Anna Frank, ecco la (vera) telefonata di Claudio Lotito

Il retroscena sulla chiamata incriminata di Claudio Lotito prima dell'arrivo di fronte alla sinagoga per scusarsi per le foto di Anna Frank con la maglia della Roma

Un altro retroscena su Claudio Lotito. Dopo la polemica sull'adesivo raffigurante Anna Frank con la maglia giallorossa della Roma, il presidente della Lazio si era recato in sinagoga nella Capitale per portare i suoi omaggi alla comunità ebraica e condannare il gesto. Il Messaggero, però, ha pubblicato la registrazione di unatelefonata dall'aeroporto in cui il patron biancoceleste avrebbe detto: "Andiamo a fa 'sta pagliacciata".

Secondo il Tempo, però, la ricostruzione sarebbe sbagliata. O almeno estrapolata dal contesto. Lotito in quel momento era al telefono con Vittorio Pavoncello, presidente del Maccabi Roma ed esponente del mondo sportivo ebraico. Il presidente della Lazio voleva fare in modo di poter portare la corona di fiori alla presenza di qualcuno della sinagoga, proprio per segnare la distanza con gli insulti antisemiti della curva laziale.

Nel giro di telefonate, come riporta il Tempo, Lotito avrebbe sentito anche Arturo Diaconale e Stefano De Martino responsabili dell' ufficio stampa biancoceleste. Lotito avrebbe voluto incontrare la comunità ebraica, senza però riuscire a organizzare un contatto. Non solo. A fianco di Lotito viaggiava in aereo anche il deputato del Pd Dario Ginefra, che se in un primo momento ha negato di aver sentito la telefonata, una volta uscito l'audio del Messaggero ha fatto un piccolo passo indietro.

A consigliare a Lotito di portare una corona di fiori in segno di rispetto sarebbe stato proprio Pavoncello. Decisi per i fiori, i vertici della Lazio avrebbero provato a contattare i vertici della comunità per fare in modo che ci fosse qualche esponente a presenziare. Ma alla fine non è stato possibile. Dopo un frenetico giro di telefonate, con cui Diaconale prova anche a contattare il presidente Ruth Dureghello, si arriva alla fatidica chiamata registrata dal Messaggero.

"Stando a quanto ricostruito da Il Tempo e dall' ufficio legale di Lotito pronto a una raffica di querele - si legge nel quotidiano romano - l' audio incriminato (estrapolato dal contesto) in realtà andrebbe interpretato al contario. E cioè quando Pavoncello conferma per l' ennesima volta a Lotito che le personalità della comunità ebraica sono all' estero o non disponibili, ecco Lotito sbottare: ma se non c' è nessuno che vado a fare, una sceneggiata? Frase ripetuta più volte in più telefonate. Fonti molto vicine alla società confermano a Il Tempo che Pavoncello avrebbe suggerito a Lotito di andare lo stesso a posare la corona perché comunque, alla fine, qualcuno si sarebbe fatto vedere. Lotito avrebbe detto sì, poi però ci avrebbe ripensato. E nel richiedere invano ulteriori rassicurazioni è finito per scontrarsi con la richiesta, velata, di rinunciare alla posa dei fiori".

Lotito insomma si sarebbe lamentato del "rifiuto" o dell'indisponibilità a presenziare da parte della comunità ebraica. Voleva un gesto forte, il presidente, e senza un solo esponente ebraico la cosa sarebbe stata meno convincente. Da qui si arriva al termine "sceneggiata" che tanto ha fatto discutere. Secondo il Tempo il significato di quella parola sta a significare che "senza nessun membro della Comunità, presentarsi davanti alla Sinagoga sarebbe servito a poco anche per dare un ulteriore se gnale, rispetto agli atti già compiuti nel passato, per i tifosi più estremisti della Lazio". La sceneggiata, insomma, riferita al fatto che portare solo i fiori per Lotito sarebbe stato troppo poco. Avrebbe voluto incontrare la comunità ebraica.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 26/10/2017 - 11:10

Male ha fatto Lotito ad addossare alla società la colpa di quattro subumani. E questi sono i risultati.

Massimo25

Gio, 26/10/2017 - 11:15

se fosse vero il messaggero dovrebbe chiudere altra dimostrazione di che livello sono i media,se si può usare ancora questo nome,italiani..letame

gioberti

Gio, 26/10/2017 - 11:18

Sono laziale da 80 anni.Non sono fascista.Ho tanti amici laziali che non sono fascisti.La stampa romane e quella milanese per diversi interessi, fanno schifo, per aver montato una vicenda che disapprovo nella maniera più assoluta.Perchè la polizia che possiede le riprese video da tempo, si è attivata soltanto ora ,e non aiuta nella eliminazione dei delinquenti dagli stadi?La Lazio dà fastidio all'altra squadra romana ed alle milanesi.Da qui l'attacco vergognoso al Presidente Lotito,ruvido ma sincero.Tutti i falsi difensori del popolo ebraico non si vergognano di una montatura artefattia,in un mondo che rischia la catastrofe nucleare..

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 26/10/2017 - 11:32

Quindi, come sempre, l'intellighenzia di sinistra ed il sistema mediatico italiano, ci hanno propinato una balla sulla quale hanno poi scatenato un polverone. Bravissimi!!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 26/10/2017 - 11:34

Tutto per cercare di insabbiare... ma...

steacanessa

Gio, 26/10/2017 - 11:52

maledetti sinistri falsi e bugiardi.

giovanni951

Gio, 26/10/2017 - 11:57

e basta con questa storia...son 4 o 5 giorni che se ne parla.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Gio, 26/10/2017 - 12:02

"Extrapolato dal contesto"? Ma chi ci crede? Si assuma invece Lotito la responsabilità (oggettiva?) per la presenza fra i tifosi laziali di vere bande di delinquenti (ignoranti...si, ma soprttutto delinquenti).

Ritratto di emiliano65

emiliano65

Gio, 26/10/2017 - 12:02

L'ennesima dimostrazione, se ce ne fosste stato bisogno, che il fine di tutto era ed è quello di attaccare la società SS Lazio e la sua squadra, proprio nel momento in cui evidentemente comincia a dare fastidio. Già leggo che la FGCI è pronta a muoversi contro la società. E' così che poi si finisce per fomentare proprio quella violenza che a parole tutti vogliono bandire dal calcio. Non ho visto lo stesso sdegno, quando si è trattato di striscioni o cori inneggianti alle foibe oppure quando in più occasioni sono apparsi striscioni che offendevano la memoria di Paparelli. Spero comunque che questa cosa faccia capire ai tifosi laziali l'ostilità che c'è nei confronti loro e della società e che quello che altri possono fare senza destare scandalo a loro non è permesso.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 26/10/2017 - 12:05

A casa mia dicono: "peggio il tacon del buso".......per i NON VENETI: "peggio la toppa del buco"..... ossia una volta fatta la gaf, taci che è meglio.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 26/10/2017 - 12:26

La vera indegna e ridicola sceneggiata la stanno facendo i media, sfruttando e ingigantendo una emerita stupidaggine di quattro cialtroni idioti scambiati per tifosi, facendola passare come gravissimo insulto razzista. Molto simile alla telenovela dell'estradizione di Battisti, alle peripezie amorose di Belen Rodríguez o i pettegolezzi da lavandaie del Grande fratello; serve a riempire le pagine, i Tg e far finta di fare informazione. Così si porta a casa la pagnotta. I media stanno diventando sempre più ridicoli. Se questa è l'informazione ufficiale, è molto più serio il Manuale delle Giovani marmotte. Pensateci, se ancora vi resta un briciolo di buonsenso.

poli

Gio, 26/10/2017 - 13:14

non viviamo nella cina di MAO del pensiero unico.w il duce.

Nick2

Gio, 26/10/2017 - 13:39

C’è un vecchio detto popolare veneto, diffuso in tutta l’Italia del nord: Xe pèso el tacòn del buso (la toppa è peggio del buco)…

frabelli1

Gio, 26/10/2017 - 14:28

Ed ecco che se non si manipolassero le notizie, come ormai tutti i quotidiani fanno per aumentare le tirature o i lcic, tutto risulta più comprensibile e nessuno viene insultato. In questo caso Lotito ha ragione, se non c'è nessuno in casa, cosa andiamo a fare in quella casa? una sceneggiata? Poi, ovviamente perché Lotito è antipatico, perché tirare in ballo il fascismo e condannarlo è di mora, si distorce la verità. Possibile che si debbano registrare tutte le telefonate???

Ritratto di emiliano65

emiliano65

Gio, 26/10/2017 - 16:24

Non saranno queste meschinità a fermarci. Pensa come state messi male: distorcere una telefonata e farla passare per quello che non è, pur di dare addosso alla società. Da sempre abituati ad avere tutti contro, così facendo ci date solo più forza. Avanti Lazio!!!