Il cardinale Burke sui migranti: "Limitare l'ingresso di islamici"

Il cardinal Raymond Leo Burke sostiene che limitare l'accesso ai migranti musulmani sia una buona idea. Il porporato si distingue ancora

La Chiesa cattolica non è una democrazia, ma non è neppure un partito totalitario. C'è una linea, ma possono emergere dei distinguo. Il cardinale Raymond Leo Burke, per esempio, non crede affatto che le porte del Vecchio continente, e magari i porti, debbano essere aperte a tutti coloro che vorrebbero migrare dalle loro nazioni d'origine.

Se per buona parte degli ecclesiastici che operano all'interno dell'Unione europea, i governi dovrebbero garantire a tutti, erga omnes, l'accesso nei propri territori, specie agli ultimi, ai penultimi e alle persone che abitano quelle che papa Francesco usa definire periferie economico - esistenziali, per il porporato americano questo non è sempre vero. Anzi, Burke, stando a quanto riportato su Il Messaggero, ha definito una "una misura prudente da parte di tanti politici" quella di circoscrivere gli ingressi nei confronti di chi professa la religione musulmana. Una conferenza svoltasi in precedenza rispetto alla Marcia per la Vita, una manifestazione che ha avuto luogo lo scorso 18 maggio a Roma, con partenza da piazza della Repubblica, sembra aver fornito un megafono mediatico per la diffusione di questa posizione cardinalizia. Avevamo già raccontato, del resto, quale fosse la visione dell'ex patrono del Sovrano militare Ordine di Malta sul concetto di "patriottismo" e sulla necessità di evitare che gli esseri umani finiscano per essere governati da un unico ente politico sovra-istituzionale.

L'indicazione restrittiva che Burke ha fornito sulla gestione dei fenomeni migratori può essere chiarita, leggendo in dettaglio quanto dichiarato dallo stesso arcivescovo cattolico statunitense: per uno dei quattro firmatari dei dubia su Amoris Laetitia, è nesarrio "resistere in qualche modo all'ingresso su larga scala di persone di fede islamica". Sono le statistiche demografiche, peraltro, a suggerire come l'Europa possa, da qui alla metà del secolo corrente, perdere, in maniera definitiva, il primato cristiano-cattolico. Quella musulmana, di rimando, sembra essere destinata a divenire la prima religione per numero di credenti presenti all'interno dei confini europei.

Commenti

routier

Gio, 23/05/2019 - 20:54

Il cardinal Raymond Leo Burke appare come uno dei pochi che che capiscono qualcosa di geopolitica. Peccato che resti una voce isolata.

lagoccia

Gio, 23/05/2019 - 21:56

gran parte del mondo vorrebbe vivere in europa, almeno mescoliamoci con quelli più simpatici e tranquilli, scegliamoci i "cittadini del mondo" non questi prepotenti, ottusi, barbari, liberticidi, islamici. maometto ci fa schifo diciamolo chiaramente.

diesonne

Gio, 23/05/2019 - 22:10

DIESONNE IL PROBLEMA NON 3 DISTINGUERE CHI E' DI FEDE ISALIMICA E CHI NON LO E';E' LIMITARE L'INGRESSO :IN EUROPA LA RESIDENZA SI DA' A CHI HA UN CONTRATTO DI LAVORO STABILE ER ALTRI SARA' PERMESSO TRUISTICO LIMITATO

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 23/05/2019 - 22:48

Lo dica prima ai suoi colleghi, che pare facciano politica a man bassa verso sinistra.

seccatissimo

Gio, 23/05/2019 - 23:02

Sono pienamente d'accordo col cardinale Burke ! Anzi, secondo me non basta "limitare" l'accesso in Europa ai musulmani ma lo si deve BLOCCARE totalmente !

lonesomewolf

Gio, 23/05/2019 - 23:43

SAREBBE OTIIMO COME PAPA

Ritratto di tox-23

tox-23

Ven, 24/05/2019 - 01:41

La chiesa vuole l'Italia strapiena di migranti islamici i quali saranno ben felici di costruire moschee. Burke ha capito che c'è qualcosa che non va, non bisogna essere dei geni ma ha capito.

schivalenza

Ven, 24/05/2019 - 03:09

Sì, lodevole l'intenzione, ma cosa facciamo? Imponiamo di dichiarare le fede religiosa? Già taroccano provenienza, identità ed età...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 24/05/2019 - 08:09

fatelo Papa.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 24/05/2019 - 08:44

Forse c'è ancora qualche porporato nonostante le arringhe del franceschiello che non fa l'elettricista.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Ven, 24/05/2019 - 08:52

"Tutti i cittadini hanno pari dignita' sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali" (Art. 3 Costituzione). "Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione" (Dichiarazione Universale dei Diritti Umani). No, caro cardinale, quanto dice lei non è fattibile in una moderna nazione civile. Rimandato a settembre.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Ven, 24/05/2019 - 08:56

Il cardinale Burke ricorda la barzelletta dell'automobilista che ascoltando alla radio l'annuncio di pericolo per gli automobilisti a causa di un pazzo che viaggia contromano, commenta "qui sono tutti pazzi". E' l'unico a sostenere le sue tesi, il Giornale cita sempre e solo lui. Come dice Salvini, "se il cardinale Burke vuole realizzare il suo progetto, fondi la sua propria religione".

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 24/05/2019 - 09:18

toh,qualche Cardinale che ragiona cum grano salis!

giancristi

Ven, 24/05/2019 - 09:57

Raymond Leo Burke ritiene che è necessario resistere in qualche modo all'ingresso su larga scala di persone di fede islamica. Finalmente uno con la testa sulle spalle. Dovrebbe prendere il posto dell'impostore vestito di bianco!

Giorgio Colomba

Ven, 24/05/2019 - 10:14

Dovrebbe allestire una fattiva opera di moral suasion nei confronti del suo principale.

venco

Ven, 24/05/2019 - 11:15

Limitare no, bloccarli assolutamente, sono antidemocratici incompatibili con la nostra civiltà.