Il 25 aprile divide la Lega: i sindaci ai cortei, ma i ministri disertano

Nessuno dei ministri della Lega parteciperà alle celebrazioni per il 25 aprile. Ma governatori e sindaci saranno in piazza nel loro ruolo istituzionale

Se Matteo Salvini non scende in piazza col fazzoletto rosso, governatori e sindaci - nel ruolo istituzionale che rappresentano - non disertano le manifestazioni per la Liberazione.

Quella sul 25 aprile è una polemica aperta proprio dal ministro dell'Interno e leader della Lega che preferisce andare a Corleone (Palermo) a inaugurare un commissariato della polizia: "È giusto ricordare i drammi storici di settanta anni fa, però, la guerra di Liberazione oggi io, da ministro dell'Interno, non la faccio ricordando il fascismo e il comunismo", ha detto il vicepremier, "La faccio combattendo la mafia nel cuore della Sicilia che ha diritto di essere liberata dalla mafia. Fortunatamente siamo in democrazia fascismo comunismo e nazismo non torneranno più".

Come lui pure Gianmarco Centinaio, da sempre critico nei confronti di una ricorrenza, che, a suo giudizio, negli anni "si è tinta un po' troppo di rosso" e invece dovrebbe tornare a essere la "festa di tutti" e non un "derby tra fascisti e comunisti". Il ministro per le Politiche agricole ha rimarcato di voler passare la giornata "in famiglia". Così come faranno probabilmente anche i suoi colleghi della Lega: per nessuno di loro è prevista infatti la partecipazione alle celebrazioni. Al contrario dei ministri del Movimento 5 Stelle che invece hanno tenuto a sottolineare la loro presenza al fianco dei partigiani.

Ma per sindaci e governatori è più difficile restare a casa: la fascia tricolore o la rappresentanza della Regione impongono a tutti di partecipare alle celebrazioni per una festa nazionale. Così farà Luca Zaia, la cui presenza è prevista insieme a quella di Sergio Mattarella a Vittorio Veneto. E così farà Attilio Fontana, che dovrebbe partecipare alle celebrazioni a Varese. Così faranno molti sindaci (pur a volte tacciati di aver "ridotto" cortei e cerimonie).

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 19/04/2019 - 18:07

Gli americani dovrebbero festeggiare il 25 aprile.Loro ci hanno liberato.

venco

Ven, 19/04/2019 - 18:22

La festa del 25 aprile è monopolizzata dall'ampi che adesso vogliono l'Italia invasa dai clandestini.

lorenzovan

Ven, 19/04/2019 - 18:23

i ministri ??? e ditela corretta almeno una volta..i ministri patani..quelli che gia' odiano il tricolore..non parliamo poi della liberazione...loro stavano cosi' bene con la repubblica di Salo'...niente sud..niente Roma...solo gli amici tetesconi.....e l'uomo forte che li guidava con mascella al vento...lolololo

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 19/04/2019 - 20:10

Bene, è una buffonata di nostalgici comunisti

stefi84

Sab, 20/04/2019 - 00:19

Dovrebbe essere una festa , ma purtroppo rischia di diventare sempre più un motivo di divisione.

lolafalana

Sab, 20/04/2019 - 08:27

E' così una festa di tutti che il Presidente della Repubblica a Vittorio Veneto (amministrazione PD uscente) terrà il discorso celebrativo non in Piazza del Popolo DAVANTI A TUTTI I CITTADINI come da sempre è avvenuto ma al chiuso di un teatro per la esclusiva fruizione di politici, sindaci, militari e papaveri simili alla faccia dei cittadini tutti esclusi: ecco, questo sarebbe il presidente che si vuole acclamato dai cittadini e che si definisce il Garante degli Italiani e della Costituzione ma invece è il Garante dell'Europa e dei suoi truffaldini Trattati ma che ha paura evidentemente delle contestazioni.

QuebecAlfa

Sab, 20/04/2019 - 10:33

IL 25 aprile si festeggia GUGLIELMO MARCONI. Si festeggia la scienza. Se oggi potete usare il WiFi e innumerevoli altre applicazioni, lo dovete a MARCONI. Altre ricorrenze politiche sono del tutto irrilevanti al contronto.