Bisceglie, tour turistico nel cimitero: è scandalo

L'architetto Di Liddo nell'ambito delle visite guidate "Tour by night" ha organizzato un giro nel cimitero ma i biscegliesi hanno gridato allo scandalo

Italo Calvino nel suo libro intitolato "Le città invisibili" affermò che per conoscere meglio una città e coglierne la sua ricchezza bisogna partire dal suo cimitero. Questa riflessione avrà fatto breccia nel cuore dell'architetto di Bisceglie - Comune in provincia Bat - Giovanni Di Liddo che nell'ambito delle visite guidate "Tour by night" - le quali hanno registrato un largo consenso di pubblico - ha proposto anche un giro nel cimitero ottocentesco della cittadina pugliese.

Il camposanto biscegliese venne progettato dall'ingegnere di Bitonto Luigi Castellucci e i primi lavori di costruzione risalgono al 1845. L'insolita e curiosa iniziativa di Di Liddo verte sull'idea che questo luogo è estremamente affascinante da un punto di vista sia storico che artistico. Si possono qui ammirare, infatti, importanti opere d'arte commissionate per decorare tombe e loculi oppure è possibile far visita al Sacrario Militare.

Benché sia stata presentata al Comune di Bisceglie una regolare richiesta di nulla osta per accedere nella monumentale "Isola I" del sito e nonostante questa sia stata concessa, i cittadini hanno gridato allo scandalo esprimendo il loro dissenso su Facebook:

"È inammissibile che un posto sacro venga adibito a tale scopo" questo il commento che si legge più di frequente.

Ma l'architetto non si è arreso e munito di titolo riconosciuto dalla Regione Puglia ha replicato:

"Nessuno intende sminuire la sacralità del luogo. Il mio desiderio è semplicemente quello di valorizzare il cimitero come già avviene in numerose città d'arte italiane ed europee. La visita sarà svolta nel massimo rispetto e senza l'ausilio di microfonino".

Sono seguiti altri pareri contrari, ma il sindaco di Bisceglie si è espresso definitivamente a favore dell'iniziativa. I curiosi potranno conoscere la parte più antica del camposanto - quella monumentale - la chiesetta, i gentilizi e si beeranno, dunque, di questo indubbio patrimonio a cielo aperto.