La Brexit "flagella" il lago di Garda, "I turisti inglesi non arrivano più"

Maggio da dimenticare sul primo lago d'Italia con -25% di presenze: colpa del maltempo ma anche della crisi e dell'incertezza del mercato anglosassone

La strada verso la Brexit è più complessa che mai, eppure gli effetti immediati - ben prima della sua entrata in vigore - arrivano a colpire uno dei principali attrattori turistici italiani. La stagione turistica sul lago di Garda, infatti, è partita in salita come non si assisteva da anni e in un mese di maggio da dimenticare si è registrata una flessione di presenze di almeno il 25% rispetto al 2018.

I motivi? Se uno dei maggiori indiziati sul banco degli imputati è facilmente individuabile nel maltempo che ha letteralmente flagellato l’Italia con temperature ben al di sotto della media, la seconda causa della desertificazione turistica sulla riviera guarda ad oltremanica e alla crisi che la Gran Bretagna sta vivendo negli ultimi caotici mesi.

«Al maltempo - riferisce Marco Girardi, direttore del consorzio turistico Garda Lombardia - si aggiunge la crisi del mercato inglese, con le incertezze legate alla Brexit. Un vero disastro». Già, perché il Regno Unito, con una quota del 6% delle presenze totali sul Garda, è il terzo mercato turistico dopo la Germania e l'Olanda. Rispetto al 2018, d’altronde, il calo degli inglesi è stimato intorno al 20%. Un dato monstre. «E’ un segnale preoccupante, anche perché ci sono alberghi che lavorano solo col mercato inglese», continua Girardi.

Una batosta per l'indotto del maggiore lago italiano, sulle quali sponde - tra le province di Brescia, Verona e Trento - insistono migliaia di attività ricettive che da quest’anno potrebbero modificare i propri assetti economici e gestionali sulla base del caso di affluenza. Perché se il maltempo sembra ormai alle spalle, l’onda Brexit pare appena accennata.

Commenti

killkoms

Gio, 06/06/2019 - 19:26

il guaio delle economie troppo strette!

Ritratto di calbert65

calbert65

Gio, 06/06/2019 - 20:53

A casa mia il 20% del 6% fa 1.2%. Quindi il turismo va male x colpa di un -1.2%?? ma per favore... imparate a fare i conti!! il tempo quest'anno non è stato brutto, ma terribile e se la flessione è stata solo del 20% si può solo che gioirne...

cir

Gio, 06/06/2019 - 20:58

finalmente una buona notizia !!

Trinky

Gio, 06/06/2019 - 21:47

Per un inglese in meno ne arrivano dall'Austria e dalla Germania.... E più taccagni degli inglesi non ci sta nessuno, gfente che alla colazione del mattino si mangia tutti i tipi di brioche, 1 barattolo di marmellata ogni volta, 1 bottiglia di succo e 3 cappuccini...........

cgf

Ven, 07/06/2019 - 09:37

Cosa ci viene a fare al Garda un inglese in un maggio piovoso come quello di quest'anno quando da loro splendeva il sole? Se la flessione è SOLO 25%, prego leccarsi i gomiti