La musica non si ferma: i concerti in streaming per battere l'emergenza

Dalla Calabria arriva una iniziativa senza scopo di lucro per promuovere i concerti virtuali nei giorni dell'emergenza sanitaria che ha investito l'Italia

In questi giorni di emergenza sanitaria per le misure di contenimento del contagio da coronavirus, i concerti dal vivo sono sospesi in tutta Italia. Non potendo entrare nei locali, un gruppo calabrese, la band stoner rock degli El Rojo, ha pensato di organizzare delle dirette streaming per portare la musica live nelle case di tutte e di tutti.

L'iniziativa si chiama "La musica non si ferma" ed è promossa dal gruppo con l'etichetta Karma Conspiracy Records, l'agenzia web TecnOfficina, il provider di servizi internet Airnet, l'associazione culturale Morano in Rock e il Comune di Morano Calabro.

"Il commercio, il turismo e la cultura – si legge sul sito dell'iniziativa – sono in ginocchio. In questo contesto ancora una volta a farne le spese più importanti sono le piccole realtà, a tutti i livelli". "Un settore come la musica – prosegue la nota – fatta dai piccoli artisti, già in profonda crisi a causa della poca vendibilità commerciale, adesso è in stallo. La musica live senza pubblico muore. Noi non ci stiamo e vogliamo restituire la musica alla gente, anche in questa situazione".

Gli El Rojo hanno deciso di sfruttare la tecnologia per abbattere le barriere e per creare una comunità che riunisca virtualmente gli appassionati. Giovedì 12 marzo 2020 alle ore 21:00 il gruppo terrà il loro primo concerto virtuale, a porte chiuse e in diretta streaming sui loro account social media. E sarà soltanto il primo di una serie, aperta anche ad altri artisti per organizzare un calendario unico.

La musica non si ferma: i live "contro la paura"

La lista è in continuo aggiornamento sul sito ufficiale di "La musica non si ferma" e tutti possono chiedere di partecipare: basta contattare la band e verranno fornite le indicazioni tecniche necessarie. I prossimi ad esibirsi in streaming sono i Maddox di Venezia (mercoledì 11 marzo alle 21:30), mentre il 20 marzo toccherà a Soul of Salem di Bari. Sabato 21 marzo suoneranno i IX The Hermit di Cosenza e domenica 22 i Sangue di Bari.

Possono aderire a questo progetto anche le persone che non suonano: chi conosce musicisti o gruppi nella propria zona può invitarli sull'account Facebook dell'iniziativa, condividendo i comunicati e guardando le dirette.

Nel loro ultimo appello, gli El Rojo sono stati chiari. "Amici, per favore, state a casa! – scrivono su Facebook – L'unico virus con cui abbiamo bisogno di entrare in contatto è quello buono della musica suonata col cuore. Per questo tanti giovani musicisti stanno aderendo a La musica non si ferma. Siamo oramai a un concerto al giorno e decine di richieste in coda. Vi siamo vicini e lo saremo durante tutto il tempo della quarantena: siamo una community fantastica e vogliamo darvi speranza e vicinanza".

Contro la paura Per Amore di una passione vera Tutti uniti, insieme, ovunque e da nessuna parte: trasmetteremo musica attraverso la RETE, visto che ci è vietato far risuonare le nostre note in pubblico. Lontani, ma più vicini di un metro di distanza. Siamo a disposizione di tutte le band che vogliano trasmettere i propri LIVE: sappiamo che siete tanti e stiamo ricevendo tantissimi messaggi. Tecnicamente Col nostro sito www.lamusicanonsiferma.it Col nostro network Siamo a vostra disposizione. Condividete questo messaggio, non lasciate che la marea si fermi nelle vostre mani. #lamusicanonsiferma #lamusicacontrolapaura #covid2019 #covid_19 #musicalive #musica #live

Un post condiviso da La Musica non si Ferma (@lamusicanonsiferma2020) in data:

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.