Affisse cartelli anti-nomadi, sindaco convocato in prefettura

Il prefetto di Vicenza convoca il sindaco di Albettone Joe Formaggio che ha installato dei cartelli anti-nomadi. L'accusa: istigazione all'odio razziale

Ricordate la storia del sindaco veneto che aveva fatto installare i cartelli di "divieto di sosta ai nomadi"? Ora Joe Formaggio, il primo cittadino di Albettone, nel Vicentino, responsabile dell'iniziativa e firmatario dell'ordinanza, è stato convocato d'urgenza in prefettura e i cartelli rimossi.

Ne dà notizia Il Gazzettino, che racconta come Formaggio, che ieri si era visto arrivare i carabinieri per rimuovere i cartelli, oggi è stato convocato dal prefetto del capoluogo berico per un vertice d'urgenza. Alla fine della sessione, scrive il quotidiano veneto, "l'ordinanza è stata sospesa e dovrà essere riscritta."

La Procura ha aperto anche un fascicolo per l'ipotesi di discriminazione razziale, senza però che il sindaco, per il momento risulti indagato.

"È stato un incontro costruttivo - ha detto al termine dell'incontro il sindaco di Albettone - Ho parlato con il Prefetto ed il Questore, i quali, separatamente, si sono poi confrontati con il Procuratore. Ora con i funzionari del Comune lavoreremo d'intesa con la Prefettura per costruire un nuovo provvedimento che risponda ai criteri di sicurezza chiesti da Albettone, senza violare alcunché."

Formaggio aveva vietato con un'ordinanza la sosta ai nomadi su tutto il territorio del comune "anche per motivi igienico-sanitari".

Commenti

Pisslam

Ven, 10/04/2015 - 19:53

Bastava scrivere: "sosta vietata alle risorse"

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Ven, 10/04/2015 - 20:23

MA I CITTADINI NON CONTANO NIENTE ? CHE METTANO DELLE FIRME, QUANDO L'80% NON VOGLIONI GLI ZINGARI VEDREMO COME SARà LA FACCENDA, LE AUTORITà VOGLIONINO GLI ZINGARI? ALLORA RIFIUTARE DI PAGARE LE TASSE E SCIOPERARE.

elio2

Ven, 10/04/2015 - 20:34

E' arrivato l'ordine del Comintern e il magistrato rosso di turno è intervenuto pronto ad aprire un'inchiesta. Quelle sono le loro priorità e poi si lamentano se vengono denigrati e offesi dalla gente.

insubres

Ven, 10/04/2015 - 21:17

Accusa di istigazione all'odio razziale. Cartelli con la scritta - divieto di sosta ai nomadi - se ne vedono tanti anche in Lombardia, in particolar modo si vedono all'ingresso dei paesi agricoli. Ne ho presente uno dove da anni governano i rossi, cominciassero a guardare in casa loro.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Ven, 10/04/2015 - 21:23

il governo vi distrugge con fatti non con parole come fate voi mia idea personale.

killkoms

Ven, 10/04/2015 - 21:24

se li portino in procura..!

magnum357

Ven, 10/04/2015 - 21:52

Prefetto pirla: il cartello indica il divieto di fermarsi a qualsiasi persona per evitare fenomeni di ingombro stanziale di suolo pubblico !!!!

jeanlage

Ven, 10/04/2015 - 22:16

Poi il sig. Colombo si chiede perché gli Italiani disprezzano i magistrati!

VittorioMar

Ven, 10/04/2015 - 22:17

Questo Sindaco ha necessità di Sindaci che abbiano coraggio e attuino uguale ordinanza.Come diceva qualcuno è la somma che fa il totale!Ai vostri cittadini dimostrate che sapete amministrare e che amate la bellezza e il decoro delle vostre città!!Sarete rivotati!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 10/04/2015 - 23:04

a sì? E la multa che abbiamo preso a Levanto perchè uno stesso cartello ma posto alla fine della strada e non da dove arrivavi e potevi notarlo, che vietava ai camper la sosta? Avremmo potuto appellarci per razzismo? Il motivo che sporcavamo. Pensare che i camper hanno la pattumiera interna, sono invece le auto che gettano le cose dal finestrino che sporcano.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 10/04/2015 - 23:09

non si riferisce una razza, ignorante di Prefetto, ma più imbecilli sono quei sinistroidi dove è partita veramente la denuncia."Nomadi" sono gente viaggiante, anche semplici persone per bene, con un camper o un caravan. Se avesse scritto "ai rom" oteva aver ragione. Ma poi chi sono quelli che sono contenti dei rom? I soliti disfattisti!

dare 54

Sab, 11/04/2015 - 00:06

nomadi ... zingari ... discriminazione razziale ... ma di quale razza stiamo parlando? C'è una definizione legale e linguistica univoca che ci faccia capire quale razza è discriminata? Fateci capire! E allora, se il Sindaco avesse emesso ordinanza che vieta la permanenza a "personaggi senza fissa dimora già noti all'A.G. o alle Forze dell'Ordine per attività contro la proprietà o il patrimonio" oppure a "persone prive di residenza stabile e impossibilitate a dimostrare le fonti del proprio reddito ed il pagamento delle relative tasse" il suo divieto sarebbe stato legittimo? O siamo razzisti anche quando non vogliamo i ladri, i borseggiatori e gli evasori? Che in fondo, è quello che non vogliamo a casa nostra!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 11/04/2015 - 00:48

L'interferenza dei magistrati nella gestione del territorio da parte del sindaco è un abuso di potere che andrebbe condannato. IL SINDACO DOVREBBE DENUNCIARE CHI INTERFERISCE NELLE SUE LEGITTIME MANSIONI DI PRIMO CITTADINO.

Dako

Sab, 11/04/2015 - 08:06

@franco_DE 20:23.. Sehr geehrter Herr Franco, Lei si deve rassegnare come tanti altri che in italia (politicamente) non si risolverà/cambierà nulla dico nulla se non in peggio. Basterebbe che applicassimo da subito il 50 x 100 delle leggi Australiane o Canadesi che già saremo a buon punto, ma rischieremo sicuramente di essere sanzionati da questa schifosa EU per discriminazione, mentre le due nazioni citate sono riconosciute (democratiche)nonostante leggi molto più severe. Conclusione noi (Italia) facciamo semplicemente SCHIFO!!

maurizio50

Sab, 11/04/2015 - 08:50

I criminali sono quelli che oggi governano, non i sindaci che difendono i loro cittadini dalle incursioni di zingari, ladri e delinquenti, chiamati sul territorio dalla stupidità di governanti dissennati che affondano giorno dopo giorno questo Paese!Sindaco Formaggio, gli onesti stanno con Te, non con le Autorità che favoriscono il proliferare della delinquenza!!!!!!!!!!!!

piedilucy

Sab, 11/04/2015 - 09:49

e poi i giudici piangono se uno intelligente li fa fuori....

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Sab, 11/04/2015 - 10:12

Queste del Prefetto, unitamente con l’avallo della Magistratura, sono evidenti 'irruzioni a gamba tesa' per stroncare sul nascere qualsiasi iniziativa che puzzi anche lontanamente di presunta discriminazione. Se si facesse così anche coi criminali, usando la stessa recisione, come si dice? Staremmo 'a cavallo'. Evidentemente dal Ministero dell'Interno è arrivata una circolare a tutti i Prefetti affinché si stronchi sul nascere qualsiasi iniziativa del genere. Anche a costo di andare contro la legalità: quanto meno quella del Codice della Strada, come si evince da questa faccenda. Si ha l’impressione che quella dei Rom stia diventando un’altra casta intoccabile cara alla Sinistra. E si ha sentore che il ministro Alfano sia sotto scacco della stessa Sinistra che gli impone - pena la sfiducia del Parlamento - di comportarsi come essa vuole.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 11/04/2015 - 10:36

Quando un sindaco si inventa una ZTL, impedendo a me di accedere a certe zone della città, ma consentendolo ad altri, tra cui se stesso e gli amici suoi (è così, è così), non fa un atto discriminatorio? Manca l'aggettivo razziale, ma la sostanza è anche peggiore del divieto di sosta ai nomadi. Sekhmet.

piertrim

Sab, 11/04/2015 - 11:52

Noi in ogni città paghiamo per sostare e riceviamo anche delle belle multe se non siamo in regola. Come mai i nomadi, che nulla pagano, vengono difesi proprio da coloro che dovrebbero tutelare i cittadini ligi alla legge e che li mantengono.

risorgimento2015

Sab, 11/04/2015 - 12:53

ITALIANI VERI e ORA che ci coordiniamo, e passiamo alle azioni forti per difenderci!"FORZA E ONORE" guardate su GOOGLE in FRANCIA l'organizzazione"GERNERATION IDENTIERRE"

Ritratto di alex333al

alex333al

Sab, 11/04/2015 - 15:16

MA PENSATE ALLE COSE SERIE, IL PAESE LO STANNO DISTRUGGENDO UOMINI INCAPACI DI GESTIRE LA COSA PUBBLICA, E PENSATE AI CARTELLI CHE IL SINDACO HA INSTALLATO NEL COMUNE. QUELLO CHE STA FACENDO IL SINDACO E' LA VOLONTA' DEGLI ITALIANI, E SE IL POPOLO E' SOVRANO NELLE SCELTE IL SINDACO E' LEGITTIMATO PER LA COSTITUZIONE.

routier

Dom, 22/11/2015 - 19:45

Un Sindaco è tale perché ha preso la maggioranza dei voti dei cittadini. Il prefetto quanti voti ha preso? Se questa è democrazia io sono Babbo Natale.