Carola Rackete, procura deposita ricorso contro la scarcerazione: domani l'interrogatorio

Come già preannunciato dalla procura nei giorni scorsi, è stato depositato il ricorso contro la scarcerazione di Carola Rackete. Intanto al tribunale di Agrigento domani è atteso il nuovo interrogatorio della capitana della Sea Watch 3

Sono ore frenetiche all’interno degli uffici della procura di Agrigento: i due casi più spinosi che riguardano la tematica dell’immigrazione, quello cioè relativo all’Ong Mediterranea Saving Humans da un lato e quello sulla Sea Watch dall’altro, entrano in una fase delicata.

L’attesa è tutta sul nuovo interrogatorio, inizialmente fissato per il 9 luglio ma slittato a giovedì per via dello sciopero degli avvocati, di Carola Rackete. I magistrati aspettano nella mattinata di domani l’arrivo della capitana della Sea Watch 3 e, da quel che emerge, c’è chi scommette su una durata di diverse ore dell’interrogatorio.

Ma anche nelle ultime ore ai magistrati agrigentini di certo non manca il lavoro: dopo l’interrogatorio di sei ore tenuto martedì ad Erasmo Palazzotto, il deputato di LeU capo missione della nave Alex, in questo mercoledì si attende la decisione circa il deposito del ricorso della procura contro la scarcerazione proprio di Carola Rackete.

Oggi scade infatti il tempo limite stabilito per la presentazione proprio del ricorso, atto che viene depositato poi nelle scorse ore e e che dunque getta ovviamente ulteriore clamore sull’interrogatorio che si svolgerà giovedì mattina.

Questo nonostante ricorso ed interrogatorio riguardino due ambiti e due aspetti diversi della vicenda inerente la Sea Watch. Nel primo caso infatti, si esprime la contrarietà della procura alla scarcerazione di Carola Rackete in merito all’accusa di aver forzato il blocco della Guardia di Finanza all’ingresso del porto di Lampedusa lo scorso 29 giugno. In quell’occasione infatti, la ragazza tedesca viene arrestata e posta ai domiciliari, salvo poi essere rimessa in libertà dal gip di Agrigento, Alessandra Vella.

L’interrogatorio di giovedì invece riguarda un’altra accusa, quella cioè relativa al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. È su questo che i magistrati vogliono sentire adesso nuovamente, a distanza di più di sue settimane dal primo interrogatorio, Carola Rackete.

La capitana della Sea Watch 3 dovrebbe giungere nella città dei templi direttamente domani mattina, difficilmente rilascerà dichiarazioni ma l’attesa per conoscere sviluppi ed esiti dell’interrogatorio appare molto intensa.

L’indagine quindi, come già detto nei giorni scorsi, prende due strade quasi parallele: sulla forzatura del blocco si aspetta l’esito sul ricorso della procura contro la scarcerazione della ragazza tedesca, sull’immigrazione i pm titolari dell’inchiesta, tra questi il sostituto Salvatore Vella, vogliono avviare un nuovo giro di interrogatori.

Intanto, come detto in precedenza, procede anche l'inchiesta sull’ingresso del veliero Alex a Lampedusa avvenuto il 6 luglio scorso. Il mezzo è dell’Ong Mediterranea Saving Humans, un fascicolo viene aperto sempre dalla procura di Agrigento sia per il capitano della Alex che per il capo missione, ossia il deputato Erasmo Palazzotto. Quest’ultimo martedì viene interrogato per sei ore: “Ha risposto a tutte le domande – afferma il suo legale Fabio Lanfranca ai microfoni di AgrigentoNotizie – Sta raccontando tutto in maniera dettagliata.

Commenti

maxfan74

Mer, 17/07/2019 - 15:39

Dimentichiamocela...

BoycottPolitica...

Mer, 17/07/2019 - 15:40

Ma Salvatore Vella e Alessandra Vella sono per caso parenti?

SPADINO

Mer, 17/07/2019 - 15:47

NO FATELA SCAPPARE- METTELA DENTRO ALTRIMENTI TORNA A FARE LA TAXISTA DEI MARI

ginobernard

Mer, 17/07/2019 - 15:55

"NO FATELA SCAPPARE- METTELA DENTRO ALTRIMENTI TORNA A FARE LA TAXISTA DEI MARI" bisogna tenere ferma la nave ... lei come ce li porta in Italia i migranti ... a nuoto ? sono le navi la vera spina nel fianco. Se arrivano e non ripartono più è fatta ... alla fine mollano. Il gioco non vale la candela.

nexux

Mer, 17/07/2019 - 16:20

è tutta fuffa. non gli faranno nulla. non ho alcuna fiducia nella magistratura

VittorioMar

Mer, 17/07/2019 - 16:30

..RICORSO INUTILE PERCHE' CONFERMERA' LA DECISIONE DEL GIP !!

frabelli1

Mer, 17/07/2019 - 16:40

Vediamo, non aggiungiamo altro

Ritratto di tox-23

tox-23

Mer, 17/07/2019 - 16:49

Lasciate libera la Santa. Deve andare a recuperare un miliardino di migranti climatici da portare in Italia. Un buon progetto fattibile e umanitario, la parola del momento.

adal46

Mer, 17/07/2019 - 17:18

Da non credere: a meno che non sia una bufala...

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 17/07/2019 - 18:02

Vediamo come andrà a finire.

oracolodidelfo

Mer, 17/07/2019 - 18:03

E se la Carriola non si presenta?

florio

Mer, 17/07/2019 - 18:05

Tutta scena, per dare bechime ai polli. Questa la santificano, proposta per il Nobel, la Magistartura italiana deve fare la sua parte, poi decideranno che la prima sentenza era giusta, fine del film!

alex_53

Mer, 17/07/2019 - 18:23

occorre tuttavia mandare a scuola la GIP che la ha scarcerata in quanto la sentenza è priva di fondamento giuridico sia in merito che in diritto.

ziobeppe1951

Mer, 17/07/2019 - 18:29

Avete capito perché, le pantegane rosse, danno onorificenze a cani e porci? Gli si stringe...il Sea Watch

Reip

Mer, 17/07/2019 - 18:35

SBATTETELA IN GALERA! SI TRATTA SOLO DI UNA CRIMINALE PAZZA, CEREBROLE E SOVVERSIVA!

Alfa2020

Mer, 17/07/2019 - 19:22

Se la lascino libera quarda cosa succede tutti pensano possono entrare come vogliono o dobbiamo fare come i gillet gialli

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 17/07/2019 - 19:28

Tutta messa in scena. Sappiamo già come va a finire. Si accettano scommesse.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 17/07/2019 - 20:10

Non credo alla magistratura ,tanto meno a quella siciliana e di sinistra... ....chissà magari domani i magistrati possono rinsavire!

Divoll

Mer, 17/07/2019 - 20:33

All'arrembaggio, parola di Scarola Racket

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 17/07/2019 - 20:38

Qui la magistratura agrigentina mostrera' se e' ancora un organo dello Stato Italiano o se invece una propaggine di qualche fantomatica "corte europea", DEI MIRACOLI, aggiungo.

Ritratto di robocop2000

Anonimo (non verificato)

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 17/07/2019 - 20:44

Speriamo non la mettano in carcere perchè con quella chioma potrebbe essere un ricettacolo di pi.......i

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 17/07/2019 - 20:46

Non ho molta fiducia entrerà ed uscirà,fa parte del copione.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 17/07/2019 - 21:34

Il gioco del poliziotto buono e quello cattivo (per finta). Entrambi hanno lo stesso scopo, accogliere quanti più africani possibili come ORDINA il Grande Sovrano Politicamente Corretto, Signore delle Menti.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 17/07/2019 - 21:35

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP Signori P.M. , Carola Rackete è Carola Rackete !!! STOP Perciò , lasciatela stare !!! STOP Anche , tenete presente che se la Germania accende i motori dei carri armati , la strada è tutta in discesa fino alla Sicilia !!! STOP Anche , se la Francia si allea alla Germania , avete visto che razza di sottomarini nucleari che ha ? STOP Perciò fatevi i fatti vostri !!! STOP Fate finta che state guardando da un'altra parte !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhh.

uberalles

Mer, 17/07/2019 - 21:48

Fingeranno di interrogarla, prenderanno un cappuccino con un cornetto, giusto per far credere che l'interrogatorio si prolunga e, alla fine, i magistrati dichiareranno che va bene così...E io pagoooooo!

Ritratto di ohm

Anonimo (non verificato)