Codici su casco, gilet e divisa: la legge Pd per schedare gli agenti

La proposta di legge approda in Commissione. È uno storico cavallo di battaglia del M5S. I sindacati: "Una vergogna"

Ci avevano già provato altre volte. Due almeno. Nel 2017 i grillini presentarono un emendamento in Commissione Affari Costituzionali al decreto legge sulla sicurezza urbana (Minniti). Anno scorso ci riprovarono in tandem col Pd durante la discussione del decreto Sicurezza Bis. E ora sono proprio i dem a tentare l'ultimo assalto. L'obiettivo è sempre quello: "schedare" gli agenti schierati a difesa dell'ordine pubblico.

Lo scorso 15 ottobre, in commissione Affari Costituzionali è approdata la proposta di legge n° 1528 firmata da Giuditta Pini. Il solo numero forse non dirà nulla, ma il testo è chiarissimo. L'articolo 2 infatti prevede che "il casco di protezione indossato dal personale delle forze di polizia" riporti "sui due lati e sulla parte posteriore un codice alfanumerico che consenta l'identificazione dell'operatore che lo indossa". Il codice alfanumerico deve poi essere applicato anche al "gilet tattico" e "all'uniforme", in modo da essere "chiaramente visibile sia davanti che da tergo". In caso di mancato rispetto della legge, o se il codice viene "oscurato" o scambiato con altri poliziotti, la violazione costerà all'operatore da 3mila a 6mila euro. Più le sanzioni disciplinari del corpo cui appartiene.

La proposta è stata presentata alla Camera lo scorso 23 gennaio e assegnata alla Commissione Affari Costituzionali il 15 ottobre 2019. L'esponente dem riconosce "il compito centrale delle Forze di polizia", ma sostiene sia necessario adeguarsi di "strumenti per la tutela dei cittadini" contro "eventuali abusi del diritto che occasionalmente si potrebbero verificare".

Come noto i sindacati di polizia sono contrari. Perché il rischio è che alla fine si finisca col "dare addosso" al povero poliziotto o carabiniere che passa ore a subire insulti, bombe carta e sassate e alla prima carica di alleggerimento rischia di finire sul patibolo. L'identificativo, dice al Tempo Gianni Tonelli, sindacalista e deputato della Lega, crea "avversione" e può "mettere in soggezione" chi si ritrova in tenuta antisommossa. "Serve tutela, non metterci ancor di più in pericolo", aggiunge Valter Mazzetti dell'Fsp Polizia. Mentre per il segretario generale del Coisp Domenico Pianese è "una vergogna".

Il fatto è che per la Pini la cronaca sarebbe piena di "episodi in cui dopo abusi da parte delle forze di polizia non è stato possibile garantire tutela in sede giudiziaria" proprio perché non si è stati in grado di identificare il poliziotto coperto dal casco. Quali episodi? Come fulgido esempio la deputata porta, cà va sans dir, i fatti del G8 di Genova. Ovvero un caso di 18 anni fa, senza però citare le migliaia di agenti feriti per colpa di "pacifici" manifestanti a volto coperto.

Certo, la deputata del Pd ricorda che i numeri identificativi per gli agenti sono stati inseriti a Londra, Parigi e pure in Grecia. Ma il contesto è diverso, e forse non occorre scomodare troppo Youtube per notare le differenze di intervento delle forze dell'ordine in quei Paesi. I nostri poliziotti a confronto sono angeli, e pure con le ali tarpate.

Una seconda parte della proposta di legge prevede invece l'introduzione delle bodycam, ovvero le microtelecamere sulle divise degli agenti, in modo da registrare tutto quello che accade "in situazioni di criticità per l'ordine pubblico". Sembra una compensazione: rendo identificabili gli agenti, ma registro pure le violenze dei manifestanti. C'è però la fregatura. Mentre il codice dovrà sempre essere applicato, le bodycam potranno iniziare a registrare "solo in caso di effettiva necessità", cioè "in caso di concrete e reali situazioni di pericolo di turbamento dell’ordine e della sicurezza pubblica". E chi lo decide? Mistero. Le videocamere avranno una scheda vuota, che poi sarà riversata su dei server protetti. A quel punto le registrazioni verranno "conservate fino a quando" non sarà "accertata la reale esistenza della situazione di pericolo". Se così non sarà, verranno subito cancellate. Mentre la schedatura rimane.

Commenti

wrights

Gio, 31/10/2019 - 11:26

Io invece sono favorevole che chi vuole denunciare un'abuso durante una manifestazione, possa indicare chi lo ha commesso. Logicamente la cosa va estesa anche ai manifestanti e quindi andranno preventivamente identificati e sanzionati tutti i partecipanti che si imbavagliano, usano o posseggano caschi, maschere o quant'altro per nascondere la propria identità.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 31/10/2019 - 12:42

Una Vergogna per il sindacato? Certo, ma anche una Porcheria per tutti gli Italiani onesti, pure quelli di sinistra!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 31/10/2019 - 12:51

Signor "wrights" non so da dove arriva lei, ma guardi che nelle manifestazioni politiche chi prende più botte, sassate, insulti, sono i militi delle forze di Polizia. In manifestazioni senza violenza, da parte dei manifestanti, le Forze di Polizia non hanno mai violentato nessuno. Mentre spesso si devono difendere e basta.

lorenzovan

Gio, 31/10/2019 - 13:26

in tutta l'europa..PORTOGALLO INCLUSO...esiste un distico con il nome dell'agente appuntato sul giubbotto e de'state sulla camicia ..NON si lamenta nessuno...in Europa..solo in Italia...quella del non pagamento on line.. del non pensionamento a 65 anni..ma dei terrapiattisti..dei no vax..no tax..no tav e scie cosmiche varie..esistono quweste stupidaggini mentali

killkoms

Gio, 31/10/2019 - 13:59

è la risposta del piddi per le uccisioni degli agenti!

bernardo47

Gio, 31/10/2019 - 14:00

semplicemente demnenziale. Diano loro(alla forze dell'ordine) invece attrezzature e strumenti adeguati. E pure stipendi correlati alla funzione e al rischio.

killkoms

Gio, 31/10/2019 - 14:03

@lorenzovan,in quei paesi la polizia è tutelata!in Italia no!hanno accoltellato a morte un carabiniere e a momenti il delitto era che uno degli accoltellatori era stato bendato! ,

cicocichetti

Gio, 31/10/2019 - 14:04

io la trovo un ottima iniziativa. Del resto si usa così anche nel resto d'Europa

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Gio, 31/10/2019 - 14:05

Invece di schedare i delinquenti picchiattori seriali comunisti schedano i carabinieri. Ha ha ha...

QuasarX

Gio, 31/10/2019 - 14:06

Mettiamo un codice identificativo anche a tutti i clandestini che girano liberamente per l'Italia?

valerie1972

Gio, 31/10/2019 - 14:07

@wrights, sacrosanto! Ma questo secondo aspetto della medaglia il governo di sinistra quando lo analizzerà? Sappiamo già la risposta, giusto? Come sappiamo benissimo che lo scopo di queste forze politiche e delle loro cavallette italo/europee è di creare un clima esasperato e persecutorio, sperando che qualche testa calda perda il controllo e commetta reati gravi, come puntualmente è stato anche nei giorni della Diaz.

agosvac

Gio, 31/10/2019 - 14:07

Ci starei, purché il Pd facesse un'identificazione certa della gentaglia dei centri sociali. Codici a barre in fronte e nei maglioni di puro cashmere!!!

poli

Gio, 31/10/2019 - 14:08

La batosta presa non gli basta a gigino,masochista.

glasnost

Gio, 31/10/2019 - 14:09

La polizia non è uguale al manifestante, come non lo è il magistrato. Chi rappresenta lo Stato non può essere equiparato al disobbediente o delinquente comune. Perché altrimenti esisterebbe il vilipendio al capo dello stato? E'necessario forse che le FF.OO. lo facciano intendere agli italiani?

carpa1

Gio, 31/10/2019 - 14:10

Le leggi vigenti prevedono l'arresto per chi manifesta coprendosi il volto o altri mezzucci per nascondersi dietro l'anonimato. Quindi lasciamo perdere le minchiate e si cominci ad arrestare immediatamente coloro che vanno alle manifestazioni dotati di caschi, bavagli, mazze e quant'altro lasciando nell'armadio il cervello (se ce l'hanno!); e vedrebbero che i poliziotti manco li guarderebbero, altro che codici e nomi per le divise!

cgf

Gio, 31/10/2019 - 14:12

Si vede che NON hanno fatto il militare e non sanno perché tutti i militari debbano avere i capelli corti, soprattutto la nuca

cgf

Gio, 31/10/2019 - 14:13

Par condicio per favore, anche i manifestanti e coloro che lanciano sassi, bottiglie, estintori debbono essere riconoscibili, magari forniti anche di tesserino con foto ed autorizzazione a manifestare.

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 31/10/2019 - 14:13

Ci stanno riuscendo, era rimasta fuori ora la portano in parlamento e la votano: schedare le Forze dell'ordine, ecco il vero scopo dell'unione.....

corto lirazza

Gio, 31/10/2019 - 14:14

Meglio ancora, propongo di sequestrare un parente stretto di ogni poliziotto impegnato a contenere manifestazioni pubbliche, così da potersi vendicare sui parenti del poliziotto che si sia permesso di menare un manifestante violento. Così impara!

moichiodi

Gio, 31/10/2019 - 14:14

Capita a fagiolo. Questo problema nato al g8 di Genova, finalmente va in discussione programmata ad ottobre. Giusto in tempo per scatenare il giornale per fare la solita propaganda che la sinistra odia le forze dell'ordine.

Libertà75

Gio, 31/10/2019 - 14:19

va bene tutto, possiamo anche farli andare disarmati, vogliamo però prevedere serie pene (per esempio 10-15 anni) per chi protesta incappucciato? Vogliamo far si che nessun poliziotta possa alzare le mani neanche per difendersi? Va bene, possiamo però prevedere 20 anni di galera se una pecorella mena un poliziotto gratuitamente? Perché va bene tutto, ma in democrazia si soppesano gli interessi e non si perseguitano classi sociali (oh forse discendente dai regimi dittatoriali del secolo scorso?)

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Gio, 31/10/2019 - 14:19

Bisogna scendere in piazza ! Con le forze dell'ordine ! Questi vigliacchi antiStato, asserviti all'Europa sono capaci, in pochi mesi, di devastare l'Italia, annichilire gli Italiani, dare il voto ai 16nni e magari agli stranieri, presentandosi poi alla cassa ! Devono essere cacciati quanto prima !!!!

gigi0000

Gio, 31/10/2019 - 14:20

E' la solita tiritera: "Chi non ha nulla da nascondere, ...." Per quale ragione i poliziotti non dovrebbero essere riconoscibili? Poi sarebbe comunque opportuno rivedere le regole d'ingaggio degli stessi, che non dovrebbero essere vittime di delinquenti e dovrebbero avere taser e poter sparare all'occorrenza, senza incorrere in guai grossi, se non manifestamente sproporzionati alle circostanze, o essere palesemente abusi d'autorità. Se poi altre ai codici sul casco, vi fossero anche le telecamere, sarebbe ancora meglio.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 31/10/2019 - 14:22

Stanno cercando di imbavagliare le forze dell'ordine tenendogli legate entrambe le mani.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Gio, 31/10/2019 - 14:23

Caro signor wrights, vole basso lei. Il giorno che tutti coloro che accedono alle manifestazioni cammineranno nelle strade solo dopo essere stati identificati, allora parleremo del resto. Ma Lei ha solo vissuto queste cose in TV...... E poi ci sono tanti di quei filmati. Visto mai che un poliziotto che ha abusato non sia stato identificatO ? la sua è solo demagogia !

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 31/10/2019 - 14:24

la notizia indigna perché a fronte un atteggiamento più rude di un poliziotto nei confronti di un migrante (e la cosa spesso è indispensabile), si rischierebbe di veder processato il solo agente con il delinquente protetto dalla magistratura e da tutta la pattuglia di sinistra. E' indubbio che anche fra le forze dell'ordine possa esserci qualche elemento da tenere sott'occhio, ma se i giudici svolgessero correttamente il loro lavoro, non solo per quanto riguarda i clandestini, ma anche per i boss della mafia che vengono scarcerati, oggi le forze dell'ordine avrebbero molto ma molto meno lavoro. E quelle volte che si trovano costretti ad un utilizzo della forza superiore rispetto a quanto richiederebbe la situazione, direi che prima di giudicare, ci si dovrebbe trovare in quelle situazioni per avere un quadro più chiaro del pericolo che corrono tutti i giorni.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Gio, 31/10/2019 - 14:26

Maledetti nemici d'Italia ! Le impronte dei clandestini no ! La schedatura dei poliziotti si ! Mettiamogli un codice a barre così possono sapere anche il domicilio ! Siete degni dei Centri Sociali anarco-insurrezionalisti !

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 31/10/2019 - 14:29

@QuasarX: scherzi?? questo non si può, rievoca il nazismo. Ai sinistri interessa che ci sia il disordine sociale, non lo combattono in alcun modo, vedi clandestini, migranti, centri sociali e ROM.

Ritratto di Willer09

Willer09

Gio, 31/10/2019 - 14:33

i cattocomunisti pidioti sono veramente patetici!

maurizio-macold

Gio, 31/10/2019 - 14:34

Sinceramente non capisco il motivo di questa polemica. Sulle divise di molti corpi dell'esercito compare da tempo una targhetta che riporta il nome ed il cognome del militare. Le forze dell'ordine vanno sicuramente tutelate di piu' ma non rendendole anonime. Tutt'altro, ogni milite deve essere fiero di mostrare la propria identita'.

mariolino50

Gio, 31/10/2019 - 14:34

Io sono stato a NY e in California, i poliziotti hanno ben visibile il numero di identificazione, ciò non gli impedisce di sparare spesso a casaccio, circa mille morti all'anno, contro 50, e in galera non ci vanno, come non ci vanno i nostri, al massimo un processo. Anche in altri paesi sono riconoscibili, e in borghese si presentano, qui invece spesso sono mascherati e non tirano fuori nemmeno il tesserino.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 31/10/2019 - 14:38

Fate schifo:invece di spendere soldi per dargli maggiori e migliori mezzi per garantire maggiore sicurezza,a loro e ai cittadini,li spendete per schedarli. VERGOGNATEVI. Solo per questo dovreste precipitare al 5% nei sondaggi.

mariolino50

Gio, 31/10/2019 - 14:38

02121940 Mi sa che non conosce la storia d'Italia, nei primi anni 60 sparavano senza tanti problemi, l'elenco dei morti si trova in rete.

glasnost

Gio, 31/10/2019 - 14:42

Questa personalizzazione non sarebbe opportuno averla per tutti quelli che amministrano la giustizia per conto dello stato, magistrati inclusi?

Anticomunista75

Gio, 31/10/2019 - 14:49

giùalnord, esatto, ogni azione dei sinistri è volta a instaurare caos sociale. Favorire l'immigrazione e nel contempo rendere il più possibile innocue le forze dell'ordine. Vogliono instaurare la giungla in Italia per dominare meglio i sudditi. La destra una volta al governo deve ripulire la magistratura e porre in stato di accusa ogni singolo delinquente politico che ha cercato di favorire il disfacimento della nostra Patria.

aldoroma

Gio, 31/10/2019 - 14:51

I poliziotti schedati i delinquenti no Complimenti... Spero che gli Italiani vi cancellino per sempre dal mondo politico.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 31/10/2019 - 14:53

Cominciamo a chiudere in galera, senza se e senza ma, chi, in preda ad escandescenze o crisi mistica, alza le mani sulle forze dell'ordine. Poi potremo anche prendere in considerazione l'identificazione degli agenti. Semplice, vero, kompagni?

detto-fra-noi

Gio, 31/10/2019 - 14:55

nomadi non sia mai; poliziotti si...

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 31/10/2019 - 15:05

Proposta di assoluto buon senso che deve andare di pari passo con una stretta rigorosa sui comportamenti violenti contro le forze dell'ordine. L'adozione della videoregistrazione delle azioni di polizia è un giusto bilanciamento che tutela i militari in primo luogo. Gli abusi ci sono stati e non si fa un buon servizio alle nostre forze dell'ordine negandoli. D'altro canto deve passare il concetto che chi tocca un poliziotto o un carabiniere che sta facendo il suo dovere deve piangere sangue.

GiovannixGiornale

Gio, 31/10/2019 - 15:06

Mariolino50 Io nei primi anni 60 c'ero e testimonio che molti manifestanti (ricorda i katanga?) scendevano in piazza con il preciso intento di fare più male possibile. Come fanno oggi i centri sociali, che ancora godono di sostanziale impunità. Per motivi più o meno oscuri.

frabelli1

Gio, 31/10/2019 - 15:11

La feroce dittatura comunista sta arrivando. Allora una controproposta. TUTTI i cittadini che partecinano a manifestazioni devono avere il loro codice fiscale stampato in fronte ed essere a volto scoperto.

frabelli1

Gio, 31/10/2019 - 15:12

@wrights Gli abusi solitamente sono fatti dai manifestanti, quelli che vanno col viso coperto da passamontagna o da casco.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 31/10/2019 - 15:16

wrights - 11:26 Esatto. Ci vorrebbe quell'equilibrio di giudiziario che molto spesso latita. Premesso che chiunque sbaglia deve pagare, in Italia gli arresti di manifestanti violenti sono in numero quasi infinitesimale rispetto ad altri paesi Ue e quei pochi arrestati in gran parte vengono discolpati. Se prendono qualcuno ad es. che non mostra il volto finisce a tarallucci e vino, more solito. A questo punto se questo ipotetico equilibrio non sarà stabilito con leggi meglio mirate, mi sa che la polizia starà con le mani in mano, com'è avvenuto anni fa in una manifestazione a Milano quando fu ministro per gli interni Alfano.

zen39

Gio, 31/10/2019 - 15:20

E' la cosa più schifosamente ipocrita che questo forza politica del ..... si accinge a fare. E' la vendetta della disfatta Umbra ? E perchè prenderserla con i poliziotti, perchè si fanno ammazzare ? In molti paesi i poliziotti hanno sulle spalle o sul casco un videocamera che ha una doppia utilità: rilevare le violenze dei manifestanti ma anche gli eventuali abusi. Questo si doveva fare. Si vuole umiliare la polizia come se fosse una forza antagonista al governo. La misura è colma. C'una forma maniacale che le stelle cadenti con ex comunisti hanno evidentemente nel loro dna. Schedare e tassare. Limitare la libertà dei cittadini sul denaro, controllare ogni piccolo acquisto ogni movimento bancario anche delle classi meno abbienti in una sorta di perversa ricerca del piccolo evasore, mnetre ci sono miliardi da commercio di droga e di migranti, da truffe sull'iva da grossi affaristi che il fisco ,chissà perchè, riesce solo sporadicamente a beccare.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 31/10/2019 - 15:23

maurizio-macold Gio, 31/10/2019 - 14:34,grandissima testina,allora devi sapere che in situazioni particolari il soldato,sottufficiale o ufficiale,ha l'ordine ditogliere sia il nome che il grado dalla tuta per non essere identificato,con un semplice movimento..ciaparatt!!!

Vincenzo65

Gio, 31/10/2019 - 15:28

Perché non mettiamo pure il nome di tutti i parenti fino al terzo grado ? Potrebbe tornare utile per la vendetta trasversale. BUFFONI

mareblu30

Gio, 31/10/2019 - 15:28

IO PENSO CHE, NESSUN IMPIEGATO STATALE O SERVITORE DELLO STATO POSSA NASCONDERSI DIETRO L'ANONIMATO , E NON ESSERE RESPONSABILE DELLE PROPRIE AZIONI. RAGION PER CUI PER APPLICARE LA LEGGE SERVE IDENTIFICARE COLUI CHE COMMETTE IL REATO, PER QUESTO MOTIVO , SE QUALCUNO COMMETTE DEGLI ABUSI DEVE ESSERE IDENTIFICATO E PUNITO.

timba

Gio, 31/10/2019 - 15:31

Lorenzovan. Sarà come dici tu. Ma vai nelle altre parti di Europa a insultare, sputare o tirare qualcosa addosso ad un poliziotto e vedi che fine fai. Qui, visto che Michiodi ha parlato di G8, intitoliamo stanze a gente come Giuliani che assieme ad altri liquami sfondava una volante e voleva lanciargli dentro una molotov, mentre il carabiniere ha dovuto sparire dalla circolazione. Comunque facciamo così. Ok all'identificazione degli agenti e, al contempo, ok a manganellare automaticamente chi si presenta mascherato alle manifestazioni, lui si delinquente a prescindere perchè viola la legge e se si copre sicuramente ha non ha buone intenzioni. E dove la gente non si copre e non dà alcun problema? Guarda caso alle manifestazioni di quei nazisti fascisti della lega. Ma pensa tu...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 31/10/2019 - 15:32

...allora gli "antagonisti",prima di partecipare ad ogni "manifestazione",dovrebbero essere tutti schedati,portare dei numeri di identificazione e cose del genere..."par condicio"!...No non va bene?....Solo la Polizia,i Carabinieri?....E gli "italiani" al 33% a Marzo 2018,hanno avuto il coraggio,lo stomaco,di votare questo "movimento"?!Povera Italia!

lorenzovan

Gio, 31/10/2019 - 15:38

kilkoms ..che i polixziotti debbano essetr e tutelati NON CI PIOVE..ma mnon pensare che in Olanda e Portogallo.. e io parlo delle realta' che conosco..non della luna..non e' che i poliziotti siano trattai meglio e siano tutelati meglio..Ma in Olamnda una cosa ti assicuro..nessun malvivente riuscirenbbe mai a togliere la pistola ad un poliziotto...

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Gio, 31/10/2019 - 15:39

E' evidente che ormai non sanno come continuare a perdere voti e si impegnano fino allo spasimo a perseguire quelle strade che finora non li hanno delusi! Gaglioffi!

mimmo1960

Gio, 31/10/2019 - 15:47

Io metterei la telecamera sul casco così non c'è scampo per gli antagonisti. Solidarietà alle Forze dell'Ordine.

Mario5009

Gio, 31/10/2019 - 15:48

E' una misura di civiltà sacrosanta! Non capirlo è da dementi. E non bisogna certo essere dei facinorosi black block!!

WARRIOR72

Gio, 31/10/2019 - 15:49

E' vero..in altri stati la Polizia ha il codice identificativo ma gli agenti sono enormemente più tutelati dal punto di vista legale...se passa la legge, oltre le botte, in ogni operazione di ordine pubblico, dovranno temere querele "a pioggia" su "pseudo" violenze e torture denunciate dal no-global di turno...

DUOMODIMILANO

Gio, 31/10/2019 - 15:52

Io mi definisco tranquillamente di destra, molto di destra e sono assolutamente a favore delle forze dell'ordine in tutto, ma sinceramente questa è una polemica stupida, i codici identificativi per gli agenti in servizio si usano in tutta Europa e non solo, siamo noi gli unici a non utilizzarli !!!

mimmo1960

Gio, 31/10/2019 - 15:54

Per maurizio-macold. Nome e cognome sulla targhetta dei militari è stata abolita, violava le leggi della privacy.

lorenzovan

Gio, 31/10/2019 - 15:59

timba..ho gia' in parte risposto a Kilkoms...ai miei tempi...esisteva il reato di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale...8 casi su 10 chi veniva accusato..ne era innocente..Le forze dell'ordine ne usano e abusavano a volonta..e te lo assicuro io perche' mi capito' personalmente come capito'a d amici miei universitari..non certo facinorisi o centro sociali ( chen non esistevano all'epoca)..Ne abusarono tanto che si decise di togliere la fattispecie...Ora magari occorrerebbe rimetterla..ma solo con telecamere suicaschi ..per provare che effettivamente i reati siano stati compiyti

cabass

Gio, 31/10/2019 - 15:59

Il PD vuole identificare i poliziotti, ma non i manifestanti violenti a volto coperto... Apperò!

mzee3

Gio, 31/10/2019 - 16:22

Le forze dell'ordine hanno il DOVERE di proteggere la popolazione ma altresì hanno l'obbligo di non colpire indiscriminatamente persone indifese. Anche nei paesi considerati non democratici o che non lo sono ogni agente ha un numero sul casco. Che coraggio essere un 7/8 contro uno già caduto a terra e colpirlo… gli agenti vanno sanzionati.

gabriel maria

Gio, 31/10/2019 - 16:25

Gli italini hanno già votato....l'uomo del colle dovrebbe ormai aver capito che quello che ha fatto,forse spinto da altri, è stato un colpo di stato.......

ST6

Gio, 31/10/2019 - 16:29

Nessuna schedatura: negli Stati Uniti d'America, che molti qui decantano come esempio, la polizia indossa il badge con il _numero identificativo_ ed ha il _cognome_ indicato sulla divisa sempre. Per non parlare delle bodycam e carcam da anni e anni oramai in uso quotidiano. Solo uno stato fascista può voler tenere nell'ombra i suoi servitori: i poliziotti italiani non hanno nulla da temere, essendo la stragrande maggioranza di loro onesta e lavoratrice. Oltretutto si noti che un indentificativo alfanumerico è presente anche per i militari italiani in missione nei teatri esteri.

david71

Gio, 31/10/2019 - 16:31

Finalmente una legge di Libertà.

ST6

Gio, 31/10/2019 - 16:34

agosvac: io partirei dal Parlamento e dai politici italiani: tatuaggio in fronte delle generalità, partito e identificativo sentenza per i condannati. I politici, come i poliziotti, li stipendia il cittadino. I fascisti di casapound et similia e i comunisti dei centri sociali, no. Punto

Beaufou

Gio, 31/10/2019 - 16:38

Mi starebbe anche bene, a patto che gli agenti venissero sottratti alla giustizia ordinaria, rispondendo solo al Ministero degli interni. Schedare gli agenti e lasciarli alla mercé di qualche giudice politicizzato è solo istigazione a delinquere. wrights: lei vorrebbe schedare i manifestanti? ma non s'accorge che sta dicendo cavolate?

ST6

Gio, 31/10/2019 - 16:39

timba: "Qui, visto che Michiodi ha parlato di G8, intitoliamo stanze a gente come Giuliani". Un fatto molto grave e senza senso anche per me, non c'è dubbio. Ma questo non deve pregiudicare l'andare avanti e rendere identificabili chi lavora per lo Stato - ff.oo. comprese.

Valvo Vittorio

Gio, 31/10/2019 - 16:39

Le "manifestazioni" di protesta indette dai sindacati legittimati o legalmente riconosciuti devono essere autorizzate, quindi non spontanee. I manifestanti autorizzati vanno schedati, numerato e ripresi da video. Gli infiltrati vanno ripresi e sanzionati da corrette norme che vanno inasprite in funzione dei reati commessi. Asserire che le proteste siano comunque legittime è in antitesi alla civiltà di un popolo, come lo è l'anarchia al comunismo. Il comunismo è crollato per implosione, l'anarchia resiste come strascico all'inciviltà di un popolo.

rossomaltese

Gio, 31/10/2019 - 16:40

Non capisco che problema ci sia...mica si sta chiedendo di mettere nome cognome e numero di telefono!!!Si chiede un codice identificativo così che, nel caso ci siano degli abusi, il poliziotto reo possa essere identificato...credo che i poliziotti (o carabinieri o chi altro) che non hanno niente da nascondere non hanno niente da temere!!!

maurizio-macold

Gio, 31/10/2019 - 16:40

Signor BANDOG (15:23), di solito non rispondo ai post dei subumani perche' non hanno capacita' intellettiva adeguata. Nel suo caso poi in fatto di QI siamo al fondo del barile per cui la chiudo qui.

ST6

Gio, 31/10/2019 - 16:45

mariolino50: sei male informato. Negli U.S. le forze dell'ordine vengono processate e condannate eccome per eccessivo uso della forza, molestie etc. In famiglia (siamo italiani, inglesi e statunitensi), ne conosciamo eccome di persone che hanno perso il lavoro di poliziotto e agente dei dipartimenti comunali e oggi fanno tutt'altro.

mzee3

Gio, 31/10/2019 - 16:49

Beaufou @@@ tutto bene purché il ministero degli interni non sia né fascista (anche se protesta diversamente...come Salvini perché lui era addirittura nazista come dichiarato da un suo storico) né collegato con movimenti neo fascisti o peggio nazionalisti.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 31/10/2019 - 18:27

la sinistra mi dà sempre più nausea, per loro delinquenti, cani e porci che ci invadono, sono più importanti della polizia e delle persone oneste

killkoms

Gio, 31/10/2019 - 20:52

@st6, per l'identificabilita c'è un solo sistema che garantirebbe controllo e legalità:la body cam per ogni poliziotto! indovina chi è che non la vuole?

killkoms

Gio, 31/10/2019 - 20:54

bandog,mauri-zio mani-gold è un'autentica arma vivente;un pi/sto/la!

killkoms

Gio, 31/10/2019 - 22:37

@mariolino50,negli Usa non c'è nessuna unità della polizia che assomigli ai nostri "Reparti Mobili" (la ex Celere,per la cronaca),o ai Battaglioni dei CC,perché?perché li (negli Usa),nonostante l'americano medio sia tendenzialmente violento (e può liberamente detenere armi) le leggi sull'ordine pubblico sono severissime!manifestanti vengono arrestati solo perché invece di rimanere sulla strada,sono saliti sui marciapiedi!e guai a resistere all'arresto!per giunta non c'è una magistratura sinistrante e irresponsabile come la nostra,solo malata delle sue prerogative,come quell'assurdità solo italica dell'"obbligatorietà dell'azione penale"!

PassatorCorteseFVG

Ven, 01/11/2019 - 09:16

non capisco una cosa: e inutile dare le armi alle forze dell" ordine e poi disarmarle con la legge, e inutile schedare tutti gli agenti e non schedare chi va a manifestare,e inutile obbligare gli agenti a difendere il popolo italiano e poi metterli sotto inchieste sempre e comunque nell" adempimento del proprio dovere, e inutile criminalizzare gli agenti e poi volere la loro scorta, e solo ipocrisia, forse i veri inutili sono i politici incapaci che sono loro stessi all" origine di questo casino istituzionale.a costoro chiedo: nel caso avete bisogno di protezione chiamate i centri sociali,i delinquenti , i rom che voi proteggete e lasciate in pace le forze dell" ordine. vi saremo eternamente grati. ciao a tutti.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 01/11/2019 - 12:27

maurizio-macold Gio, 31/10/2019 - simile ad un animale gueguere,mo va a cagher!!alutammo

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 01/11/2019 - 12:30

killkoms Gio, 31/10/2019 - 20:54 XD, oddio a Torino lo chiamerebbero piciu!! XD

mariolino50

Ven, 01/11/2019 - 17:16

GiovannixGiornale Nei primi anni 60 i katanga non esistevano, i morti ammazzati dalla polizia furono solo operai e braccianti, ti sbagli con gli anni 70.

mariolino50

Ven, 01/11/2019 - 17:23

killkoms Io li ho visti i poliziotti con scudo casco e manganello, in America, Francia, Germania, GB, e anche altri posti, non so che reparti fossero, naturalmente mi levavo di torno in fretta. Ad Ajaccio, capitale della Corsica, vidi lo schieramento di forza contro una manifestazione che giungeva sul viale, dai camion col tendone spuntavano le canne delle mitragliatrici, li si che mi allontanai, ma lentamente senza guardarli.

killkoms

Ven, 01/11/2019 - 21:41

mariolino50,gli scudi e i manganelli li hanno in dotazione gli sceriffi delle contee come le polizie di stato o metropolitane negli Usa! quel che volevo dire è che non esistono,come da noi, reparti dedicati come da noi che al 90% lavorano solo per la te/ppa che segue il.calcio!quando,negli Usa,accadono cose come i disordini di Los Angeles del 1992, interviene la "Milizia",cioè la Guardia Nazionale,i riservisti dell'esercito!e ci sono foto di costoro che li mostrano alla carica dei dimostranti armati di manici di badile (per carenza di manganelli)!