A caccia di jihadisti in Libia Le operazioni degli italiani

Le nostre forze speciali addestrano i miliziani che combattono lo Stato islamico e cercano i terroristi sul territorio libico

Il premier Matteo Renzi ha autorizzato per la prima volta una missione di forze speciali in zona di guerra. Il tutto in silenzio senza informare il Parlamento. A confermare l'operazione è stato un documento che, come ha spiegato l'Huffingtonpost, è stato ricevuto dal Copasir, il Comitato parlamentare di controllo sui servizi segreti. A gudare le operazioni italiane in Libia è il Reggimento "Col Moschin", del gruppo operativo incursori del Comsubin, del gruppo intervento speciale dei carabinieri e incursori dell’aeronautica militare. I compiti degli uomini italiani in Libia sono principalmente due, come riporta laStampa. Il primo riguarda l'affiancamento di forze speciali americane di stanza a Tripoli e Misurata in missioni di addestramento di milizie locali impegnate a combattere i jihadisti dell'Isis. Il secondo compito invece riguarda un’azione di intelligence per controllare gli spostamenti dei jihadisti sul territorio libico. In questo momento la pattuglia di italiani che monitora e dà la caccia ai jihadisti è composta da circa 40 uomini. Inoltre gli sitruttori vengono scortati da altri soldati. Intanto sull'impiego dei nostri soldatio in Libia si è espresso il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni: "Se avessimo missioni militari in Libia dovrebbero essere, e saranno, autorizzate dal Parlamento", ha affermato Gentiloni, in una intervista al Corriere della Sera. "Presto l'Italia potrebbe riaprire la sua ambasciata a Tripoli, chiusa nel febbraio 2015. Il nostro governo ha nominato ambasciatore Giuseppe Perrone", spiega ancora Gentiloni sottolineando che "il nostro impegno non deve stupire: contribuire a stabilizzare la Libia è una priorità nazionale, dalla sicurezza all'immigrazione". Gentiloni fornisce anche più dettagli sul ruolo dell'Italia nel Paese un tempo dominato da Muammar Gheddafi. "Sul piano militare stiamo fornendo alle operazioni antiterrorismo un sostegno logistico. Se ci saranno richieste ulteriori attività di addestramento della guardia presidenziale e di sostegno alla guardia costiera le valuteremo. Serraj ci ha fatto avere la lettera della quale avevamo parlato giorni fa, quando mi aveva chiesto una presenza della nostra Sanità militare", sottolinea il titolare della Farnesina concludendo che "non si sta parlando di invio di truppe, ma di operazioni umanitarie. Quanto all'iniziale interesse manifestato dal governo libico per una protezione e valorizzazione dei beni culturali vedremo di che cosa si tratta".

Commenti

sottovento

Gio, 11/08/2016 - 12:32

Cosa c'entra "dare la caccia agli jihadisti" con la "formazione" e le "operazioni umanitarie"?

Ritratto di Situation

Situation

Gio, 11/08/2016 - 14:15

non hanno le palle per richiedere l'impeachment. Siamo in guerra da tempo ed il Pifferaio Bugiardo del Granducato nemmeno ce lo dice........non andava bene per la sua immagine. A parte il fatto che personalmente non ci vedrei nulla di male ad un nostro coinvolgimento nel conflitto, LE REGOLE NON SI MODELLANO A PROPRIO PIACIMENTO. Abbiamo saputo di questa missione ormai operativa da mesi per via di una soffiata In un paese occidentale "civile", l'impeachment dovrebbe essere automatico. Ancora una tragica alba

alox

Gio, 11/08/2016 - 16:59

L'Italia avendo il piede in due scarpe agisce di sottobanco (come quando aggira le sanzioni alla Russia) ma crede che l'asse Puitn/ Erdogan e gli USA (con tutto l'occidente) non vedono? Che Buffoni che siamo....

divenire

Gio, 11/08/2016 - 17:05

Bravo Renzi! Fatti e niente inutili parole e dannosa pubblicità.

vince50_19

Gio, 11/08/2016 - 17:57

"il nostro impegno non deve stupire: contribuire a stabilizzare la Libia è una priorità nazionale, dalla sicurezza all'immigrazione". Ma come Gentilò, non aveva detto il tuo capo che avrebbe mandato 5mila militari in Libia per stabilizzare la situazione precaria in cui si trova quel paese, salvo poi non farlo ufficialmente ma con una leggina che gli permette di inviare truppe senza dare comunicazioni ufficiali anche se per brevi periodi per addestrare i soldati libici, poi sminare e poi magari, perché no, sparacchiare qualche colpo qua e là per far prendere bene la mira a quell'armata brancaleone? "HaMossad (leModi'in uleTafkidim Meyuchadim)" non sono mica dei fanfaroni semmai uno dei migliori servizi segreti al mondo.. Dovreste smentirli ufficialmente e con dati reali: siete capaci di farlo?

tzilighelta

Gio, 11/08/2016 - 18:19

Situation, tu l'impeachment ce l'hai attaccato ai capelli e ti sta entrando nella scatola cranica (vuota) per questo motivo scrivi minchiate fuori luogo!

Ritratto di Situation

Situation

Gio, 11/08/2016 - 18:31

tzilighelta controlla bene quanti buchi nel naso hai......potresti rimanere sorpreso.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 11/08/2016 - 19:49

Ma Algerino Afgano glieli fornisce i fucilini con i tappini di sughero ai nsotri?

Ritratto di cape code

Anonimo (non verificato)

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 11/08/2016 - 19:55

Tzilighelta, ma perche' voi sinistrati zecche vorreste anche le guerre in silenzio senza impecheament, ora che ci siete voi piattole al governo? Addirittura quelle che abbiamo a pochi chilometri dalle nostre coste e che ci causeranno un sacco di problemi visto quanti foreign fighters avete fatto entrare? Siete talmente scemi che mi fate paura. 1) prova19:54...

Marcolux

Gio, 11/08/2016 - 20:08

Sì, a caccia di Jihadisti...per portarli tutti in Italia! Nel Paese dei balocchi!

Anonimo (non verificato)

aitanhouse

Gio, 11/08/2016 - 21:51

inutile arrovellarsi il cervello,non sapremo mai cosa stiano a fare i nostri militari in libia, ormai viviamo in un paese dove tante situazioni ci vengono nascoste secondo logiche discendenti direttamente dal cremlin. noi saremmo propensi a dare la caccia agli scafisti ed a creare centri umanitari in libia.

alox

Ven, 12/08/2016 - 00:12

Solo Putin e Erdogan combattono l'ISIS e dicono il vero avendo un governo incorruttibile e limpido come l'acqua (dei navigli!!!)...speriamo chiudano presto le frontiere cosi' da non essere contaminati dai soldi e banche occidentali!

pioneer

Ven, 12/08/2016 - 08:42

E le forze speciali servono ad addestrare i locali a combattere l' isis da soli. Un lavoro importante. Ma i veri parassiti sono quelli come Cape code, che sarebbero disposti pure ad allearsi con i tagliagole pur di screditare l' Italia e gli USA che stanno infliggendo duri colpi all' isis in Libia. Pensando stupidamente che la vigliaccheria ed il disimpegno possano salvare le loro gole sempre e comunque.