Ancona, il minore dello spray urticante è in stato di fermo per droga

Il figlio del gestore: "Lo spray usato dopo il furto di una catenina". I pm ipotizzano il reato di omicidio preterintenzionale

Ora inizia a essere tutto più chiaro. Gli inquirenti stanno mettendo insieme i pezzi di un puzzle complicatissimo. Passo dopo passo hanno stretto il cerchio intorno al ragazzo che ha spruzzato lo spray urticante nella discoteca "Lanterna Azzurra" scatenando il panico che è poi degenerato in una strage senza precedenti. Quel giovane, un 17enne, è ora nelle mani delle forze dell'ordine: dopo essere stato individuato e identificato il ragazzino, che è residente nella provincia di Ancona, è stato fermato per reati di droga. Adesso, però, rischia l'incriminazione per omicidio preterintenzionale.

Proseguono serrate le indagini sulla strage nella discoteca di Corinaldo che ha fatto sei vittime e decine di feriti di cui sette versano in gravi condizioni. Secondo le prime testimonianze raccolte, qualcuno avrebbe spruzzato dello spray urticante, facendo esplodere il panico. Nella calca sono morti cinque adolescenti e una mamma di 39 anni che erano andati nel locale per assistere al concerto del trapper Sfera Ebbasta. Subito dopo la tragedia diversi testimoni hanno riferito agli inquirenti di "una persona incappucciata" che avrebbe spruzzato una sostanza urticante che ha reso l'aria del locale "irrespirabile". Un gesto folle che, secondo la ricostruzione fatta dal figlio del gestore, sarebbe servito a coprire il "furto di una catenina". È stato identificato grazie a un video che lo immortalava in mezzo alla folla. Secondo alcuni si muoveva tra le altre persone nascosto da un cappuccio, secondo altri indossava un cappello e una maschera.

Sull'identificazione del minore che ha spruzzato lo spray urticante con la bomboletta, che oggi è stata ritrovata nella discoteca "Lanterna azzurra", c'è però ancora molta cautela da parte degli investigatori. A lui sarebbero arrivati grazie a un soprannome con cui era conosciutissimo tra i ragazzi presenti nella discoteca. Dopo aver subito una perquisizione, il giovane sarebbe infatti in stato di fermo per reati di droga e non per quanto successo all'interno del locale di Corinaldo. A quanto apprende l'agenzia Adnkronos sarebbe stato trovato in un residence sulla costa, non lontano da Senigallia, con addosso eroina, cocaina e contanti. Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa, poi, il suo nome, che resta coperto dal segreto istruttorio, non sarebbe stato ancora inserito nel registro degli indagati.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 09/12/2018 - 21:45

Da quando gli ARGUTI sinistri come Pannella e Bonino and company, hanno DEPENALIZATO la tenenza di droga sottoforma di MODICA QUANTITA, per uso personale. Il paese nel quale sono felice di non vivere piu, e andato laconicamente degradando, coi risultati che abbiamo ogni giorno sotto gli occhi!!! Ma tutti sono "CONTENTI" e sopportano questo CASTIGO (chiesa compresa) come se fosse una normalita!!! Buenas noches.

Una-mattina-mi-...

Dom, 09/12/2018 - 21:50

SON RAGAZZATE, TUTTA ROBA DA BABY GANG, INSOMMA PERCEZIONE!

Tranvato

Dom, 09/12/2018 - 22:02

Non vorrei venisse fuori che il minore non è italiano! Un ragazzino non può essere l'unico responsabile di questa tragedia; se chi ha governato politicamente, culturalmente e moralmente l' Italia verso questo scempio avesse un momento di lucidità e, come Giuda Iscariota sopraffatto dal rimorso si andasse a suicidare, avrebbe tutta la mia approvazione.

Reip

Dom, 09/12/2018 - 22:10

Rompergli le gambe e le ginocchia a suon di manganellate, sarebbe il minimo! Sicuramente il povero demente continuera’ la sua inutile vita di balordo fallito... ZOPPICANDO PERO’!

killkoms

Dom, 09/12/2018 - 22:30

gli effetti della liberazione stupefacente!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 10/12/2018 - 06:44

@hernando45 21:45...Purtroppo la parola"discriminazione",ufficializzata dalla "costituzione più bella del mondo",sventolata da oltre 70 anni,nei "salotti" catto-comunisti,nelle piazze,nella scuola,nelle "istituzioni",sulla stampa,in TV,in ogni dove,ha consentito che la "spazzatura",diventasse un fatto quasi "culturale",di cui non potersi più sbarazzare,perchè "discriminante"rispetto al "pulito"!....Ed il 55-60% degli "italiani" tuttora,approva questa visione!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 10/12/2018 - 07:42

Una persona che nello spazio compreso tra le orecchie abbia qualcosa di vagamente somigliante ad un cervello concluderebbe che se questo tipo é stato arrestato evidentemente le quantità di droga che gli hanno trovato addosso erano tutt'altro che modiche ...

titina

Lun, 10/12/2018 - 08:42

xReip. Ho pensato qualcosa del genere: vorrei che fosse rimasto con le gambe rotte nella calca.

SpellStone

Lun, 10/12/2018 - 08:44

nazionalita?

dredd

Lun, 10/12/2018 - 09:33

E qualcuno ha avuto il coraggio di dire che è stata una ragazzata.

rudyger

Lun, 10/12/2018 - 09:54

Sig. Rame, lei parla di giovane di 17 anni e poi di "ragazzino" . Le auguro di trovarsi di sera, isolato, a confronto di questo "ragazzino" e poi ci rivediamo. Siete voi giornalisti che state creando questi mostri con il vostro buonismo. In America, paese tanto vituperato, a 4 anni li mettono in galera. a 17 anni li mettono in galera e l'anno dopo alla pena capitale. Forse mi sbaglio ma è quanto pubblicate voi giornalisti. Comunque non esiste una legge che definisce: bimbo, bambino, giovane, ragazzo, giovanotto, signorina, uomo, vecchio. Quindi quando scrivete siate realisti perchè le nostre leggi per l'uomo fanno riferimento soltanto ai loro diritti. Vi basta che questo "ragazzino" a 16 anni può sposarsi ?

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 10/12/2018 - 10:11

Egregio giornalista Rame, l'uso del termine "ragazzino dovrebbe essere ben ponderato. Lo spruzzatore è un quasi maggiorenne, mentre "ragazzini" sono i bimbi di 8/9 anni, altrimenti si arriva, come una sua collega, a definire "ragazzino" il ventiseienne rapinatore e tagliatore di orecchie.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 10/12/2018 - 10:12

Un tempo si diceva: chi è causa di scandalo è meglio che si metta una macina al collo e si faccia affogare. Parole bibliche.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 10/12/2018 - 10:20

@hernando4521.45: ormai il popolo sinistrato del Bel Paese è talmente "fatto" che se non si fa la cura Tafazzi 4 volte al giorno non si sente contento. OSSEQUI E SI GODA CON SERENITÀ LA MERITATA PENSIONE.

MarcoTor

Lun, 10/12/2018 - 10:37

Quindi in pratica.. se davvero fosse stato questo qui (le indagini sono in corso, doveroso attendere prima di dire) a neanche 18 anni ne avrebbe già ben sei sulla coscienza. E come minimo invece spaccia. 10 e lode...

Tip74Tap

Lun, 10/12/2018 - 10:47

Si vedono ragazzini in giro che solo a vederli vien da chiedersi in che bidone della differenziata dovrebbero andare e ci si chiede come facciano a potersi ridurre così.... poi vedi i genitori e capisci tutto.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Lun, 10/12/2018 - 11:11

E' un balordo: figlio della sottocultura sinistrata imperante che ha già intossicato almeno un paio di generazioni. La "cultura" del "tutto è lecito", in nome della "libertà"? Libertarismo: distruttivo e auto-distruttivo, persino messo in musica. - Un balordo, figlio di questa sub-cultura "sinistro-nichilista". ((Forse sarà un caso, ma da queste parti (15 Km), Halloween ad esempio, è diventata una cosa davvero grande, quasi un'"Istituzione")) Seminando oggi, seminando domani... qualcosa prima o poi si raccoglie. Da gridarlo dai tetti: VERGOGNA!

odisseus

Lun, 10/12/2018 - 11:17

Chiedo scusa, ma cosa ci fa un minore da solo in un residence? La gestione, nella registrazione degli ospiti, come giustifica?

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 10/12/2018 - 11:30

--hernando45--se un tizio vuole usare la droga---che rischi penalmente o possa farlo liberamente non gli cambia la cosa di una virgola--la usa e basta---quello che può cambiare le cose è il costo della stessa--il tizio deve rubare e quindi diventa pericoloso socialmente --allo scopo di andare ad arricchire a dismisura i delinquenti spacciatori---in un paese evoluto invece--un tizio che dipendesse dalla droga --andrebbe in farmacia come andrebbe dal macellaio---con prezzi accessibili pure alle proprie tasche--col doppio risultato di neutralizzare la sua pericolosità sociale--e togliere business allo spacciatore--

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 10/12/2018 - 13:17

Non si capisce se questi giovani sono degni dei loro genitori o se i genitori siano degni dei loro figli. Chissà, forse con la mutazione delle coppie gender l'Umanità si salverà con un dubbio universale espresso da un emerito scienziato: scomparirà la piaga biblica della stupidità umana alias del genere Homo Sapiens?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 10/12/2018 - 22:14

Se l'alcool fa male per intuizione dobbiamo estirpare tutte le viti ... e innestare nel cervello di ognuno un tulipano. Se le droghe fanno male per intuizione qualcuno te le regala in modica quantità ... mi sembra che l'equazione non quagli.