Corona, in arrivo un nuovo processo: accusato di frode fiscale

Il re dei paparazzi si trova in carcere dal 10 ottobre e le sue richieste di uscire sono state respinte

Nuove accuse per l'ex fotografo dei vip Fabrizio Corona, arrestato il 10 ottobre scorso per intestazione fittizia dei beni insieme alla sua collaboratrice Francesca Persi.

Il pm Paolo Storari, che ha chiuso le indagini nei suoi confronti, ha deciso di contestargli anche i reati di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e di violazione delle norme delle misure di prevenzione.

Al centro dell'inchiesta ci sono gli 1,7 milioni di euro trovati nel controsoffitto di Persi dagli agenti della squadra mobile di Milano, mobilitati dallo stesso Corona, dopo che ad agosto un'esplosione aveva mandato in frantumi i vetri del suo appartamento. Non solo. Avrebbe detto ai poliziotti di essere stato avvicinato da due uomini nella zona di Corso Como, dove abita, e di essere stato minacciato. Circostanza che poi non ha trovato riscontri nelle indagini.

Oltre ai contanti trovati a casa della Persi, il re dei paparazzi avrebbe fatto depositare altri 900mila euro custoditi in due cassette di sicurezza di una banca di Innsbruk, in Austria. Denaro che, secondo la difesa di Corona, sarebbero invece il frutto dei guadagni in nero ricevuti da Corona per partecipare a serate nei locali di tutta Italia.

Commenti

lorenzovan

Gio, 03/11/2016 - 18:52

ma no!!!!!! occorre protestare....girotondi...manifestazioni...liberta' per un detenuto politico!!!! se a qualcuno smbro esagerato...riordo la posizione degli antichi sui "corruttori" della gioventu'...tipo alcibiade e catilina....se ne sbarazzarono definitivamente...

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 03/11/2016 - 18:53

Le cose si mettono proprio male per il guappo,chi è causa del suo mal etc etc.

ziobeppe1951

Gio, 03/11/2016 - 19:21

Fate prima a buttare la chiave

un_infiltrato

Gio, 03/11/2016 - 19:48

Si smetta di parlare di costui.

Controcampo

Lun, 07/11/2016 - 00:37

Mandatelo ai lavori forzati questo corpo inquinato da mille tatuaggi e mente malata, fino a non capire che, un reato dopo l'altro non può mai essere fruttuoso e che conduce a consequenze penali.