Niente docenti per i disabili. Il preside: "Devono fare i turni"

È il provvedimento che il dirigente scolastico è stato costretto a prendere a causa della mancanza di professori di sostegno

Succede a Casalecchio di Reno, nella periferia di Bologna, all’istituto tecnico commerciale Salvemini. A più di venti giorni dall’inizio della scuola frequentata da 1.500 studenti mancano ancora quaranta insegnanti di cui trenta di sostegno. E a farne le spese sono i ragazzi disabili.

Come raccontato dal Qn, gli alunni con disabilità saranno costretti a fare i turni per andare a scuola. Il problema è che gli insegnanti c'erano ma, dopo aver firmato il contratto, sono tornati nelle loro città di origine, in aspettattiva o malattia, in attesa di ottenere un incarico più vicino a casa. Servirà ancora del tempo prima che si possa procedere alla sostituzione. Da qui la decisione del dirigente scolastico Carlo Braga, di chiedere alle famiglie di concordare giorni e orari nei quali i ragazzi disabili possono stare a casa. "Oggi andrò a prendere mio figlio da scuola alle 11 e domani lo terrò a casa", racconta una mamma che martedì sera ha partecipato a un’affollata assemblea nel corso della quale la dirigenza scolastica ha incontrato più di un centinaio di genitori che sono nelle stesse condizioni.

Il preside dell'istituto ha chiarito la sua posizione: "Ho descritto la situazione e l’impossibilità della scuola di fare fronte a questa emergenza. Da qui la richiesta alle famiglie che possono, di tenere a casa a turno i loro ragazzi. È un’iniziativa sofferta, ma come posso fare a distaccare trenta insegnanti curricolari da altrettante classi per dedicarli ai disabili? Appena l’ho fatto, e tanti professori hanno accettato con generosità, il sindacato ha manifestato la sua contrarietà... Ci abbiamo messo tutto l’impegno, ma una situazione eccezionale richiede soluzioni eccezionali".

I genitori hanno manifestato al dirigente rispetto e massimo impegno nel gestire una situazione che lo stesso Braga aveva illustrato nel consiglio comunale di Casalecchio, nella seduta dedicata all’avvio della scuola.

Commenti

cgf

Gio, 06/10/2016 - 17:47

In realtà.. L'istituto scolastico è infatti da sempre all'avanguardia nell'integrazione degli studenti disabili, sono 60 su 1.500. Il preside Braga ha spiegato che aveva avuto assegnati 18 docenti di ruolo specializzati da altre regioni, ma che in 17, dopo essersi presentati il 1 settembre per firmare il contratto triennale, si sono assentanti dal lavoro (per lo più in malattia o per assistere familiari) e hanno poi ottenuto una assegnazione temporanea vicino a casa. QUESTA È LA BUONA SqUOLA? se accettano l'incarico per tre anni NON DEBBONO accettarne altri nemmeno temporaneamente altrimenti tornano in fondo alla graduatoria e ricominciano da capo. È ORA DI FINIRLA CON QUESTI GIOCHETTI.