La Juventus cade 2-1 a Verona: l'Inter sogna l'aggancio in vetta

Le reti di Borini e Pazzini su rigore hanno rimontato il gol di CR7 e permesso al Verona di mandare ko la Juventus che ora rischia l'aggancio da parte dell'Inter

La Juventus cade 2-1 a Verona: l'Inter sogna l'aggancio in vetta

La Juventus di Maurizio Sarri cade inaspettatamente in casa del Verona di Ivan Juric che dopo aver fermato sul pareggio il Milan di Pioli e la Lazio di Inzaghi ottiene il suo risultato più importante della stagione con la vittoria per 2-1 in rimonta contro i campioni d'Italia in carica. Le reti di Borini e Pazzini su rigore hanno rimontato l'iniziale vantaggio bianconeri siglato dallo scatenato Cristiano Ronaldo in rete per la 20esima volta in campionato e per la decima partita consecutiva. La partita del Bentegodi è stata tirata ed equilibrata con un gol annullato al Verona sullo 0-0 per fuorigioco millimetrico, due legni colpiti da Douglas Costa e Cristiano Ronaldo e due casi da moviola con il rigore non assegnato ai bianconeri per il fallo di mano di Gunter e con quello assegnato al Verona per il fallo di mano di Bonucci. Con questo successo il Verona sale al sesto posto a quota 34 punti, mentre la Juventus resta ferma a 54 e rischia di essere agganciata in vetta dall'Inter in caso di vittoria nel derby contro il Milan.

La cronaca

Il Verona è come al solito aggressivo e crea il primo grattacapo a Szczesny al 10' con Faraoni che chiama al grande intervento il numero uno della Juventus. Rrhmani sfiora la rete un minuto più tardi e la reazione della Juventus è affidata a Douglas Costa che fa tutto da solo e spara in rete di sinistro cogliendo un clamoroso incrocio dei pali. Il Verona segna il gol del vantaggio al 21' con Kumbulla ma la rete viene annullata due minuti dopo dal Var per un fuorigioco millimetrico da pate del difensore gialloblù. CR7 coglie il palo al 36' e al 41' ci prova con un tiro a giro di destro che termina fuori alla sinistra di Silvestri. Al 43' ancora il portoghese svetta di testa ma la sfera termina fuori di pochissimo.

Nella ripresa la Juventus chiede il rigore per un fallo di mano di Gunter sul tiro di Higuain ma per l'arbitro Massa e il Var è tutto regolare. I bianconeri passano in vantaggio al 64' con Cristiano Ronaldo che scambia bene con Bentancur, elude l'intervento di Rrhamani e calcia ad incrociare per il gol del vantaggio. Al 76' Pjanic perde palla con Borini che intercetta la sfera e solo davanti a Szczesny non sbaglia. Il Verona preme e all'84' Kumbulla svetta di testa con Bonucci che la prende con il braccio: Massa non se ne accorge ma il Var lo richiama e concede il rigore, dal dischetto Pazzini non sbaglia.

Il tabellino

Verona: Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso (58' Verre), Lazovic (80' Dimarco); Zaccagni (70' Pazzini), Pessina; Borini.

Juventus: Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur (82' De Sciglio), Pjanic, Rabiot; Douglas Costa (72' Ramsey), Higuain (59' Dybala), Ronaldo

Reti: 64' Cristiano Ronaldo (J), 76' Borini (V), 86' Pazzini (V)

La classifica di Serie A: Juventus 54, Inter 51, Lazio 50, Atalatna 42, Roma 39, Verona 34, Bologna 33, Cagliari, Parma e Milan 32, Napoli 30, Torino 27, Sassuolo 26, Fiorentina 25, Udinese 24, Sampdoria 23, Lecce 19, Genoa 16, Brescia e Spal 15.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?