Colosseo, i custodi non ci stanno: "Non siamo fannulloni"

"Si sta facendo passare l’immagine del custode fannullone ma è normale lavorare senza essere retribuiti?", si chiede una sindacalista

Tutta l'Italia ha provato sdegno di fronte alla notizia della chiusura del Colosseo per un'assemblea sindacale. Era già successo qualche mese fa a Pompei ed ora è capitato di nuovo. Ma i custodi non ci stanno a passare per fannulloni. Sono 26 gli effettivi che prestano servizio al Colosseo, aperto sette giorni su sette dalle 8.30 alle 19. "In media - racconta Irene Baroni (Rsu) - ci troviamo in sette persone a turno e abbiamo a che fare con 15 mila-20 mila visitatori al giorno, con punte di 32 mila e per un totale di 6,5 milioni di visitatori nel 2014". Baroni si occupa di tutela archeologica e custodia del Colosseo dal 1999. I custodi ogni giorno devono "gestire" circa mille persone a testa: "Cerchiamo di farlo con grande professionalità, prestiamo soccorso quando qualcuno si sente male, diamo informazioni a tutti e sempre a noi sventiamo eventuali furti o danni".

"Noi - prosegue - siamo le chiavi e la faccia di questo monumento e ora dicono che non lo amiamo e dicono anche che non abbiamo il diritto di dire che siamo pochi e vogliamo essere pagati in tempo?", dice Irene spiegando che "dal novembre 2014 non percepiamo circa il 30% del nostro salario come tutti i colleghi di Italia che lavorano al Mibact, nove mesi di retribuzioni arretrate". Insomma, stando al racconto di questa rappresentante sindacale, ci sarebbero diversi problemi tali da giustificare un malcontento e, quindi, come previsto dalla legge, normali forme di rivendicazione.

I custodi lamentano anche la carenza di organico che "espone i nostri siti archeologici più belli anche ad un livello di sicurezza precario, e questo col Giubileo che arriva è veramente allarmante" "Non ci vengono pagate le competenze relative a turnazioni, festività, reperibilità notturna e aperture straordinarie da novembre 2014 - le fa eco Antonella Rotondi (Rsu), che si occupa di tutela del territorio presso la soprintendenza di Roma dal 1997 -. Nonostante questo con grande senso di responsabilità abbiamo sempre continuato a mantenere aperti i siti. Ora si sta facendo passare l’immagine del custode fannullone ma io mi domando: è normale lavorare senza essere retribuiti? Il nostro è un grido di allarme non solo per il Colosseo ma per tutte le soprintendenze d’Italia, per la dignità del lavoro":

Commenti

tonipier

Ven, 18/09/2015 - 18:33

" MANDATELI VIA, TUTTI A CASA, REALMENTE SONO DEI FANNULLONI "Il fallimento del comunismo in tutto il mondo costituisce conseguenza diretta della irrazionalità e della assurdità delle soluzioni che esso implica sia nella forma del vetero che nella forma del neo marxismo.

tonipier

Ven, 18/09/2015 - 18:47

"POTERE COMUNISTA" Questo potere Comunista rappresenta l'ultima organizzazione politica che ancora presume l'esistenza di un proletariato e rimane affissata sulle teorizzazioni di Luxemburg e di Pannoekek secondo le quali la lotta del proletariato non è soltanto lotta contro la borghesia, ma soprattutto lotta contro il potere statale, lotta che non avrà più ragio d'essere quando il potere statale sarà stato distrutto,disgregato, scompaginato. Il proletariato non esiste più e gli operai costituiscono nel mondo occidentale una delle categorie più privilegiate, ma questo potere Comunista argomenta ancora secondo le categorie concettuale di forza di lavoro, di miseria dei lavoratori, di contrapposizione frontale tra borghesia e proletariato, di polarizzazione tra le principali classi antagoniste della società, cioè secondo concetti che Marx ed Engels, se ritornassero in vita, indicherebbero come assolutamente inadatti alla realtà sociale della seconda metà del ventesimo secolo.

Kosimo

Ven, 18/09/2015 - 22:15

di quant'è il salario? fanziché dire il 30% in meno, sarebbe più onesto dire non ci pagano tanto su tanto

Kosimo

Ven, 18/09/2015 - 22:16

di quant'è il salario? anziché dire il 30% in meno, sarebbe più onesto dire non ci pagano tanto su tanto

i-taglianibravagente

Sab, 19/09/2015 - 10:51

il LICENZIAMENTO...quello vero, sarebbe un TOCCASANA per l'italia. Una cura miracolosa....e quindi non si farà mai. Provate a vedere come scodinzolano e lavorano bene gl'impiegati della pubblica amministrazione di una nazione che licenzia...provate...non credereste ai vostri occhi.