Al cimitero oscurano i crocifissi per non urtare le altre religioni

Il caso al cimitero di Pieve di Cento, in provincia di Bologna, dove sono stati montati dei teli oscuranti per nascondere i simboli della religione cristiana

Coprire i simboli cattolici anche nei cimiteri per non disturbare le altre religioni. Già, siamo, anzi sono arrivati pure a questo. Succede al cimitero di Pieve di Cento, comune di 7mila anime in provincia di Bologna, dove qualcuno ha pensato bene di predisporre il montaggio di teli per oscurare crocifissi e quant'altro per non urtare i credenti delle altre fedi.

Nell'ambito dei lavori di ristrutturazione di una cappella, è stata paventata l'installazione di un vero e proprio sistema motorizzato di teli oscuranti per nascondere i simboli della religione cristiana presenti in quella stessa cappella, in caso di cerimonie con rito diverso da quello cattolico.

La denuncia di Forza Italia

A denunciare il tutto Galeazzo Bignami, deputato di Forza Italia. "Ecco l'ultima trovata del sinistrati che in un comune della provincia bolognese annunciano fieramente, in un giornaletto preelettorale, il restauro del Cimitero e '‘...per riti o cerimonie laiche anche di altre religioni, il progetto prevede l'installazione di un sistema di oscuramento motorizzato con teli di tessuto che appunto consentiranno all’occorrenza di coprire temporaneamente le immagini sacre e le tombe di famiglia situate all’interno della Cappella'".

L'esponente azzurro chiosa con durezza: "I sinistrati per non mancare di rispetto alle altre religioni offendono i Valori Cristiani e ancor più la memoria dei nostri morti nascondendoli dietro delle 'tende motorizzate' in un cimitero per non offendere le altre religioni. Se questi amministratori si vergognano della nostra tradizione e della nostra cultura, dovrebbero andare a nascondere se stessi e non solo dietro una tenda motorizzata. Se non sono capaci di portare rispetto per i vivi almeno abbiano la decenza di lasciare stare i morti e di non coinvolgerli in scempiaggini pre elettorali".

Il commento di Giorgia Meloni

"A Pieve di Cento, un comune del bolognese, amministrato dalla sinistra hanno deciso di montare dei teli oscuranti per nascondere i simboli della religione cristiana, per non urtare la sensibilità dei credenti di altre religioni. Con la scusa del rispetto per gli altri si manca di rispetto alla nostra cultura cattolica e alle nostre tradizioni. Ormai la Sinistra è oltre il fanatismo. Questo è delirio ideologico", l'affondo di Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, sulla sua pagina Facebook.

Commenti
Ritratto di Walhall

Walhall

Lun, 08/04/2019 - 13:16

Questi comunisti sono un anetema per la nostra cultura identitaria. La peggiore delle metastasi sociali che l'umanità possa autogenerare. I peggiori degli oziosi e dei mantenuti che una società deve mantenere. Maggio si avvicina e con esso l'antibiotico delle urne.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 08/04/2019 - 13:21

Per favore, ditemi che è una bufala...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 08/04/2019 - 13:32

romagna,discarica di pdioti,sinistroidi,cessi sociali WHAT ELSE???

tosco1

Lun, 08/04/2019 - 13:33

La cosa grave, non e' tanto l'offesa delle religione cristiana, che ormai in stato comatoso grazie ai suoi rappresentanti, non reclama di sicuro.La cosa grave e'questa iniziativa lascia intendere a queste persone , che inizialmente accolte come sciagurati e diseredati del mondo, e che poi si atteggiano ,invece, da padroni(come e' scontato per la loro cultura) , che siamo un popolo decadente di .........(avrei un sacco di parole irripetibili da elencare.)

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 08/04/2019 - 13:43

Per favore, qualcuno oscuri la luna ....all'incirca ogni quindici giorni la mezzaluna in cielo turba la mia sensibilità religiosa!

Ritratto di rebecca

rebecca

Lun, 08/04/2019 - 13:44

TSO per coloro che hanno ideato una simile IDIOZIA!

Luigi Fassone

Lun, 08/04/2019 - 13:45

Certo che se un quarto degli italiani va fuori di testa come questi qui che coprono i nostri simboli per non fastidiare i loro,non basta neppure rimettere in funzione i manicomi che tanti anni fa la prima fuori di testa brigò per chiuderli...!

ziobeppe1951

Lun, 08/04/2019 - 13:51

Il sinistrume-kkkomunista ha da sempre la “mente” offuscata

lawless

Lun, 08/04/2019 - 13:52

incredibile, pieve di cento perfettamente integrata dai clandestini regolarizzati. Ma dico, non sarebbe meglio tirare su uno steccato e dividere il cimitero? I rossi preferiscono la sottomissione allo straniero e fare la voce grossa con chi straniero non è! La loro mente distorta stravolge il nostro sistema di vita secolare per cui, drogati di buonismo, si vantano di essere affetti dalla "sindrome di Stoccolma"

Ritratto di Turzo

Turzo

Lun, 08/04/2019 - 13:53

E' proprio vero, non c'è limite al peggio. Sinistrati komunisti risiedono beatamente nella loro fossa settica chiamata Emilia Romagna. Hanno tanto vuoto cerebrale che non sanno che il cimitero è terra consacrata ai cristiani e pertanto croce o non croce è pur sempre un luogo cristiano e non di altre religioni. Questa è ignoranza allo stato brado.

venco

Lun, 08/04/2019 - 14:05

Opera di persone infami, orrende, certamente massoni satanici.

cir

Lun, 08/04/2019 - 14:48

bandog . sono perfettamente d' accordo .

veromario

Lun, 08/04/2019 - 15:00

governanti pagliacci,è chiedo scusa ai pagliacci,provate ad andare a cassata è vediamo come rispettano le altre religioni.

Adespota

Lun, 08/04/2019 - 15:18

Evoluzione filosofico-letteraria...siamo passati nei secoli dall'elogio della follia al..necrologio della follia...

paco51

Lun, 08/04/2019 - 15:49

ma chi e sto genio? sono cattolico ma abbiamo un papa che fa sorridere!

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 08/04/2019 - 15:57

La moneta da due euro della Slovenia ha la doppia croce ortodossa del simbolo cristiano. Un Europa che si rispetti e che speriamo cambi, metta un simbolo di croce su tutte le monete e su tutte le banconote. Vediamo se le schifano e non le vogliano…? (Credenti o no è il simbolo della nostra storia e cultura.)

cesare caini

Lun, 08/04/2019 - 15:59

Ma siamo impazziti ?

vince50

Lun, 08/04/2019 - 16:12

Cose da sinistrati di nome e di fatto,la peggiore sciagura dell'Italia rovinata da questi inqualificabili.

killerqueen

Lun, 08/04/2019 - 16:26

Ma scusate, chi non e' di religione cattolica che tipo di cerimonia ci va a fare in un cimitero?????

valerie1972

Lun, 08/04/2019 - 16:28

Quindi quando i seguaci delle altre religioni officiano secondo il loro culto intendono i segni della religione cattolica come un insulto o un fattore di disturbo da rimuovere dalla vista. Alla faccia della cultura inclusiva, del rispetto e dell'accoglienza senza muri e senza confini! Porti chiusi? Case chiuse? Ma cominciamo piuttosto a preoccuparci di riaprire i manicomi!!!

maurizio50

Lun, 08/04/2019 - 16:29

La stupidità in Emilia e in Toscana non ha limiti. E' per questo motivo che i Compagni dai tempi di Stalin in poi, da oltre settant'anni, hanno in mano quelle regioni. E quella riportata è l'esemplificazione completa della stupidità PDiota!!!!!

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Lun, 08/04/2019 - 16:41

Chi si offende IN CASA DEGLI ALTRI sono solo i musulmani, prego. Non le "altre religioni". A loro si sono inchinati come leccapiedi

BALDONIUS

Lun, 08/04/2019 - 16:45

Che vi aspettavate da quei comunisti traditori senza onore e senza dignità?

alexdal

Lun, 08/04/2019 - 17:10

Penso che gli ebrei non sono urtati perche' si convive insieme nei cimitari da anni I buddisti convivono bene essendo i più aperti Nemmeno gli induisti o i shintoisti si creano problemi. Quindi penso che stiano parlando dei mussulmani. Se a loro da fastidio entrare in un cimitero cristiano, penso che sia più corretto costruire un cimitero separato. Oppure se si deve oscurare il fatto che un morto era stato seppellito con rito cristiano (o buddista o ebreo) si dovrebbe oscurare anche il morto mussulmano. Ma a questo punto se si offendono mostrando un simbolo cristiano anche un cristiano si dovrebbe offendere se vede una donna con velo che mostra la fede mussulmana o un tappetino per pregare di un mussulmano. Se si deve eliminare la religione sono daccordo, ma non mi si deve imporre invece un'altra religione Come alla cerimonie mussulmane che fanno nei parchi (vedi parco dora a torino) con altoparlanti a tutto volume gridando allah akbar per ore

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 08/04/2019 - 17:28

Bene, io non ho nessuno sepolto a Cento (i miei sono in altro loco con tanto di croci) ma se ne avessi anche solo uno dei miei cari denuncerei il comune per "oscuramento" coatto della tomba. Mia tomba, mia in quanto l'avrei pagata con fior di quattrini.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Lun, 08/04/2019 - 17:39

E' scandaloso permettere ciò

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 08/04/2019 - 17:53

Il rispetto fra religioni consiste in un "calamento di braghe" del genere? Fanno lo stesso nei cimiteri islamici a Ryad, Amman, Il Cairo, Islamabad, Tripoli etc.? Nihil sub sole novi! Da quelle parti vale l'aforisma di Einstein secondo cui: "Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi." Cjape e puarte a cjase!!!

PaoloPan

Lun, 08/04/2019 - 17:59

L’imam argentino, che si veste di bianco per sembrare papa, sarà felicissimo.

Ritratto di Borg52

Borg52

Mar, 09/04/2019 - 08:29

Per favore, non confondiamo CENTO(FE) con PIEVE DI CENTO(BO)!!!

Vigar

Mar, 09/04/2019 - 10:13

Come ci hanno ridotti!....Che dice francesco, condivide?...

claudio faleri

Mar, 09/04/2019 - 11:32

una dimosttrazione di imbecillità e di volontà, sempre presente nella sinistra, distruttiva verso l'italia se gli italiani lo avessero capito non avrebbero votato per 60 anni questa spazzatura politica di sinistra

routier

Mar, 09/04/2019 - 11:48

Saranno un problema anche i crocevia stradali? Se condannano anche quelli siamo nei guai!

Trifus

Mar, 09/04/2019 - 11:48

Bandog 13:32 Pieve di Cento è in Emilia, non in Romagna. La Romagna comprende le provincie di Ravenna, Forlì e adesso Rimini, tutto il resto è fuffa, cioè Emilia. Borg52 8:29, Attualmente sono due comuni, ma nel passato erano lo stesso comune, poi fu deviato il corso del fiume Reno, il nucleo abitativo si trovò da una parte e la chiesa, altresì detta pieve, dall'altra, da cui Cento e Pieve di Cento. Insomma la testa è la stessa. Che dire, l'Emilia Romagna e la Toscana furono le regioni più nere, cioè fasciste, poi più rosse, comuniste e, se tanto mi da tanto, diventeranno le più islamiche. La buone notizia è che non ci hanno mai preso, hanno sempre sposato le cause perse e ci sono fondati motivi che continuino nel solco di questa buona tradizione.

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Mar, 09/04/2019 - 11:56

Oggi oscurano il NOSTRO CROCEFISSO e domani, quando in Italia ci sarà un partito MUSULMANO, scoperchieranno le nostre tombe per mandarle tutte alla discarica. SIAMO ALLA FOLLIA. Ringraziamo i democratici italiani, i veri COMUNISTI.