Bossetti dopo l'ergastolo "Ecco la mia vita in cella"

La vita di Bossetti dentro le mura del carcere. Da qualche giorno, l'uomo condannato per l'omicidio di Yara Gambirasio, ha di fatto cambiato umore

Dopo la sentenza prosegue la vita di Bossetti dentro le mura del carcere. Ma da qualche giorno, l'uomo condannato per l'omicidio di Yara Gambirasio, ha di fatto cambiato umore. Chi lo ha incontrato in carcere parla di un uomo che non crede ancora alla sentenza e continua a dichiararsi innocente.

E così ilGiorno racconta la vita di Bossetti dentro le mura della sua cella dopo la condanna all'ergastolo ricevuta in primo grado. "Mi piace leggere la cronaca sul giornale - ha raccontato al visitatore che gli va a stringere la mano - Poca televisione. Ricevo tante lettere di amici, anche di persone che non conosco e mi scrivono. Rispondo". Dallo scorso venerdì quell' "ergastolo" gli toglie il sonno la notte: "Ancora non credo alla condanna - ha confessato - Non ho commesso nulla". E ancora: "Quella di essere capito per la replica del Dna. Anche se comprendo l'accanimento nei miei confronticon tutto il clamore mediatico e i soldi spesi nelle indagini". Gli resta poi un pensiero fisso che riferisce al politico in visita: "Quelli che mi ha sconvolto è l'aggiunta all'ergastolo della perdita della patria potestàgenitoriale. Una mazzata".

Commenti

lorelei95

Gio, 07/07/2016 - 13:55

Vogliamo mettere la parola oblio su questa storia ? Un pensiero a Yara .??

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 07/07/2016 - 13:55

Non fateci mancare notizie, altrimenti non dormo la notte. Adesso osa farà, scriverà un libro in stile "Le mie prigioni"? Oppure ci faranno una fiction? Strano che non abbiano ancora pensato ad un nuovo format, un talent ambientato in carcere. Ma prima o poi ci arrivano. Teneteci informati.

un_infiltrato

Gio, 07/07/2016 - 14:54

Di "come si sente" il signor bossetti non ce ne fotte un amato capso. Se volete, vi racconto "come si sentono" i genitori di Yara, ai quali la propria creatura non verrà mai più restituita.

Raoul Pontalti

Gio, 07/07/2016 - 15:22

I tuoi avvocati non ti avevano informato del secondo comma dell'articolo 32 del codice penale che recita testualmente "La condanna all'ergastolo importa anche la decadenza dalla responsabilità genitoriale."? Non si tratta quindi di un'aggiunta decisa dai giudici ma di conseguenza implicita nella condanna, così come l'interdizione legale. In altri termini quale ergastolano se un morto civile. Riposa dunque in pace nella tua cella per il resto della tua vita e vedi di smetterla di raccontare frottole.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 07/07/2016 - 16:33

Bossetti, non ti preoccupare, prima o poi la verità verrà a galla. Penso che il tuo processo sia stato uno schifo sotto tutti i punti di vista, con uno spreco di soldi infinito per condannare un innocente.

Fjr

Gio, 07/07/2016 - 17:15

Per qualche tempo non sentiremo più parlare di Bossetti , ma penso che fra non molto accadra' qualcosa che lo riporterà' sui giornali, è' solo questione di tempo , ricordiamoci che siamo in Italia dove tutto è' possibile

WSINGSING

Gio, 07/07/2016 - 21:02

Diciamola tutta: la prova del DNA richiesta dalla difesa andava ripetuta, proprio per andare oltre quel "ragionevole dubbio".

Fossil

Gio, 07/07/2016 - 21:37

Tutti voi infatti eravate presenti all'omicidio con pontaldi in testa. Il dna si può modificare e comunque non tutto ciò che esce dalla bocca dei giudici é vero. . .siete certi di non poter considerare la pista massonica o dell'omicidio rituale? (che poi é la stessa cosa). . .meditate gente meditate.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 09/07/2016 - 12:56

Fossil - Soprattutto il DNA si può 'trasportare' non a caso esistono le c.d. contaminazioni. In un caso come questo con presenza di altri DNA (sui quali non si indaga a dovere) e con un 'eccesso' di sopravvivenza del materiale che è 1. da una parte super duraturo oltre ogni limite dettato dalla scienza 2. così esile e ridotto che un secondo test diventa irripetibile. A dir poco le due condizioni appena descritte sono in conflitto tra loro e comunque fu rinvenuto 'un aumento' del DNA di ignoto 1 in provetta, cosa impossibile in quanto l'aumento era con una ratio di 5:1