Bari, licenziata per aver salvato un gatto: "Volevo fare una buona azione"

Un'infermiera di una casa di cura è stata licenziata dopo aver salvato un gatto randagio e averlo fatto salire sul pulmino con gli anziani a bordo

Licenziata per aver voluto aiutare un gatto oabbandonato in strada facendolo salire sul pulmino che avrebbe portato i malati di Anzheimer a casa.

L'infermiera Patrizia Antonino, ex dipendente a tempo indeterminato di una cooperativa sociale, la Anthropos, che si occupa di assistenza a malati di Alzheimer presso la casa di cura "Gocce di memoria", a Giovinazzo, è stata licenziata dopo aver fatto questa buona azione.

"Il gatto era lì, magrolino, in una scatola di cartone. Lo avevano abbandonato. Mi guardava e miagolava per la fame. Come facevo ad abbandonarlo? Anche se non sono veterinaria, non mi pareva avesse la rogna. Così l’ho preso, era piccolo, stava sul palmo della mano. L’ho mostrato alla dottoressa. “L’ho trovato in strada. Lo teniamo? Starebbe in giardino...”. Ma la risposta del medico è stata tassativa. “Non sappiamo nulla della sua provenienza. Potrebbe essere ammalato. Riportalo dove l’hai trovato".

Lo scorso 9 maggio, infatti, la donna ha fatto salire sul bus che avrebbe portato a casa gli anziani questo gattino che per strada sarebbe morto. Anche i nonnetti a bordo erano entusiasti: "Quanto è bello, teniamolo!". Ma il giorno dopo questa buona azione, visto che il gatto è stato poi affidato alla nipote di una paziente, l'infermiera ha ricevuto una lettera di sospensione dal lavoro: "Assurdo, sono stata condannata per aver voluto fare un’opera buona".

Il presidente della Anthropos è però convinto del provvedimento, come riporta il Corriere della Sera: "Il gatto non poteva essere caricato sul pullmino, poteva avere malattie. Senza contare che non era custodito nella gabbietta di sicurezza come previsto dal codice stradale. In caso di pericolo improvviso, poniamo una frenata brusca, cosa sarebbe potuto succedere? È un comportamento che poteva mettere a repentaglio l’incolumità di tutti".

Intanto è partita una raccolta firme a favore dell'infermiera sul sito delle petizioni online Firmiamo.it. I suoi legali hanno già presentato il ricorso.

Commenti

dondomenico

Mer, 12/07/2017 - 10:50

Il presidente di questa cooperativa va premiato con una medaglia d'oro per la sua altissima stupidità mentale!

KAVA

Mer, 12/07/2017 - 10:50

dura lex sed lex... ma suvvia! Licenziata per questa cosa?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/07/2017 - 11:02

la legge va rispettata :) a proposito.... chi l'ha fatta ? ah si, ora ricordo (non ho Alzheimer,io) la sinistra!!

maxfan74

Mer, 12/07/2017 - 11:07

Ma gli anziani si sono per caso lamentati???

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 12/07/2017 - 11:33

In Italia sono diventati tutti matti!!!!

Zizzigo

Mer, 12/07/2017 - 11:36

Dottoressa: “Non sappiamo nulla della sua provenienza. Potrebbe essere ammalato. Riportalo dove l’hai trovato". La dottoressa non sa ancora che in itaglia si devono accogliere tutti quelli di cui non sappiamo nulla? mai nessuno del governo (PD) ha detto: "riportalo dove l'hai trovato".

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 12/07/2017 - 11:47

Non spreco parole per quell'insulso ed inumano presidente della cooperativa e,se potessi,aiuterei quella infermiera che,senza pensarci su due volte, per salvare un gattino ci ha rimesso il lavoro. Ma sono anche certo che da quelle parti qualcuno, al corrente della storia, sapra'valutare meglio le qualita' dell'infermiera. A volte non tutti i mali vengono per nuocere.

cesrosan

Mer, 12/07/2017 - 12:18

Quelli che timbrano il cartellino e poi vanno per i fatti loro ma non a lavorare, ecco quelli non si possono licenziare, invece questa che ha fatto una buona azione....licenziata!!!Povera Italia.

Ritratto di Vogelspinnen-ChrisLXXIX

Vogelspinnen-Ch...

Mer, 12/07/2017 - 12:36

Giusto e doveroso provvedimento. Non bisogna salvare dei gatti, possibili portatori di malattie, ma, come le ONG insegnano, solo Africani. Africani che, una volta sbarcati, fanno a gara per pagare le pensioni e, ciliegina sulla torta, arricchirci moralmente, culturalmente, spiritualmente.

Ernestinho

Mer, 12/07/2017 - 13:17

Bastava solo una multa. Ma quanta bestialità e severità contro una azione buona!

bobots1

Mer, 12/07/2017 - 13:53

Si può esagerare in tutto...capisco la regola: se fosse capitato qualcosa la cooperativa avrebbe dovuto pagare e magari anche molto! Ormai siamo schematizzati: fai qualcosa al di fuori dello schema c'è quello pronto ad chiedere i danni. Brutta società quella in cui siamo! Per molti motivi...

Malacodaz

Mer, 12/07/2017 - 13:55

Vogelspinnen : mi hai anticipato il commento che stavo scrivendo !

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Mer, 12/07/2017 - 15:57

Sig.@ mbferno 11,47- mi ha preceduto concordo. Saluti.