Cercasi 6mila pizzaioli

Un report del centro studi Fipe stima che nelle pizzerie italiane c’è bisogno di circa seimila pizzaioli qualificati, ma nonostante la crisi e la disoccupazione si fa fatica a trovarli

Nelle pizzerie italiane c’è bisogno di circa seimila pizzaioli qualificati, ma nonostante la crisi e la disoccupazione si fa fatica a trovarli. È la sintesi di un report del centro studi Fipe, la Federazione italiana pubblici esercizi aderente a Confcommercio, che sarà presentato martedì al "Pizza World Show" alla Fiera di Parma.

Nelle pizzerie, la forza lavoro complessiva arriva a 240.000 occupati. In Italia sono attive 50 mila pizzerie di cui la metà a taglio con un fatturato aggregato di circa nove miliardi di euro. La difficoltà nel reperire personale esperto porta i gestori, almeno in un caso su cinque, ad accontentarsi di reclutare personale non qualificato da formare. L’80% del fabbisogno di pizzaioli specialisti riguarda le piccole imprese ed oltre un’assunzione su due tra quelle non stagionali è a tempo indeterminato.

Commenti

max.cerri.79

Ven, 12/04/2013 - 16:45

Forse se al posto di assumere egiziani qualificati incapaci si preferirebbe formare italiani, allora le cose andrebbero meglio...non si nasce 'formati' , la formazione arriva con l'esperienza

franco@Trier -DE

Sab, 13/04/2013 - 11:29

bisogna avere voglia di lavorare cosa che in Italia ce ne è poca e sporcarsi le mani.