempo, ma io ho insistito e l’ho convinta che non fingevo. Lei, infatti, pensava che per me fosse un modo per ‘uscirne bene’, ma poi si è ricreduta. Le ho dimostrato che ci tengo e che per me lei è importante. Tant’è che non la chiamavo ‘amore’ da tempo e solo ora ho ricominciato perché finalmente me lo sentivo nel cuore. Adesso ci stiamo vivendo il momento, senza pensare a qualcosa che potrebbe andar male. Abbiamo infatti trovato dei compromessi che ci aiutano a stare insieme senza crearci problemi. Il fatto è che, seppur l’immagine che abbiamo dato in televisione sia stata diversa, noi siamo sempre stati bene, ad eccezione di qualche gelosia e negazione ma tutte cose oggi superate".

Siamo sicuri che non sia tutta una finzione?

"Vi assicuro che non è così. Io ho capito cosa stavo perdendo e volevo riconquistarla a tutti i costi. Finzione? Assolutamente no. E prima o poi se ne renderanno conto anche gli altri".

E chi vi critica perché convinto che la vostra storia non ha le basi per poter funzionare?

"A me non interessa, ma a Valeria un pochino sì soprattutto i primi giorni dopo la fine del programma. Anche perché lei all’inizio era uscita come la ragazza che si era liberata del ‘mostro’. Lei però, in cuor suo, sa benissimo che non è così, che io non solo la persona che si è vista in televisione. E alla fine lo capiranno anche tutti gli altri che hanno seguito la nostra storia e, magari, passo dopo passo si ricrederanno. Il tempo aiuta sempre, no?".

Matrimonio e figli all’orizzonte?

"Per noi è un po' prematuro, soprattutto perché la nostra storia non è stata tutte rosa e fiori e solo da poco tempo abbiamo posto le basi per riprovarci. Devo dire poi che io sono contrario al matrimonio, perché penso che se due persone si vogliono bene non ci sia bisogno di sposarsi e magari lo si può fare più avanti senza fretta. Valeria, invece, lo sogna, ma anche lei non vuole affrettare le cose. I figli? Amo i bambini – infatti con Michelle ho un bellissimo rapporto – ma ad essere sincero in 35 anni non ho mai sentito il desiderio di averne perché ho ancora tante cose da realizzare e i figli, si sa, sono una responsabilità. Diciamo che per il momento abbiamo messo la coppia al primo posto, poi si vedrà".

Altri reality in vista?

"Perché no, tanto con Temptation Island il peggio è già passato!"

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti