La crisi adesso colpisce le giovani mamme

Nasce sul web, Mammarisparmio, una piazza virtuale di incontro tra mamme, per scambiarsi consigli, sconti, promozioni, coupon, e organizzare gruppi d'acquisto

La crisi minaccia il lavoro dei giovani? Il tasso di disoccupazione balza al 12,8%? I senza lavoro tra i 15-24enni sono il 41,9% (massimo storico da 36 anni)? L'emorragia non accenna ad arrestarsi? Nessun problema: basta ingegnarsi. Basta tirare fuori creatività, genio e non scoraggiarsi.
Come ha dimostrato una giovane giornalista professionista milanese, rimasta senza lavoro a causa della gravidanza. Dopo vari tentativi, tante porte in faccia e nessun riscontro da giornali e riviste, tv e radio, Ilaria Cuzzolin, 34 anni, un passato a Bloomberg Finanza&Mercati, ex telegiornalista sportiva di 7Gold, ex direttrice di una rivista di salute, dopo aver messo al mondo la sua Flor (che ha quasi un anno) non ha più trovato opportunità di lavoro. "Farei la giornalista - spiega Ilaria - ma tra la gravidanza e la bimba, è da quasi tre anni che sono ferma". Colpa della crisi, infatti, molte case editrici per le quali ha lavorato hanno chiuso o sono in cassa integrazione. "Dal canto mio, sono stata una di quelle che ha lasciato il tempo indeterminato per fare il salto, ma è andata male. O bene, a seconda dei punti di vista. Dopo aver mollato il lavoro, infatti, ho deciso di prendermi una pausa e fare il giro dell'America Latina, zaino in spalla, dove ho conosciuto quello che poi sarebbe diventato mio marito. E ora eccomi qui, a raccontare i segreti per sbarcare il lunario".

Da poco ha aperto una pagina Facebook (https://www.facebook.com/Mammarisparmio?ref=hl) e in questi giorni sta mettendo a punto gli ultimi dettagli del sito www.mammarisparmio.it . Tramite "Mammarisparmio - Risparmiare è il mio mestiere", Ilaria ha aperto una community virtuale di mamme con le quali condividere sensazioni e piccoli problemi quotidiani, con le quali interegire, consigliarsi, confrontarsi, o anche semplicemente sfogarsi. "Mamme uniamoci per combattere insieme la crisi - scrive Ilaria sul profilo Mammarisparmio, riconoscibile dal maialino salvadanaio rosa -. Scambiamoci consigli, sconti, promozioni, coupon, organizziamoci in gruppi d'acquisto. Tutto quello che può aiutarci a tirare a fine mese".
Dopo essere rientrata dal viaggio, Ilaria ha iniziato ad arrangiarsi, ma senza grandi successi. Di necessità virtù, ha escogitato piccoli stratagemmi, cercando gli sconti migliori su Groupon, per poter andare a cena fuori, comprare prodotti di qualità o concedersi una piccola vacanza. L'essere diventata mamma ha affinato anche una sorprendente capacità creativa, con un unico scopo di fondo: risparmiare. Semplici idee quotidiane per non far mancare nulla alla propria famiglia attraverso astuzie e strategie alla portata di tutti.

Da queste consuetudini giornaliere ne è nata una opportunità professionale, utile a tutte le mamme che vivono le stesse peripezie di Ilaria, alle prese non solo con pappette e pannolini, ma anche con la vita quotidiana appesantita dallo spettro della disoccupazione.
Un servizio fotografico al pancione che cresce, un giocattolino per il piccolo, un cofanetto pieno di buoni sconto. Costo finale? Zero. Il progetto Mammarisparmio nasce dall'idea di una mamma come tante che lotta ogni giorno per combattere contro la crisi e che ha pensato di mettere sul web, al servizio di tutti, i trucchetti escogitati nel periodo della gravidanza (e anche dopo) per non farsi mancare nulla, spendendo poco.
"Quando sono rimasta incinta - racconta Ilaria Mammarisparmio - né io, né mio marito, avevamo un lavoro per cui la paura per il nostro futuro era tanta. Lui, colombiano, ha lasciato il suo lavoro per raggiungermi in Italia, e ha dovuto ricominciare tutto da capo. Così per un po' abbiamo vissuto di risparmi e da qui è nata la passione per coupon, autoproduzione, riciclo e quant'altro. Di questo e molto altro parliamo con le altre mamme su Mammarisparmio".
Una recente ricerca ha evidenziato che le mamme italiane sono le più vecchie d'Europa; una su tre ha il primo figlio dopo i 35 anni. Tutta colpa del caro-vita? Certo non può essere l'unica spiegazione, ma senza dubbio l'incertezza economica e la precarietà lavorativa incidono non poco sulla scelta di metter su famiglia. "Una cosa però la voglio dire: avere un bambino non è così spaventoso come ci vogliono far credere - dice Mammarisparmio -. I figli costano ma cerchiamo di non drammatizzare. Soprattutto i primi anni, servono molti meno soldi di quello che ci vogliono far credere. Basta farsi furbi. Il business che ruota intorno al mondo del maternage e dei bambini è enorme, ma con il calo dei consumi le aziende hanno bisogno di attirare e fidelizzare i propri clienti. Ed è su questo fianco che noi andiamo a colpire".

Ilaria Mammarisparmio è già a lavoro da giorni, e sta iniziando a dispensare i primi consigli alle moderne mamme on line. "Il segreto sta nel fare scorta di prodotti quando ci sono le promozioni - spiega -: i pannolini non scadono, e gli omogeneizzati non si fa in tempo a comperarli che son già finiti. E poi alcune cose si usano così poco che non si consumano mai. Il box, per esempio, l'ho pagato 15 euro appena, ed è praticamente nuovo, la carrozzina serve solo per una manciata di mesi, i giocattoli nuovi costano uno sproposito. Ma su internet si trovano un sacco di ottime offerte".
Per chi vuole comprare solo il nuovo, ci sono sempre i gruppi d'acquisto, di cui Mammarisparmio si fa promotrice. "Di recente ho comprato un marsupio portabebè pagandolo meno della metà, (prezzo originale 120 euro) e ho fatto scorta di creme delle migliori marche con il 45% di sconto. Ovviamente anche il servizio fotografico quando ero in gravidanza, da brava Mammarisparmio, riuscii a farmelo fare gratis".