Bud Spencer, ecco il motivo dietro alla scelta del nome

All'anagrafe è Carlo Pedersoli ma per la sua vita sul set scelse il nome d'arte Bud Spencer. Ecco il motivo che si cela nella scelta dello pseudonimo dell'attore

Carlo Pedersoli ci ha lasciato all'età di 86 anni. "È morto l'uomo, non il personaggio" scrivono sui social network. Ed è vero, in molti si sono affrettati a dedicargli un ricordo. Ma dietro a quel gigante buono, c'è un retroscena che non molti conoscono, legato al suo nome d'arte: Bud Spencer.

La scelta del nome

Quel ragazzone nato a Napoli il 31 ottobre 1929 si afferma nel mondo del nuoto. Dove vince e, addirittura, si porta a casa il record di primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 m stile libero. Ma la fama arriva calcando il set cinematrografico, in coppia con l'amico e collega Terence Hill. Ma questa è storia. La conosciamo tutti. Ciò che però in molti non sanno è il motivo per cui Carlo diventa Bud, e Pedersoli diventa Spencer. A spiegare il motivo è proprio lui: "Spencer, perché adoravano Spencer Tracy - attore statunitense vincitore di due premi Oscar - e Bud perché bevevo la birra Budweiser"