Bosnia, arrestato l'imam che giustificava i rapitori di Vanessa e Greta

L'uomo è stato fermato questa mattina al termine di un'operazione congiunta della polizia bosniaca e italiana. SOSTIENI IL REPORTAGE

Bilal Bosnic è in manette. L'imam che incitava alla guerra santa e giustificava il rapimento di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli è stato arrestato in Bosnia questa mattina.

Il predicatore islamico integralista è stato fermato dalla polizia del Paese balcanico al termine di un'operazione condotta con l'aiuto dei comandi italiani di Cremona e Bergamo. L'accusa è quella di aver mandato combattenti in Siria ed Iraq a combattere sotto le bandiere del Califfato. Con lui sono stati arrestati almeno altri 15 islamisti.

Negli scorsi anni Bosnic si era recato più volte nel Nord Italia - tra l'altro, a Cremona, Bergamo e Pordenone - per predicare contro l'Occidente e propagandare la guerra agli infedeli.

Nell'ambito dell'operazione antiterrorismo denominata "Damasco", la polizia bosniaca ha sequestrato ingenti quantitativi di armi in diverse città del Paese, probabilmente destinate al fronte mediorientale.

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Ven, 05/09/2014 - 10:57

Lo impicchino o lo fucilino, così ce lo togliamo, una volta per tutte, dalle scatole.

buri

Ven, 05/09/2014 - 11:27

speriamo che sua chiuso in galera in isolamento e che si butti via la chiave

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 05/09/2014 - 12:46

no, ci costerebbe alla fine troppo caro: una condanna a trentanni e poi via su un aereo con una espulsione esemplare e la condanna da scontare nel suo paese a spese dei suoi accoliti

Ritratto di gianni2

gianni2

Dom, 16/11/2014 - 10:04

Per una volta sono d'accordo con i pedofili selvaggi. Quelle due cretinette hanno avuto solo quello che volevano. Se andavano ad aiutare gli anziani del loro paese ci sarebbero costate molto meno e avrebbero reso enormemente di più. Ma si sa che per prendere un ricco stipendio non si può andare dai vecchietti.